Select Page

Advertisement

Nuoto master, Bitonto e Calimera ospitano le prime due giornate dei Regionali Puglia

di Enrico Lippi

I Campionati regionali Puglia 2016, come l’edizione passata, sono stati organizzati dal Comitato regionale suddividendo le gare in programma in quattro diverse domeniche, anche se quest’anno tra le sedi è stata inclusa la “new entry” Calimera, così da contare ben quattro sedi diverse per le quattro giornate.

D’altronde il movimento Master pugliese sembra in continua crescita, e lo dimostra non solo il passaggio da tre domeniche a quattro, avvenuto nel 2015, ma anche il costante aumento dei partecipanti ai Campionati regionali, che è passato dai 1083 iscritti del 2013 ai 1189 di questa edizione.
A ospitare le prime due giornate di gare sono state, rispettivamente domenica 7 e domenica 14 febbraio, la piscina comunale di Bitonto, in provincia di Bari, e appunto quella di Calimera, in provincia di Lecce, entrambe da da 25 metri e 6 corsie.

Tra le migliori prestazioni femminili segnaliamo quelle di Alessia Virgilio (GP Modugno) nei 200 misti (2’26”79 e 956,60 pti), che è stata anche la migliore prestazione assoluta delle prime due giornate di gare, mentre tra quelle maschili da segnalare le prove di di Mauro Manno (Icos Sporting Club), che negli 800 stile libero M30 ha nuotato in 8’54”00 e 940,41 punti, la migliore prestazione maschile della giornata, e di Stefano Folle (Icos Sporting Club), vincitore nei 100 farfalla M30 in 58”12 (934,62 pti).

Cominciano anche a definirsi i primi posti della possibile classifica finale: a metà campionati, la GP Modugno (43.321,96 pti) mette alle sue spalle la Muovi Lecce (36.879,25 pti), mentre al terzo posto provvisorio troviamo molto vicina la Adriatika Nuoto (35.370,88 pti); non troppo lontano neppure lo Icos Sporting Club, momentaneamente al quarto posto (30.829,16 pti). Certamente le tre prove di staffetta rimaste, in programma nei pomeriggi delle prossime due domeniche a Modugno e a Putignano, potranno influire significativamente sulla graduatoria finale, che rimane apertissima e dove potrebbero dire la loro anche altre squadre con molte staffette e atleti iscritti a questi campionati, come appunto la Adriatika Nuoto, il CUS Bari (24 staffette iscritte) e la New Olimpic (22 staffette iscritte).

Vediamo di seguito il dettaglio delle migliori prestazioni.

100 sl
La più veloce tra le donne nella gara che a Bitonto inaugura questi Campionati regionali è la M35 Rossella Ferrucci (Planet Andria), che vince in 1’10”21 (825,67 pti).
Nell’ultima batteria Terenzio Carrozzo, M30 della Muovi Lecce, è primo prendendosi il titolo in 56”39 (882,78 pti) davanti a Vincenzo Giove (Sottosopra – Brindisi), autore del migliore tabellare (57”52 e e 885,95 pti) e oro M35, e a Vincenzo Mazzilli (GP Modugno), che con 57”49 (858,24 pti) vince il titolo M25 di un solo centesimo davanti a Leonardo Guglielmi dell’Airon Club Bio-Sport (57”50 e 858,09 pti). Tra gli M40 vince Valentino Corallo (GP Modugno) con 1’00”45 e 857,24 punti.

Mistaffetta 4×50 mx
Il titolo M100-119 va alla GP Modugno (La Gioia,Cavalluzzi,Virgilio,Di Bari) che vince in 2’08”16 (869,93 pti), davanti all’oro M120-159, la formazione della Adriatika Nuoto (2’09”78 e 846,43 pti) con De Pandis-Verri-Dolla-Megozzi. Il miglior tabellare arriva dal CUS Bari in gara nella categoria M160-199: per Longobardi-Macchia-Spilotros-Mattia arriva in 2’11”80 che vale 883 punti.

100 ra
Nella prima gara del pomeriggio di domenica 7 febbraio, la M25 Alessia Virgilio nuota oltre i 900 punti, vincendo in 1’16”75 (916,35 pti); discreto anche il tabellare della M50 Annamaria Carano (Sottosopra – Brindisi), che vince l’oro di categoria col tempo di 1’33”68 (844,79 pti).
Tra gli uomini il più veloce è l’M25 Francesco Guglielmi (Airon Club Bio-Sport), oro in 1’12”46 (845,02 pti), mentre il migliore tabellare è dell’M40 del CUS Bari Giorgio Macchia (1’14”09 e 877,85) che soffia l’oro di categoria a Tommaso Dilonardo, della Aquatika (1’14”40 e 874,19 pti).

