Select Page

Advertisement

Al 4° Trofeo Swim4Life vittoria della Nuotatori Campani e cinque record

Al 4° Trofeo Swim4Life vittoria della Nuotatori Campani e cinque record

Il fine settimana scorso, tra sabato e domenica mattina, la piscina comunale di Giugliano, impianto da 25 metri e 8 corsie in provincia di Napoli, ha ospitato il 4° Trofeo Swim4Life, organizzato dall’omonimo magazine in memoria di Marco Casale e Marco Prevete, rispettivamente fondatore di Swim4Life e nuotatore Master. Entrambi facevano parte della squadra della San Mauro Nuoto e negli anni scorsi sono stati legati da un tragico destino che li ha portati via in due diversi incidenti. Ai blocchi di partenza di questa manifestazione molto sentita, si sono presentati 584 partecipanti in rappresentanza di 65 squadre, con atleti provenienti da molte regioni d’Italia.

I due nuovi record italiani individuali fatti registrare nel corso dell’evento portano il nome di Liana Corniani (Forum SC), che nei 100 rana col tempo di 1’29”99 (985,78 p) ha migliorato il proprio limite M60 di 1’30”90 nuotato a febbraio di quest’anno, e di Nora Liello, M85 della Robertozeno Posillipo, che nei 100 misti ha chiuso la sua prova in 2’43”83 (831,90 p), abbattendo così il precedente primato di 3’00”76 risalente a poche settimane fa.
Altri tre record sono arrivati nelle mistaffette 4x100 stile libero: col tempo di 9’17”75 la formazione M320-359 della Robertozeno Posillipo (Ciccella-Mangano-Liello-Horr) ha per la prima volta in Italia portato a termine questa prova, battendo anche il primato europeo di 9’37”53 che apparteneva agli olandesi del PSV Eindhoven. La formazione M240-279 sempre della Robertozeno Posillipo (Camardella-La Monica-D’Avino-Acquaviva Coppola) ha chiuso in 5’18”37 abbattendo così il precedente di 6’52”07 nuotato dalla Jesolonuoto a gennaio di quest’anno; infine, gli atleti dello Sporting Club Flegreo (Cardinale-Colturi-Giorgi-Vespe) hanno ritoccato, grazie al loro 4’29”28, il primato M160-199 di 4’29”69 che apparteneva da gennaio alla Sportivamente Belluno.

La migliore prestazione assoluta femminile del trofeo è stata fatta registrare da Marzena Kulis, M50 della Nuotopiù Academy, che nei 200 rana ha nuotato in 2’47”74 (1037,74 p), mentre tra gli uomini il miglior tabellare è stato quello di William Careddu, M35 della Olbia Nuoto, che nei 100 stile libero è stato il più veloce col tempo di 53”13 e 959,16 punti.
In gara erano presenti anche alcuni atleti over-85: oltre a quella di Nora Liello tra le donne, la manifestazione è stata onorata dalla partecipazione dei veterani M85 Silvio Mangano (Robertozeno Posillipo), classe 1930, e e M90 Nicola Nannavecchia (Partenope Nuoto), classe 1922.
Due i premi speciali previsti in questa manifestazione, assegnati indipendentemente dal sesso: il Trofeo “Iron Eagle”, in memoria di Marco Prevete, assegnato all’atleta che ha totalizzato il miglior punteggio tabellare nella combinata 50 stile libero e 50 farfalla, e quello “Like The Wind”, scelto per ricordare Marco Casale e attribuito alla combinata 50 e 100 stile libero. A vincere il primo è stato Giorgio Borrelli (Portofiori San Mauro), mentre ad aggiudicarsi il secondo è  stato William Careddu.

La graduatoria a squadre, compilata col metodo Anelli, ha visto i Nuotatori Campani aggiudicarsi il trofeo con 496.571,25 punti, al secondo posto la Portofiori San Mauro Nuoto (460.303,13 p), mentre al terzo si è classificata (412.866,7 p) Il Delfino Napoli.

Vediamo in dettaglio i risultati delle single gare.

