Select Page

Advertisement

Open de France, La Francia non sorride a Fabio Scozzoli

Si è concluso sabato pomeriggio l’open de France a Vichy, la piccola delegazione Azzurra in spedizione oltralpe torna a casa con qualche certezza CASTIGLIONI ARIANNA e LUCA LEONARDI, ma anche qualche interrogativo LUCA DOTTO e FABIO SCOZZOLI.

Il  più grande interrogativo, è sulla sto di forma ed il recupero del grande talento Fabio Scozzoli, che non ha per niente convinto nei 100 rana nuotandoli in 1.03.53 peggio anche del sette colli dove il crono si era fermato su un modesto ma promettente 1.02.69 .  Ora il quesito più grande per Fabio ed il suo staff sarà quello di capire il motivo di questo passo indietro nella tabella di marcia verso Berlino, verso quel palcoscenico che merita un talento come Fabio Scozzoli.

Ancora più allarmante è lo stato attuale di Luca Dotto mai visto in palla in tutto il weekend francese, rispetto al suo grande amico e rivale Marco Orsi (49.76 in finale ). I grande limiti attuali di Dotto si sono visti nei 100m Stile libero e sopratutto nella vasca di ritorno, visto che al passaggio dei 50m (23.76) era con il gruppo di testa, per poi crollare nella vasca di ritorno (26.47) chiudendo in 50.23 tempo peggiore della qualificazione del mattino (49.88). Siamo sicuri che da qui a sei settimane (periodo che manca agli Europei di Berlino) e l’inizio della fase di scarico ritroveremo un Dotto brillante e sopratutto veloce per poter cercare di tenere testa ai francesi in una 4x100m Stile Libero, che potrebbe essere interessante, visto che proprio in terra francese Luca Leonardi, altro velocista azzurro, ha dato ottimi segnali di forma conquistando il terzo posto con un buon 49. 35 dietro a due missili come MAGNUSSEN James (48.55) e MANAUDOU Florent (49.15).

Grande protagonista è stata la rana azzurra femminile che ha evidenziato il grande stato di forma e di qualità della giovanissima Castiglioni Arrianna (classe 1997) che vince i 100m rana con l’interessante tempo di 1.08.83, non così veloce però nei 50m Rana ma abbastanza per aggiudicarsi la seconda piazza in 31.76. Sempre nella rana donne grande prestazione nei 200m Rana per l ‘azzurra  Celli Elisa (classe 1990) che con 2.25.85 si piazza nell top20 al mondo della specialità (19esima poiszione) e vince la medaglia d’oro all’open de france.

Ma l’open de france non era l’unica manifestazione del weekend lungo la strada verso gli Europei di Berlino 2014, infatti in Svezia si svolgevano i campionati nazionali, che hanno visto assoluta protagonista Sarah Sjoestromen che si candida ad essere stella della prossima rassegna continentale. La neo primatista del mondo  nei 50m Farfalla (24.43) ha stabilito il terzo tempo dell’anno nei 100m Stile libero 53.03, la cosa che ha impressionato nella gara della giovane svedese è come ha nuotato la vasca di ritorno chiusa in 27.11 che è  risultata essere più veloce anche di quella nuotata dell’iridata mondiale Campbell e prima nella graduatorie mondiali annuali della specialità. Non solo questi exploit rendono interessante la bella svedese, ma anche i suoi progressi esponenziali fanno suonare i campanelli dall’allarme alle sue avversarie, Fede Nazionale (Federica Pellegrini) compresa, che troverà la giovane svedese nei 200m Stile Libero, con  nuovo primato personale di 1.55.04 e più agguerrita che mai per poter battere proprio Federica la sua beniamina e musa ispiratrice da bambina. La  sfida alla regina  è lanciata e noi siamo pronti a gustarcela.

Video del record el mondo nei 50m Farfalla di Sarah Sjoestromen

Link ai risultati dell’open de France

About The Author

Ultimi Tweet

?>