Select Page

Advertisement

Mondiale Doha 2014 – Magie magiare nella serata dei record

Mondiale Doha 2014 – Magie magiare nella serata dei record
Katinka Hosszu: due ori a tempo di record mondiale

Katinka Hosszu: due ori a tempo di record mondiale

Pioggia di record mondiali battuti oggi a Doha, dove si assegnavano undici titoli e la colonna sonora della terza giornata di finali è stata senza dubbio l’inno ungherese che è risuonato per ben 4 volte nella piscina dell’Hamad Aquatic Centre.

Due per onorare Katinka Hosszú, che ha dominato a tempo di record mondiale sia i 200 dorso con il primo crono della storia sotto i 2 minuti (1’59’’23) che i 100 misti (56’’70); due per celebrare altrettanti titoli ungheresi in campo maschile: a quello preventivato di Dániel Gyurta, ancora una volta senza avversari nei 200 rana (2’01’’49), ha fatto da pendant l’inatteso successo di Péter Bernek nei 400 stile libero con un fantastico 3’34’’32, terzo crono mondiale all-time (3’34’’32).
A quota quattro successi è arrivata Mireia Belmonte García, che si è imposta oggi nei 400 stile libero (3’55’’76), mentre il francese Florent Manaudou ha conquistato nei 50 stile libero la sua prima medaglia individuale, facendo segnare uno strabiliante record del mondo (20’’26).
Oltre all’oro con il primato assoluto nella 4×100 stile libero, l’Olanda festeggia anche il titolo nella gara individuale di Femke Heemskerk, che è riuscita a bruciare al tocco (51’’37) la svedese Sarah Sjöström, capace poi di rifarsi vincendo con il miglior crono mondiale in tessuto (24’’58) la finale dei 50 farfalla, in cui era presente anche Silvia Di Pietro, quinta col nuovo primato italiano (25’’38).
Nei 200 misti maschili il campione uscente Ryan Lochte (1’51’’31) è riuscito a tenere dietro il campione nei 400 Daiya Seto, ma si è dovuto inchinare all’altro giapponese Kōsuke Hagino che ha vinto col nuovo record continentale e secondo miglior tempo mondiale all-time (1’50’’47).

Ecco il prospetto completo dei podi della terza giornata:

4×50 mista F
1) Danimarca 1’44’’04
2) USA 1’44’’92
3) Francia 1’45’’89

100 sl F
1) F. Heemskerk (NED) 51’’37
2) S. Sjöström (SWE) 51’’39
3) R. Kromowidjojo (NED) 51’’47

200 do F
1) K. Hosszú (HUN) 1’59’’23 RM
2) E. Seebohm (AUS) 2’00’’13 RO
3) A. Sayaka (JPN) 2’02’’30

200 ra M
1) D. Gyurta (HUN) 2’01’’49
2) M. Koch (GER) 2’01’’91
3) K. Prigoda (RUS) 2’02’’38

50 fa F
1) S. Sjöström (SWE) 24’’58
2) J. Ottesen (DEN) 24’’71
3) I. Dekker (NED) 24’’73

400 sl M
1) P. Bernek (HUN) 3’34’’32
2) J. Guy (GBR) 3’36’’35
3) V. Stjepanović (SRB) 3’38’’17

100 mi F
1) K. Hosszú (HUN) 56’’70 RM
2) S.-M. O’Connor (GBR) 57’’83
3) E. Seebohm (AUS) 58’’19

50 sl M
1) F. Manaudou (FRA) 20’’26 RM
2) M. Orsi (ITA) 20’’69 RI
3) C. Cielo Filho (BRA) 20’’88

400 sl F
1) M. Belmonte García (ESP) 3’55’’76
2) S. van Rouwendaal (NED) 3’57’’26
3) Y. Zhang (CHN) 3’59’’51

200 mi M
1) K. Hagino (JPN) 1’50’’47 RAs
2) R. Lochte (USA) 1’51’’31
3) D. Seto (JPN) 1’51’’79

4×100 sl F
1) Olanda 3’26’’53 RM
2) USA 3’27’’70 RAm
3) Italia 3’29’’48 RI

Per tutti i risultati e i commenti alle gare di Doha rinviamo alla Discussione sul Forum.

About The Author

Marco Agosti

Grande esperto di cifre e di parole ci offre appassionati resoconti di tutte le maggiori manifestazioni

Ultimi Tweet

?>