100 ra
Nella gara di apertura, tra le donne, oltre alla prestazione da record italiano di Liana Corniani, buona prova da 1’36″15 e 880,19 punti per la M55 Anna Corbino (Robertozeno Posillipo).
Tra gli uomini miglior crono da 1’11″82 e 852,55 punti per l’M25 Mario Spadaro (CC Napoli), mentre l’autore del miglior tabellare è Dario Cecere (N. Campani), oro M50 in 1’19″78 (866,63 p).

200 do
La M25 Anita Esposito (Sintesi) è la più veloce in 2’37″38 (873,30 p), mentre tra le M50 si impone Giordana Liverini (Flaminio SC) in 2’44″81 (928,71 p) davanti a Emanuela Lanza (Nuotopiù A.), al secondo posto con 2’51″72 (891,33 p). Miglior tabellare per la M65 Barbara Lang (Pen.Sorrentina) grazie al suo 3’18″82 (937,03 p).
Il più veloce nell’ultima batteria è l’M40 Raffaele Lococciolo (Nuotopiù A.), autore anche del miglior punteggio (2’14″07 e 953,01 p); tra gli M50 vince Mosè Castellano (CC Napoli) col tempo di 2’35″65 (871,12 p), mentre l’ottima prova da 3’47″79 dell’M80 Michele Maresca (Pen.Sorrentina) vale ben 905,66 punti.

100 mx
L’atleta M25 del CUS Bari Mariapia Longobardi fa segnare il miglior tempo con 1’09″02 (931,32 p), alle sue spalle la M50 Daniela De Ponti (NC Milano), autrice della seconda migliore prestazione assoluta del trofeo con 1’09″78 (1022,64 p). Ottima gara anche per Ilaria Tocchini (Nuotopiù A.), oro M45 in 1’11″41 (957,99 p), e per la M60 Liana Corniani (1’23″39 e 962,35 p).
Tra gli uomini tra gli M30 sfida a due tra Lorenzo Giovannini (Nuotopiù A.) e Niccolò Beni (Firenze N. Extremo), col primo che si impone in 1’01″55 (909,83 p) contro l’1’02″07 (902,21 p) del secondo; terzo riscontro cronometrico per Bruno Daniele (CC Napoli), oro M25 in 1’02″27 (893,85 p). Se il miglior tabellare maschile è quello di Fabrizio Clabassi (Vanessa N. Smile), primo tra gli M50 in 1’07″16 (922,28 p), una buona prova è anche quella dell’M65 Giovanni La Monica (Robertozeno P.), che chiude in 1’21″26 (884,69 p).

50 ra
Daniela De Ponti si conferma atleta da quasi 1000 punti anche in questa specialità: il suo 36″34 (988,44 p) è miglior crono e tabellare; il secondo miglior punteggio è della M60 Vera Camardella (Robertozeno P.), prima tra le M60 in 48″59 (826,30 p).
Lorenzo Sessa (Rhyfel) vince tra gli M25 in 30”24 (918,98 p) davanti a Junioralberto Dolla (Adriatika N.), argento in 31″66 (877,76 p). Raffaele Lococciolo è primo tra gli M40 in 32″73 (884,20 p), mentre Andrea Pantalei (Larus) fa altrettanto tra gli M45 col suo 34″29 (870,52 p).

50 do
La M50 Giordana Liverini supera all’arrivo, con 34″60 (947,98 p), la prima tra le M25, l’atleta della Portofiori San Mauro Serena D’Ercole (34″65 e 846,46 p); buona prova da 42″19 (893,34 p) anche per la M65 Barbara Lang.
Tra gli uomini il migliore l’M30 Niccolò Beni fa il vuoto alle sue spalle con 27″28 (935,48 p); secondo miglior crono da 30″39 (824,94 p) per l’M25 Agostino Devastato (Rhyfel).

