Select Page

Advertisement

Pillole di Nuoto, flash dal mondo – agosto

di Alessandro Foglio

Agosto è stato un  mese ricco di impegni nel mondo del nuoto. Se si pensa che con la fine dei Campionati del Mondo i nuotatori si siano presi un po’ di meritato riposo si sbaglia alla grande. E’ iniziata subito infatti la Coppa la del Mondo, mentre ai margini opposti del globo si disputavano i Campionati Usa a San Antonio, e i Mondiali Juniores a Singapore. In mezzo spazio anche ai Campionati Italiani di categoria. Insomma la stagione del nuoto non finisce mai!!

USA – USA Nationals
Mentre i big erano impegnati a Kazan per i Campionati Mondiali, a San Antonio si gareggiava per i titoli statunitensi. Chi in Russia non è andato è Michael Phelps, che ha fatto sicuramente pentire la federazione USA di questa scelta. Il fenomeno di Baltimora ha vinto 100, 200 farfalla e 200 misti con le migliori prestazioni annuali, rispettivamente di 50”45, 1’52”94 e 1’54”75. Il Kid di Baltimora si è cimentato anche nei 200 rana, dove ha chiuso con il rispettabile quinto tempo di 2’11”30. Sorprendente anche il 21”53 nei 50 stile di Caeleb Dressel che gli sarebbe valso il terzo gradino del podio ai Mondiali.

Italia – Campionati Italiani di Categoria
Di ritorno da Kazan qualche big azzurro si è presentato a Roma, per il Campionati di Categoria. Arianna Castiglioni ha confermato quanto di buono fatto in Russia migliorando il record italiano nei 50 rana con 30”74. Show del grande assente ai Mondiali Gabriele Detti, che vince i 400 stile in 3’47”05 che equivale al suo record personale e i 1500 in 14’53”93, tempo da finale iridata. Marco Orsi fa doppietta nei 50 e 100 stile con 21”97 e 48”48, Nicolò Ossola sorprende nei 50 rana vincendo in 27”53 e Matteo Rivolta si conferma nei 100 farfalla nuotati in 51”70. Successi anche per Erika Ferraioli (50 stile 25”13), Ilaria Bianchi (100 farfalla 58”69) e Alessia Polieri (200 farfalla 2’09”13).

Russia – World Cup
Due giorni dopo la fine dei Mondiali, tutti a Mosca per l’inizio della Coppa del Mondo. Numerosi i protagonisti delle prove di Kazan. In campo maschile Camille Lacourt vince 50 e 100 dorso (24”67 e 53”44). Doppietta anche per Cameron Van der Burgh nei 50 e 100 rana (26”96 e 59”27) mentre nei 200 si conferma Marco Koch con 2’08”77. Tom Shields vince i 100 farfalla in 51”36 mentre Federico Turrini è secondo nei 400 misti in 4’15”10 alle spalle di Verraszto. Tra le donne doppietta per Emily Seebohm nei 50 e 100 dorso (27”90 e 58”88) mentre la Hosszu si impone in 100 e 200 stile (54”10 e 1’56”83), 200 e 400 misti (2’10”68 e 4’36”25). La Ottesen vince 50 stile e 50 farfalla con 24”62 e 25”51. Presenti anche Diletta Carli, seconda nei 400 in 4’08”12 e negli 800 con 8’32”12 sempre alle spalle della Shao. Chiara Masini Luccetti è sesta nei 400 stile con 4’13”33 e settima nei 200 in 2’00”12. Terzo posto per la Caramignoli negli 800 con 8’37”03 (ottava nei 400).

