Select Page

Advertisement

Italian Sportrait Awards 2016: quattro premi agli Azzurri!

Italian Sportrait Awards 2016: quattro premi agli Azzurri!

Il nuoto sta tornando il grande amore degli italiani? Difficile dirlo, ma segnali di ripresa ce ne sono parecchi. Dopo il boom di Sydney 2000, dove Domenico Fioravanti e Massimiliano Rosolino avevano fatto innamorare migliaia di ragazzi (e tante mamme) a questo sport, e la continuità data da Filippo Magnini prima e sopratutto Federica Pellegrini dopo, stiamo forse vivendo un nuovo periodo d’oro per il nuoto italiano.

L’immagine di Gregorio Paltrinieri è senza dubbio importante, perché il talento emiliano ha tutte le carte in regola non solo per essere protagonista in vasca per tanti anni, ma anche per piacere alla gente, perché incarna il ragazzo di paese che si è fatto il ‘mazzo’ per arrivare al top!

Ma la conferma dell’attenzione che l’Italia sta nuovamente dando al nuoto ci viene dagli “Italian Sportrait Awards”, premi riconosciuti agli sportivi italiani che durante l’anno sono riusciti a trasmettere le maggiori emozioni a tutti gli appassionati di sport d’Italia. Una giuria composta da giornalisti ed ex atleti ha definito nel corso dell’anno le nominations per le varie categorie, mentre la gente da casa via internet e social poteva votare il suo sportivo preferito.

Bene, delle sette categoria in gara (Top Uomini/ Donne, Rivelazione Uomini/ Donne, Giovani Uomini/ Donne e Il Campione dei Ragazzi) ben quattro sono state vinte da nuotatori italiani!!!

Gregorio Paltrinieri ha vinto come “Campione dei Ragazzi”, premio che vuole permettere alle nuove generazioni di esprimersi, votando l’atleta che più li ha rappresentati nel 2015: potevano votare per questa categoria infatti solamente i ragazzi fino ai 16 anni! Per Gregorio è una conferma a quanto scritto prima, un personaggio che piace a tutti, dai giovanissimi fino ai più grandi!

Ma Greg non è l’unico nuotatore a salire sul palco degli Italian Sportrait Awards! Vince la categoria “Rivelazione UominiSimone Ruffini, oro a Kazan nella 25 km mondiale che ha dovuto sconfiggere la dura concorrenza di Gianmarco Tamberi, neo campione mondiale indoor di salto in alto, Danilo Petrucci, protagonista della Moto GP in sella alla Ducati Pramac, Federico Pellegrino, fresco vincitore della Coppa del Mondo Sprint di sci di fondo e Frank Chamizo oro mondiale nel 2015 ed europeo nel 2016 di lotta libera

Scendiamo con i metri di gara e con l’età, arrivando fino alla vittoria di una giovane promessa del mezzofondo italiano: Simona Quadarella sta crescendo giorno dopo giorno e in estate è stata protagonista ai Mondiali Juniores di Singapore, dove ha vinto l’oro nei 1500 e l’argento negli 800. In attesa di altri successi, arriva per lei il premio come “Giovane Donne”, battendo altri futuri talenti italiani quali la gigantista Federica Sosio, la motoclista pluricampionessa di motocross Kiara Fontanesi, la pugilessa Irma Testa, la campionessa mondiale paralimpica in carica di fioretto Beatrice Vio e l’intera Nazionale Under 18 femminile di volley! Un bel riconoscimento per Simona, che nei prossimi giorni sarà protagonista ai “Criteria” di Riccione in vasca corta e poi agli Assoluti di fine aprile in cerca del sogno Rio!

Se si parla di giovani non si può non citare Simone Sabbioni, vincitore appunto del premio nella categoria “Giovani Uomini”. Il romagnolo ha fatto il salto di qualità nel 2015, prendendosi il record italiano nei 100 dorso in vasca lunga e ben figurando ai mondiali di Kazan, chiudendo decimo proprio nei 100 e dodicesimo nei 50, mentre agli Europei in corta di Netanya è salito sul podio con l’argento nei 50, il bronzo nei 200 e l’oro nella 4x50 mista mista e 4x50 mista. Per vincere la concorrenza all’Italian Sportrait Awards ha dovuto vedersela con Gabriele Rossetti, asso dello sparo specialità skeet, Giorgio Minisini, primo uomo italiano a medaglia nel nuoto sincronizzato grazie al doppio bronzo vinto a Kazan, Simone Giannelli bronzo con l’Italia di pallavolo agli Europei del 2015 e Gianluigi Donnarumma, portiere sedicenne del Milan. Per Simone vale un po’ il discorso di Gregorio Paltrinieri: un ragazzo giovane, promettente e genuino, con tutte le carte in regola per sfondare. Come per la Quadarella lo vedremo impegnato prima ai Giovanili e poi agli Assoluti, lui sì con altissime probabilità di volare a Rio sperando di non essere solamente una comparsa!

Il nuoto italiano, grazie ai suo giovani, sta facendo riscoprire l’amore per questo sport agli italiani e le Olimpiadi di Rio potrebbero essere la ciliegina sulla torta. Grazie ragazzi e in bocca al lupo!!!

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>