Select Page

Advertisement

Pillole di nuoto, flash dal mondo – Marzo 2016

Pillole di nuoto, flash dal mondo – Marzo 2016

E anche marzo è passato! Mentre in questi giorni si comincia a far sul serio in tutto il mondo, con i Trials olimpici che caratterizzano i primi giorni di aprile e lo faranno per quasi tutto il mese, tanto è successo nel mese di marzo, ma non solamente in acqua!

Se in Italia si son visti i primi squilli al “6° Trofeo Città di Milano”, Katinka Hosszu ha stampato il primo record (europeo) di questo 2016, mentre in Australia i canguri continuano a viaggiare forte e negli States si nuota ancora a fari spenti, in attesa del prossimo appuntamento con l’Arena Pro Swim Series! La notizia che ha sconvolto questi ultimi 31 giorni è la nuova positività di Yuliya Efimova, che rischia non solo di eliminarla dalla corsa a Rio ma anche di chiudere la sua carriera! Ma cos’altro è successo nel mese più pazzo dell’anno? Andiamo a scoprirlo!

DanimarcaDate Europei vasca corta
Ufficializzate dalla LEN le date dei Campionati Europei in vasca corta del 2017, che si terranno a Copenhagen, presso la Royal Arena. La massima manifestazione continentale in vasca da 25 inizierà mercoledì 13 dicembre per finire domenica 17.

Brasile Squadra rifugiati Olimpici a Rio
Il CIO ha comunicato che ai Giochi Olimpici di Rio sarà presente anche la formazione dei “rifugiati Olimpici”, che dovrebbe includere dai 5 ai 10 atleti. Gareggeranno sotto il nome “Refugee Olympic Athlets” e saranno trattati come le altre squadre. La loro bandiera sarà quella olimpica, sfondo bianco con i cinque cerchi, così come il loro inno in caso di vittoria di medaglia d’oro. Inoltre avranno divise per le diverse competizioni e tutte le spese saranno pagate dall’ Olympic Solidarety. Nella cerimonia d’apertura dei Giochi, il team ROA sfilerà prima dei padroni di casa del Brasile (NEWS ufficiale).

ItaliaPellegrini e il numero di telefono!
Svista pericolosa per Federica Pellegrini, che dopo aver ricevuto un controllo antidoping a sorpresa alle prime luci del giorno, pubblica su Twitter, un attimo prima di entrare in acqua per l’allenamento, la foto della ricevuta delle analisi dimenticandosi però di cancellare o coprire il suo indirizzo e soprattutto il numero di telefono! Una gaffe di cui si accorge solo a fine seduta, quando il suo telefono è tempestato di chiamate e messaggi! Non le resta così che cambiare numero!

AustraliaI Trials non contano più?
Rivoluzione in casa Aussie: la novità di quest’anno pare infatti sia una certa “elasticità” nel criterio di selezione per Rio. Se in Francia in questi giorni stiamo assistendo a una carneficina di big (con solo Balmy, Bonnet, Stravius, Mignon e Manauudou qualificati per le Olimpiadi attualmente) in Australia si pensa a preservare i grossi nomi. Non è più scontato che a Rio vadano i primi due classificati di ogni gara agli Assoluti australiani, ma i coach possono decidere anche di convocare qualcun altro. Una decisione che ha scosso parecchio il movimento Aussie, che gode di ottima salute come visto nelle prime gare di questo 2016. I  maligni dicono che è una scelta spinta a portare alle Olimpiadi James Magnussen, reduce da un infortunio che gli ha fatto saltare Kazan e non ancora al top della forma!

Olanda SwimCup Eindhoven in notturna
Test importante in Olanda, dove dal 6 al 10 aprile si terrà l’edizione 2016 della SwimCup Eindhoven, valida come prova di qualificazione ai Giochi di Rio. Le stelle olandesi vogliono arrivarci preparate e così il programma gara cambia, adattandosi agli orari che vedremo in Brasile. Le batterie inizieranno alle 12.00 (così come a Rio)  mentre le finali alle 21.00 (mentre ai Giochi inizieranno alle 22.00).