200 sl
La più veloce in vasca è l’atleta M30 del Nuoto Giovinazzo, Stefania De Bari, che con 2’33”59 (818,48 pti) precede la vincitrice tra le M35 e miglior tabellare femminile (2’34”08 e 820,81 pti), Valentina Abbatantuono (GP Modugno), che impedisce a Rossella Ferrucci, argento in 2’35”30 (814,36 pti) di fare doppietta.
Nell’ultima batteria vince Oronzo La Gioia, M25 del GP Modugno, che con 2’02”85 (895,16 pti) si aggiudica il titolo di categoria davanti a Leonardo Guglielmi (Airon Club Bio-Sport), argento in 2’04”21 (885,36 pti). Tra gli M35 si distingue il vincitore Vincenzo Giove, che riesce a portare alla Sottosopra – Brindisi un altro oro chiudendo in 2’08”05 (883,80 pti), mentre un’altra doppietta 100 e 200 stile libero arriva tra gli M30 con Terenzio Carrozzo, che vince in 2’04”60 (879,86 pti).

50 do
Domenica 14 febbraio, alla ripresa delle gare presso la piscina comunale di Calimera, è Laura Primiceri (Oltremare – Lecce) la donna più veloce, vincendo l’oro M25 col tempo di 35”92 (816,54 pti).
Tra gli uomini l’M30 della Adriatika Nuoto Alessio Casalino è il più veloce in vasca e va a prendersi il titolo davanti al primo tra gli M25, Fabrizio Gioia (Pol Centrosport Brindisi), che vince l’oro di categoria chiudendo in 28”55 (878,11 pti).

100 fa
Solo 5 donne al via in questa gara: la migliore è la M30 Valentina Rosati (CUS Bari), che fa segnare 1’20”16 (770,58 pti).
Tra gli uomini i migliori sono nella categoria M30, dove si registra la bella prova dell’M30 Stefano Folle (Icos Sporting Club), vincitore in 58”12 (934,62 pti) davanti a Dario Politi, atleta “fuori regione” del Flaminio Sporting Club (1’04”77 e 838,66 pti) e a Andrea Perulli (Icos Sporting Club), argento in 1’05”88 (824,53 pti).

200 ra
Buona la prova della M25 Elisa Gerardi (Icos Sporting Club), che vince nettamente tra le donne col tempo di 2’55”03 (879,79 pti).
In campo maschile il miglior tabellare arriva dall’M65 Rinaldo Bungaro (Sottosopra – Brindisi), oro di categoria in 3’38”59 (808,73 pti), mentre il più veloce è l’M30 Enrico Cosimo Colazzo (Master Valenzano), primo in 2’51”99 (804,87 pti).

200 mx
Nell’ultima gara della mattinata in evidenza nuovamente in evidenza la M25 Alessia Virgilio, che come ricordato in apertura sigla la migliore prestazione di queste due domeniche di gare, vincendo in 2’26”79 (956,60 pti); da segnalare anche la prova dell’oro M30, Paola Patera (Adriatika Nuoto), che vince nella sua categoria in 2’40”62 (876,85 pti).
Tra gli uomini miglior crono e tabellare per Luca Piccinno (Fimco Sport), che si prende l’oro M25 nuotando la distanza in 2’15”61 (905,39 pti); tra gli M30, come ricordato in apertura, vince Mauro Manno con una discreta prova da 2’20”98 (867,22 pti).

100 do
Alla ripresa pomeridiana la migliore tra le donne è Livia Primiceri, M25 della Oltremare – Lecce, oro in 1’19”19 (792,40 pti), mentre la migliore prestazione maschile è quella dell’M30 Sergio Ladisa (New Olimpic), che vince in 1’12”49 (767,42 pti).

800 sl
Raffaella Perrotta, M45 della Aquatika, è la migliore in campo femminile con 11’05”93 e 864,70 punti.
Gran prova da 8’54”00 e 945,49 punti per l’oro M30, Mauro Manno, che chiude i suoi regionali con una doppietta; secondo miglior tabellare al maschile per Andrea Misceo, M50 della Aquatkika (11’10”91 e 835,06 pti).

RISULTATI completi

(foto copertina: FB Adriatika Nuoto)

About The Author

Enrico Lippi

Di mestiere giornalista, copywriter e consulente in comunicazione. Per passione nuotatore master (naturalmente), sportivo e salutista.

Ultimi Tweet

?>