Select Page

Advertisement

Nuoto, 5 cose che non si sanno su Ning Zetao

di Alessandro Foglio

Il 6 agosto 2015 è entrato di diritto nella storia del nuoto mondiale come il primo cinese a conquistare la medaglia d’oro nei 100 stile libero ai Campionati del Mondo. Per molti era pressoché uno sconosciuto, ma nella sua patria è uno degli sportivi più famosi e l’eco della sua vittoria ha accresciuto la sua popolarità ulteriormente. Stiamo parlando di Ning Zetao, il ventiduenne cinese che quel pomeriggio alla Kanzan Arena ha stupito tutti toccando primo nei 100 stile libero davanti all’australiano Cameron McEvon e all’argentino Federico Grabich e divenendo cosi il primo cinese a vincere proprio i 100 stile libero. Ma chi è veramente Zetao?

I più lo ricordano ovviamente per la squalifica del 2011, quando era appena diciottenne, per aver assunto clenbuterolo (broncodilatatore). E lo ha ricordato Filippo Magnini che dopo il successo in Russia del rivale ha fatto intendere quanto poco gli piacesse la cosa. Ning Zetao è al via oggi della quarta tappa di Coppa del Mondo che si tiene a Pechino, (ma solo nei 50 farfalla, a causa di una forma non ottimale e in vista dei Giochi Mondiali Militari che si terranno in Corea dal 7 al 10 ottobre)  e da adesso fino a Rio sarà atteso da importanti riconferme. Proviamo a scoprire questo atleta “sconosciuto” grazie a cinque cose che non si sanno di lui!

1- Il suo soprannome per amici, fan e followers è Baozi, ovvero un tradizionale panino di carne cinese. Un nome datogli quando era parte della squadra nazionale della Marina per le sue guance paffute e il piacere di mangiare appunto questo tipo di panini. E’ anche chiamato Luogotenente Ning, ovvero la carica che ricopriva in Marina.

2- La vita di Zetao è legata molto al mondo militare. A 14 anni è entrato nella squadra di nuoto della “PLA Navy”,le forze armate nazionali della Repubblica democratica cinese. Ma il legame con le armi è di famiglia: sia i suoi genitori che i suoi nonni hanno tutti lavorato nel corso degli anni per diverse sezioni militari cinesi.

3- Il suo successo inizia nel 2014, dopo la conquista di 50 e 100 stile (47”70, record asiatico) ai Giochi Asiatici del 2014. Oltre alle vittorie in  vasca è stato premiato come atleta più attraente dei Giochi ed è diventato il testimonial e portavoce della ditta Skullcandy, che opera nel settore della telefonia e dei prodotti tecnologici. Ma il 2014 non li ha portato solo fortuna. Ai campionati cinesi che si sono tenuti un mese dopo ai Giochi, ha dovuto rinunciare ai 50 stile per un insolito attacco di diarrea, che ha coinvolto però una ventina di altri nuotatori!!

4- La vittoria dell’oro ai Mondiali di Kazan gli ha permesso di ottenere ancor più grande popolarità. Sul social network asiatico Sina Weibo è seguito da 2,8 milioni di seguaci, e l’hastag #Ningzetao’s girlfriend è stato ritwittato sullo stesso social più di 20 mila volte.

5- Le fortune di Zetao sono riconducibili anche ad una calcificazione alle ossa del ginocchio che ne stoppò la carriera da mistista. Infatti da sedicenne prese parte ai suoi primi campionati nazionali nei 200 misti, abbandonati rapidamente per il suddetto problema. Il passaggio alle distanze brevi dello stile è stato immediato e redditizio.

Adesso sappiamo qualcosa in più su questo atleta, che ha stupito tutti ai mondiali russi. Attenzione però: nelle ultime tre edizioni dei Giochi Olimpici il vincitore dei 100 stile non è mai stato lo stesso di quello che l’anno prima aveva vinto i Mondiali. Nel 2003 Popov vinceva a Barcellona l’oro, ma ad Atene si impose Van den Hoogenband. Nel 2007 a Melbourne Magnini e Hayden dividevano il gradino più alto del podio, ma Alain Bernard conquistava l’oro Olimpico nel 2008 a Pechino. E anche nel 2011 Magnussen si imponeva ai Mondiali di Shanghai mentre a Londra vinceva Nathan Adrian. Staremo a vedere se Ning Zetao riuscirà a spezzare questa maledizione!!

About The Author

Ultimi Tweet

?>