Select Page

Advertisement

Assoluti 2016 – day 5: bene D’Arrigo e Carraro, Riccione si prepara all’atto finale

Assoluti 2016 – day 5: bene D’Arrigo e Carraro, Riccione si prepara all’atto finale

Ultimo risveglio a Riccione per gli atleti impegnati ai Campionati Italiani Assoluti Primaverili.

Chi ancora è a caccia di un pass per Rio, Londra o Hódmezővásárhely è chiamato a farlo oggi e questa mattina prove generali per quel che sarà nel pomeriggio.

Martina Carraro brilla nella prima gara di giornata, con un bel 100 rana nuotato apparentemente in facilità, chiuso in 1’07”78, già sotto il crono valido per gli Europei. Ma è ovvio che la ligure voglia di più, con quel pass olimpico non troppo lontano. Presente anche Arianna Castiglioni, che condizionata da una forma scadente non spinge troppo ed entra in finale con il sesto tempo di 1’09”83. Vuole Londra ma dovrà guardarsi anche da Angiolini, Scarcella, Verona (a un passo dal tempo per gli Eurojunior) e Guzzetti.

Se nella farfalla veloce Rivolta e Codia convincono e divertono, tutti si aspettano un buon protagonista anche nella doppia distanza dei 200. Prova a esserlo Giacomo Carini, atleta “Arena Swim Your Best” che forza il passaggio ai 100 in 55”63 accusando soprattutto l’ultimo 50 ma toccando comunque con il personale stagionale di 1’58”28. Più nascosto Francesco Pavone, partito la batteria successiva, che gestisce e non si spreca nuotando in 1’59”80 dietro a Federico Bussolin (1’59”64). Tra i giovani a un passo dal tempo per gli Eurojunior Federico Bracco settimo in 2’01”04.

Mancano tanto le ragazze in questi Campionati Assoluti, ma sia Erika Ferraioli che Silvia Di Pietro sembrano essere in ripresa. Le due compagne di squadra dell’Aniene arrivano al 50 stile di oggi in condizioni differenti ma con l’obbiettivo chiudere al meglio questa cinque giorni. Erika è davanti in 25”51, Silvia seconda in 25”52. Le aspettiamo oggi in finale!

Altro 50 ma a dorso, con il rientro in vasca di Simone Sabbioni. Il padrone di casa nuota in 25”46 dietro alla coppia Stefano Pizzamiglio e Niccolò Bonacchi, ai personali stagionali di  25”34 e 25”35. Tempi da abbassare nel pomeriggio per essere a Londra. Chi può essere soddisfatto è il giovane Thomas Ceccon (2001) che dopo i successi dei Criteria si conferma anche tra i grandi: 26”55 e nuovo record italiano Ragazzi, detenuto da Bonacchi in 26”61 dal 2010. In finale B troverà anche altri due “teen” come Lorenzo Mora (26”18) e Lorenzo Glessi (26”32) in cerca del pass per gli Eurojunior.

Intermezzo con tre atlete a giocarsi la serie lenta dei 1500 femminile vinta da Diletta Carli, fuori classifica e alla prima volta in questa prova: 16’29”88 e fine dei Campionati in chiaro-scuro per lei.

Anche la rana maschile non sta benissimo, e nei 200 di questa mattina nessuno è riuscito a smentire questa sensazione. Sia Flavio Bizzarri che Luca Pizzini, i due favoriti delle vigilia e rispettivamente primo e secondo agli Assoluti Invernali di dicembre, nuotano in facilità le batterie chiudendo in 2’14″73 Bizzarri e 2’16″49 Pizzini. Oggi devono tornare ai livelli dei loro migliori per ambire a Rio. Tra i due ci sono però Giorgetti, Sorriso e Fossi che proveranno a dire la loro, mentre Nicolò Martinenghi paga un po’ di inesperienza passando al 50 più veloce di tutti (30″28) per chiudere nono in 2’17″93.

Dopo il divertente 400 misti di mercoledì tornano in acqua le ragazze dei 200. C’è grande attesa per la giovane Sara Franceschi che al “Trofeo Città di Milano” ha nuotato il miglior crono italiano dell’anno. La livornese chiude quarta in 2’16″78 preceduta da Luisa Trombetti (2’16″33), dalla coetanea Ilaria Cusinato (2’16″20) e da Carlotta Toni che con la frazione a rana più veloce di tutte si aggiudica la corsia quattro nelle finali del pomeriggio con 2’15″28. Sarà una delle gare più divertenti e incerte del pomeriggio.

L’ultima eliminatoria sono i 200 stile libero maschili: brilla Andrea Mitchell D’Arrigo che conferma quanto di buono visto nella 4x200 (lanciato 1’46″84). Nuota bene e ferma il cronometro sull’ 1’48″33, primo tempo d’ingresso in finale ma ancora non vicinissimo al limite per l’Europeo. Biglietto che dovrebbe staccare oggi, anche se tutti speriamo in qualcosa di meglio per risollevare le sorti della 4x200 azzurra. Intanto Filippo Magnini c’è, secondo in 1’49″01 in rimonta all’ultima bracciata su Alex Di Giorgio terzo in 1’49″02. Detti quarto in 1’49″03. Saranno loro il quartetto che volerà a Rio? Intanto tra i giovani Alessio Proietti Colonna vola agli Eurojunior con il tempo limite di 1’50″70!

Oggi ultimi verdetti: ore 17.15 atto finale dei Campionati Assoluti Primaverili!!

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>