Select Page

Advertisement

Comunicato stampa, Nuoto club Gallarate dice: “BASTA”

Riportiamo il comunicato stampa del “Nuoto club Gallarate” riguardo una situazione sgradevole che sta capitando in questi giorni in quel di Gallarate……

COMUNICATO STAMPA

ADESSO BASTA!
Impossibile continuare il silenzio stampa su questa vicenda: basta strumentalizzare il Nuoto Club per fini politici

Gallarate, 29 maggio 2014 – Ci eravamo ripromessi di restare ai margini, di abbassare i toni, di aspettare con tranquillità le decisioni politiche sul destino della piscina e, di conseguenza, della nostra società sportiva, continuando come sempre negli ultimi 40 anni a svolgere le nostre attività, insegnando a nuotare, tenendo alto il nome della città di Gallarate nel mondo del nuoto, pur nutrendo nel nostro cuore tutta l’angoscia che ci accompagna da quasi 4 anni. Ma adesso basta: l’articolo uscito oggi sulla Prealpina è la classica goccia che fa traboccare il vaso, soprattutto perché siamo alla vigilia di quelli che consideriamo tre eventi di storica importanza nel panorama sportivo gallaratese: i Trofei Città di Gallarate.

Sul giornale si parla di gente che si “incatenerà” ai cancelli della piscina! Gente che protesta contro accordi che nemmeno conosce, contraria a prescindere, in puro stile politico. Atteggiamento tipico di qualunque partito all’opposizione. La domanda nasce spontanea: DI COSA HA PAURA QUESTA GENTE????? Il Comune vuole affidare la piscina alla Federazione Italiana Nuoto, non a Barbablù! La FIN fa parte del CONI, cioè l’organo sovrano quanto a sport in Italia. Quale migliore garanzia per un impianto sportivo???? Forse la gente che ha iniziato questa protesta ha paura che la Federazione neghi l’accesso al pubblico?? Oppure che alzi le tariffe a livello spropositato? Oppure che la qualità degli insegnamenti che impartiranno i suoi istruttori sia più bassa di quella fino ad oggi avuta alla Moriggia? MA STIAMO SCHERZANDO???????? Questi sono rischi che si correrebbero se la piscina andasse in gara, e a vincere fosse una società privata. Tolti i primi mesi in qui tutto filerebbe come da appalto, poi la musica cambierebbe radicalmente (studiare quel che succede in provincia e nel resto d’Italia per credere….).

E veniamo al capitolo Nuoto Club. Perché tutto questo astio nei nostri confronti???? Perché abbiamo osato protestare duramente in piena campagna elettorale due anni fa? Perché abbiamo osato puntare il dito contro chi ci aveva palesemente buggerato (per usare un termine soft!), venendo meno agli impegni presi con il “famigerato” Protocollo d’Intesa, sottraendoci la Scuola Nuoto per poi non concederci alcun aiuto economico (anzi….recapitandoci al suo posto un’ingiunzione di pagamento???). Il Nuoto Club ha sempre onorato i propri debiti e continuerà a farlo rispettando il piano di rientro che AMSC e Comune imporranno, con o senza la FIN. Nessuno MAI ha parlato di cancellare il nostro debito. Nessuno MAI ha deciso di farci nuotare gratis. Nessuno MAI ha ancora formalizzato il nostro ruolo nell’eventuale affidamento alla FIN.
E tanto che ci siamo, forse è il caso di rinfrescare la memoria sul PERCHE’ del debito del Nuoto Club Gallarate. La somma dovuta ad AMSC è diventata importante proprio dopo la firma del Protocollo d’Intesa di cui sopra: il nuoto non è il calcio, non c’è giro di denaro per i cartellini degli atleti e direi sia chiaro a tutti che i dirigenti del Nuoto Club sono semplici volontari e non passano le vacanze alle Hawaii con i soldi dei propri soci! La voce di spesa numero uno è l’affitto dello spazio acqua alla piscina della Moriggia! E senza più la scuola nuoto a fare da “cuscinetto”, reggere i costi dell’agonistica non è affatto cosa semplice. Di sponsor nel nuoto non se ne parla….Chi punta il dito contro di noi è la causa e l’origine del nostro male! E questo DEVE essere chiaro a tutti.

Speriamo che arrivi la FIN? Certo che sì! E quale società sportiva non sarebbe felice che l’impianto di cui usufruisce non venisse gestito dalla propria Federazione? Chi si incatena ai cancelli o alza il dito contro di noi farebbe bene ad informarsi: nel resto d’Italia le società sportive che nuotano in impianti federali lo fanno a tariffe assolutamente agevolate e non a prezzo pressoché pieno come facciamo noi da 40 anni.

Basta polemiche. Basta tirarci in mezzo in questo valzer politico di cattivo gusto. Forse a chi intende protestare davanti alla piscina sarebbe meglio spiegare che non corrono nessun rischio, che la piscina non chiuderà, che il servizio potrà solo migliorare con l’ingresso della FIN, che noi ripagheremo il nostro debito se finalmente ci rimetteranno in grado di produrre reddito, che noi amiamo questa piscina più di chiunque altro, visto che ci trascorriamo mediamente 4 ore al giorno, 6 giorni su 7, dal primo giorno della sua apertura!!!

Sabato, domenica e lunedì ci saranno i nostri trofei: abbiamo lavorato tanto e duramente per regalare ancora una volta alla città degli eventi da ricordare. Al nostro fianco, per la prima volta, ci sarà la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, perché sport e solidarietà vanno da sempre a braccetto e perché il Nuoto Club, pochi mesi fa, ha vissuto una tragedia che non deve restare vana. Domenica e lunedì avremo in vasca anche i campioni paralimpici della FINP. In piscina arriveranno oltre 3.000 atleti con le rispettive famiglie. Davvero chi ha deciso di incatenarsi ai cancelli della piscina può pensare che la sua protesta abbia un senso nei confronti di chi ha passato tutta la vita a difendere i valori dello sport per tutti e, nella fattispecie, del nuoto a Gallarate??

LA FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO E’ UNA GARANZIA PER GALLARATE, NON UNA MINACCIA!

NUOTO CLUB GALLARATE
La Dirigenza

About The Author

?>