Olanda –  Inge Dekker sta meglio!
Buone notizie dall’Olanda: circa un mese fa’ Inge Dekker aveva sconvolto il mondo con l’annuncio della sua malattia, un cancro cervicale (QUI la notizia) per il quale avrebbe lottato sognando ancora un posto per Rio. Bene dopo circa 30 giorni di lotta la velocista olandese ha vinto la lotta al suo male, comunicandolo tramite Facebook e anche sul sito della Federazione. “L’operazione è stata un successo e ulteriori trattamenti non sono necessari” – avvisa l’oro olimpico di Pechino 2008 – “La procedura è stata dura e lunga ma la dimentichi subito appena scopri la bella notizia. Ho conosciuto alcune persone durante il mio soggiorno in ospedale che non sono state così fortunate, mi sento privilegiata ad essere di nuovo in salute. Tante persone mi sono state vicino e mi hanno mostrato il loro sostegno. Grazie a tutti!”. La Dekker non sarà al via della SwimCup Eindhoven ma potrà cercare il pass per Rio anche agli Europei di Londra.

USATanti record ai Campionati NCAA
Ad Atlanta si sono svolti i “2016 NCAA Championships” in vasca da 25 yard. Sono stati tanti i record NCAA e Americani caduti, ma si è visto anche un pizzico d’Italia con Andrea Mitchell D’Arrigo. Caeleb Dressel si  migliora ancora rispetto a quanto fatto il mese prima, vincendo i 50 stile in 18”20 e i 100 in 40”46 riscrivendo la storia di queste distanze con il nuovo American e NCAA record. Nessuno è mai stato più veloce di lui! (VIDEO dei 100 yard stile libero di Dressel). Doppietta con tanto di record anche per l’atleta di Singapore Joseph Schooling, che vince 100 e 200 farfalla in 44”01 e 1’37”97, in entrambe le occasioni NCAA record. (VIDEO dei 200 farfalla). Vince due volte anche Ryan Murphy, che si impone con NCAA record nei 100 e 200 dorso nuotando in 43”49 e 1’35”73. Nuovo primato anche per Townley Hass nei 200 stile in 1’30’’46 (con D’Arrigo che tocca in batteria in 1’32”62 con il nuovo personale, mentre in finale chiude in 1’32”67 al sesto posto) e per Will Licon nei 200 rana vinti con il tempo record di 1’48”12. D’Arrigo chiude poi secondo nelle 500 yard in 4’09’’98. (QUI tutti i risultati).

Italia –  Torna la Coppa Latina
La Coppa Latina, meeting di nuoto internazionale nato 1975 in Brasile, torna dopo sei anni d’assenza. Lo farà a Calì, in Colombia dal 29 aprile al 1 maggio, e potranno parteciparvi  tutte le nazionali di lingua latina al mondo, con i nati nel ‘96-99 e 2000 e successivi tra i maschi mentre per le femmine da ‘97-’00 e 2001 e successivi. La squadra italiana sarà composta da dieci atleti, cinque nati tra il 1996 e il 1999 e cinque nate tra il 1997 e il 2000, che il direttore tecnico Cesare Butini, in sinergia con il responsabile delle nazionali giovanili Walter Bolognani, selezionerà in base all’eclettismo degli atleti e ai risultati conseguiti nella presente stagione agonistica fino al completamento dei Criteria Nazionali (NEWS Federnuoto).

ItaliaNuovo record italiano Ragazze
Poche settimane prima dei “Criteria”, grande prova per Giulia Salin, classe 2002 del Team Veneto che ha realizzato il nuovo primato italiano Ragazze nei 1500, grazie al crono di 17’07’’07 con il quale ha cancellato il 17’11’’38 di Giulia Rutili del 2001.

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>