100 sl
Nella prima gara della sessione di domenica mattina, le migliori in vasca sono la M35 Annalisa Attanasio (Il Delfino Napoli), che nuota in 1’02″52 (927,22 p) e Giulia Noera (CC Di Lauria), prima tra le M45 in 1’04″33 (932,07 p).
Tra le migliori prestazioni maschili, oltre a quella di William Careddu segnalata in apertura, è da segnalare il 53″75 (926,14 p) con cui Simone Bonistalli (Gymnasium Spilimbergo) si aggiudica il primo posto M30 davanti a Salvatore De Gregorio (Special Team), argento in 54″19 (918,62 p); ottima prova anche per Nicola Di Giusto (Larus), oro M40 in 57″50 (901,22 p), per Antonio Fusco (Special Team), primo tra gli M50 in 59″56 (917,23 p) e per l’M55 Gennaro La Sala (CC Napoli), che si impone nella sua categoria in 1’02″55 (905,20 p).

50 fa
Miglior crono e tabellare per la M45 Ilaria Tocchini grazie al suo 30″82 (954,25 p); secondo miglior tempo per la M25 Ivana Bortone (N. Campani) con 31″99 (860,89 p).
Al maschile la migliore prestazione cronometrica è dell’M25 Giorgio Borrelli (Portofiori SM), che nuota in 26″18 (915,58 p); miglior punteggio per Salvatore Esposito (CC Napoli), primo tra gli M35 in 26″69 (920,19 p). Tra gli M45 vince Antonio Alfano (Forum SC) in 29″06 (890,23 p).

200 ra
La migliore dopo Marzena Kulis è la M30 Giustina Auletta (Rhyfel), che chiude in 3’23″78 (763,72 p).
Tra gli uomini miglior crono e tabellare (2’32″89 e 887,83 p) per l’M30 Raffaele Russo (Fritz Dennerlein); Riccardo Maria Lang è primo tra gli M50 in 2’56″03 (870,99 p).

400 sl
La M25 Mariapia Longobardi nuota in 4’34″81 e 958,41 punti, miglior crono e tabellare femminile; alle sue spalle Emanuela Lanza è prima tra le M50 in 5’14″75 (903,00 p).
Tra gli uomini il migliore è l’M30 Lorenzo Giovannini, unico a superare i 900 punti con la sua prestazione da 4’15″56 e 941,62 punti.

50 sl
Nell’ultima prova individuale in programma la più veloce è la M35 Annalisa Attanasio (28″37 e 924,92 p), mentre il miglior tabellare è della M45 Giulia Noera (29″28 e 926,23 p); bene anche Marzena Kulis, prima tra le M50 in 30″95 (906,95 p).
Tra gli uomini i più veloci sono un M35, William Careddu (24″37 e 935,99 p), e due M30: Simone Bonistalli precede, con 24″47 e 916,22 punti, Salvatore De Gregorio (24″80 e 904,03 p). Per il primo posto M50 sfida a due, con Antonio Fusco che con 26″59 (926,66 p) fa meglio per tre centesimi di Fabrizio Clabassi (26″62 e 925,62 p). L’oro M55 va a Gennaro La Sala in 27″79 (909,32 p). Buona prova anche per Nicola Di Giusto, primo tra gli M40 in 26″16 (896,02 p)., mentre Silvio Mangano, classe 1930, nuota in 43”35 (851,90 p).

Staffetta 4x50 sl
Tra le donne, si impone con miglior crono e tabellare la formazione M160-199 dello Sporting Club Flegreo (De Meo-Giorgi-Messuri-Cardinale), che vince in 2’08″81 (877,26 p).
I più veloci al maschile sono gli staffettisti della Rhyfel nella categoria M100-119 (Devastato-Meloro-Sessa L.-Sessa A.), che chiudono in 1’42″85 (910,65 p); miglior tabellare per il quartetto M160-199 del Circolo Canottieri Napoli (Esposito-Daniele-La Sala-Castellano) che precede con1’45″08 (923,01 p) la formazione dello Special Team (De Gregorio-Fusco-Materazzo-Sorrentino), al secondo posto in 1’47″26 (904,25 p).

Foto copertina: Pasquale Clienti – Swim4life

About The Author

Enrico Lippi

Di mestiere giornalista, copywriter e consulente in comunicazione. Per passione nuotatore master (naturalmente), sportivo e salutista.

Ultimi Tweet

?>