Select Page

Advertisement

Rubrica: CloroCuffia e il nuoto reverse

Mi sono subito detto: “no,no, questa la devo raccontare”. Parola di CloroCuffia

Ed eccomi qua.

Eravamo tutti a bordo vasca ad ascoltare il Coach (domanda per MasterSwim: si chiamano così gli allenatori di nuoto ???) che ci dettava gli esercizi di tecnica da eseguire in vasca. I nuotatori sapranno di cosa sto parlando, sicuro!!!

Per i non nuotatori posso riassumere dicendo che si tratta di esercizi in acqua mirati a migliorare e perfezionare i quattro stili. Per uno come me, bagnante aspirante nuotatore, diventano una sfida tra il rimanere a galla e il bere meno acqua clorata possibile. Beh, me lo dico da solo ma grazie a questi esercizi sono migliorato un po’ anche io.

Dove eravamo rimasti. Ah si’, gli esercizi! 25 solo gambe, 25 braccia alternate , mezza vasca testa fuori e………….MEZZA VASCA ALL’INDIETRO.

Ho sentito bene? Mi guardo intorno e nel volto dei miei compagni vedo disegnato un grosso punto interrogativo. A qualcuno sono persino uscite le orbite degli occhi dagli svedesi.

Dalla corsia qualcuno domanda: “Dorso????”. “No no…..all’indietro”, e nel rispondere, il Coach mima la bracciata a stile con le braccia che roteano al contrario.

Provate a prendere un filmato di una nuotata a stile e fatelo girare al contrario. Questo è l’effetto.

Ma le braccia forse sono il meno. Al primo tentativo mi sono reso conto che la vera difficoltà è come muovere le gambe. Battendo i piedi il corpo tendeva a spostarsi in avanti ma io…con le braccia stavo esercitando la forza opposta. Risultato? Ero fermo. Mi muovevo come un ballerino di pizzica salentina senza spostarmi di un solo centimetro.

Dopo vari tentativi falliti e rosso in viso come la spia di “fine carburante”, cerco di capire come sia possibile che molti ci riescano con una naturalezza invidiabile. Si, si, sicuro, i soliti secchioni che si sono esercitati di nascosto, Ecco!!!!!

Continuavo a ripetermi: “chissà che risate si staranno facendo nel guardarmi”. Sono sicuro che chiunque mi avesse visto nuotare in quel modo, con le braccia e le gambe che litigano tra loro, si sarebbe precipitato in acqua a salvarmi da un probabile annegamento.

Provo, ritento che sarò più fortunato sino a riuscire ad allontanarmi lentamente dal bordo raggiungendo quasi il lato opposto.

Lo ammetto, credo di aver rivissuto le stesse sensazioni di quando da bambino pedalai per la prima volta senza le rotelle.

aiffucorolC  (da leggere all’ indietro 😉 )

Partecipa al concorso di nuoto reverse

Inviaci il tuo video di nuoto reverse a info@masterswim.it lo pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook ed il video che otterrà più mi piace si aggiudicherà un maglietta di Master Swim.

About The Author

Ultimi Tweet

?>