Select Page

Advertisement

Nuoto, Nico Sapio, niente Lochte ma lo spettacolo non è mancato

di Alessandro Foglio

Il week end del “42° Nico Sapio” è il primo grande appuntamento stagionale in vasca corta che precede gli Europei di Netaya di inizio dicembre. E nel giorno di Halloween arriva lo scherzetto by Ryan Lochte: l’americano era la stella più attesa insieme a Lazslo Cseh ma un problema con il volo che doveva portarlo in Italia lo ha costretto a rinunciare. Tutti presenti invece gli altri big, sia azzurri che stranieri, come il trio Usa della Swimmac Carolina, Katie Meili, Cullen Jones e Jimmy Feigen.

Protagonista proprio della mattinata presso la “Sciorba” di Genova è proprio Katie Meili che stampa il nuovo primato della manifestazione nei 100 rana nuotando in 1’05’’35 e cancellando il vecchio record di Ilaria Scarcella con 1’06’’19 del 2009. In finale con lei vanno anche Martina Carraro (1’08’’13) e Giulia Verona (1’08’’57).

Grande attesa poi per Laszlo Cseh che nuota i 100 farfalla in 51’’96, battuto solo da Matteo Rivolta con 51’’48, i 100 stile, dove trova la finale grazie al crono di 49’’81, in una batteria vinta da Stefano Mauro Pizzamiglio con 49’’40, e nei 200 misti, nuotati in “scioltezza” in 2’00’’15 dietro a Luca Pizzini (1’59’’88 record personale) e davanti a Federico Turrini (2’00’’37). Protagonisti delle batterie anche Ilaria Bianchi nei 100 farfalla e 100 stile, Arianna Barbieri e Carlotta Zofkova nei 100 dorso, Alessia Polieri e Luisa Trombetti nei 200 misti, ( per la torinese miglior crono di qualificazione) e gli stranieri Cullen Jones, Jimmy Feigen e Arianna Vanderpool-Wallace nei 100 stile.

Il pomeriggio si apre con le prime serie dei 400 stile. Dopo la volta delle serie più lente sia al maschile che al femminile scendono in acqua le donne più veloci: Luisa Trombetti regola Susanna Negri e Francesca Bertotto chiudendo in un buon 4’06’’10, non lontano dal suo personale. Spettacolare poi il testa a testa fra Gabriele Detti e Laszlo Cseh tra gli uomini: il magiaro tiene testa all’azzurro fino ai 300, quando il livornese compagno di allenamenti di Gregorio Paltrinieri prende il largo e chiude in 3’41’’29 ( 53’’55, 1’50’’12, 2’46’’68). Per Cseh secondo posto in 3’44’’73, terzo Matteo Ciampi in 3’47’’46.

Si passa ai 100 farfalla femminili: Arianna Vanderpool-Wallace parte meglio e stacca subito Ilaria Bianchi, che è brava a rientrare nella terza vasca e battere la giamaicana chiudendo in 57’’04, che è anche il nuovo record della manifestazione cancellando il suo stesso primato nuotato lo scorso anno di 57’’43. Ancor più bella la finale maschile: Codia, Rivolta, Cseh ai blocchi di partenza con il primatista italiano che domina dal primo metro e chiude con il nuovo primato nazionale di 50’’32 abbassando il suo vecchio record di 50’’44. Per Rivolta una grande prestazione dopo il cambio di vita e di coach arrivato a fine estate.

Dopo la farfalla è il turno del dorso: in acqua Arianna Barbieri e Carlotta Zofkova a giocarsi la medaglia d’oro. La spunta l’atleta della NC Azzurra 91 che vince in 59’’11 davanti alla Zofkova seconda in 59’’92. Tra gli uomini Mirco Di Tora regola l’ungherese medagliato europeo Gabor Balog vincendo la finale in 52’’89 ( miglior crono stagionale italiano) sul magiaro che tocca in 53’’88.

Torna in acqua la stella Usa Katie Meili, che domina la finale dei 100 rana nuotando in 1’04’’67 e polverizzando il record della manifestazione da lei stessa nuotato in mattinata. Dietro di lei Martina Carraro, che sfiora il suo migliore toccando in 1’07’’30. In campo maschile duello all’ultimo metro tra Bradley Allen Craig e Claudio Fossi: ha la meglio l’americano che vince in 59’’36 davanti al torinese che tocca in 59’’51. Da segnalare anche la prova di Nicolò Martinenghi che sfiora il primato della manifestazione Juniores nuotando in 1’00’’66.

Si riaccende la sfida tra la Vanderpool-Wallace e la Bianchi nei anche nei 100 stile: questa volta ha la meglio la prima che stacca tutte già dal primo 50 (25’’09) e vince in 52’’98, avvicinando il record della vasca di Natalie Coughlin. Secondo posto per Ilaria Bianchi con 55’’60. Tra gli uomini serie velocissima con Cullen Jones, Laszlo Cseh, Stefano Mauro Pizzamiglio e Jimmy Feigen. E’ l’argento dei 100 stile di Barcellona 2013 a vincere in 48’’11 davanti proprio al compagno di squadra (49’’15) e a Pizzamiglio (49’’16). Bene tra gli Junior Alessandro Miressi con 49’’87.

Il programma si chiude con i 200 misti. Ancora stupenda protagonista Katie Meili che si impone fin dalla farfalla chiudendo in 2’08’’74 a soli tre centesimi dal primato della vasca di Francesca Segat datato 2013. Alle sue spalle brava Luisa Trombetti con 2’10’’62 e Laura Letrari in 2’12’’64. Si chiude con l’ennesimo show di Laszlo Cseh, alla quarta gara in due ore. Il campione ungherese vince in 1’56’’07 cancellando l’1’57’’24 ( record della manifestazione) nuotato da Locthe lo scorso anno. Un chiaro segnale dello spettacolo che avremmo avuto con l’americano in vasca. Secondo posto per Claudio Fossi con 1’58’’17 e terzo per Luca Pizzini con 1’58’’67.

About The Author

Ultimi Tweet

?>