Francia – World Cup
La seconda tappa della WC arriva tre giorni dopo a Parigi. Lacourt si ripete nel dorso con i successi nei 50 (24”75) e nei 100 (53”39) mentre fa incetta di vittorie Chad le Clos: per il sudafricano miglior tempo nei 50, 100 e 200 farfalla con 23”23, 51”04 e 1’54”18, oltre che alla vittoria nei 200 dorso nuotati in 1’57”81. Van der Burgh si ripete nei 50 e 100 rana, vinti in 26”74 e 58”97 gare nelle quali si rivede Fabio Scozzoli. L’atleta dell’Esercito è quarto nei 50 con 27”88 e settimo nei 100 in 1’01”76. Medhy Metella si impone nei 100 stile con 48”69 mentre Nicolangelo Di Fabio è quinto nei 200 stile in 1’49”46 nella prova vinta dall’australiano Daniel Smith con il tempo di 1’46”50. Vince ancora Gregorio Paltrinieri, dominando i “suoi” 1500 in 15’04”98. Tra le donne in tre si dividono le prove del dorso: Natalie Coughlin vince i 50 in 27”65, Emily Seebohm i 100 in 58”91 e Daria Ustinova i 200 con il nuovo record del mondo Juniores di 2’07”43. Alia Atkinson si impone nei 50 e 100 rana (30”85 e 1’07”03) mentre Katinka Hosszu fa suoi 100 e 200 stile (54”30 e 1’56”06) entrambe le volte davanti a Missy Franklin. Per la magiara primo posto anche nei 200 e 400 misti con 2’10”19 e 4’35”80.

Singapore – Mondiali Junior
La stagione del nuoto non si ferma mai e dal 25 al 30 agosto le nuove promesse del panorama internazionale si sono sfidate a Singapore ai Campionati Mondiali Junior. La spedizione azzurra (vedi foto) ricalca quella dei grandi di inizio mese, con diverse medaglie e conferme di quanto di buono ci sia nella giovane Italia che cresce. Simona Quadarella vince l’oro nei 1500, realizzando il record dei campionati nonché record italiano Cadette (seconda miglior prestazione dopo il primato assoluto della Filippi) con il tempo di 16’05”61. Per lei anche secondo posto negli 800 con 8’29”78 alle spalle della statunitense Sierra Schmidt che realizza il CR con 8’27”55. Grandissima anche Linda Caponi, bronzo nei 400 stile con RI Cadette di 4’07”73, mentre negli 800 è quarta in 8’35”21. Le altre medaglie arrivano dal campo maschile: Giovanni Izzo è bronzo nei 50 stile in 22”55, Nicolò Martinenghi argento nei 50 rana nuotati in 28”03 che corrisponde al nuovo RI Ragazzi (oltre al settimo posto nei 100 rana in 1’02”08 e al quinto nei 200 con 2’13”05, RI Ragazzi). Un altro bronzo arriva dalla 4×100 stile maschile con Bori, Izzo, Vendrame e Miressi che nuotano in 3’18”58. Giacomo Carini sfiora il podio nei 200 farfalla chiudendo quarto in 1’58”04 mentre Ilaria Cusimano è velocissima nei 200 misti, nuotati in 2’13”04 che le vale il quarto posto e il record italiano Junior/Cadette. Sono caduti diversi WJ ma quello più clamoroso arriva dalla turca Viktoria Gunes che nei 200 rana nuota in 2’19”64, a pochi decimi dal primato assoluto della Pedersen (2’11”19).

USA – Niente virata per Lochte
Il sito swimswam (QUI la notizia integrale http://swimswam.com/fina-rules-lochtes-new-underwater-technique-illegal-in-im-races/) riporta il rumors di una decisione da parte della FINA di invalidare la nuova subacquea di Ryan Lochte. Tale scelta vale però solamente nelle prove dei misti, mentre non ci saranno problemi a stile libero. Il sito FINA attualmente non riporta alcuna comunicazione ufficiale.

Macedonia – Franco prima nella 30 km
A Ohrid Lake, in Macedonia, Alice Franco si impone nella 30 km valida per la quarta tappa della Open Water Swimming Grand Prix 2015. L’astigiana vince in 5 ore 44’03” davanti alla russa Ana Mankevich con 5 ore 58’43”. Ottava l’altra azzurra Elena Lionello. Tra gli uomini primo il macedone Evgenij Pop Acev con 5 ore 39’42”  mentre Simone Ercoli è settimo in 5 ore 44’00”.

About The Author

Responsabile sezione Master, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>