Select Page

Advertisement

Cagnotto regina d’Europa è oro nei 3m, la coppia Batki-Verzotto sfiora il podio dalla piattaforma

Cagnotto regina d’Europa è oro nei 3m, la coppia Batki-Verzotto sfiora il podio dalla piattaforma

Si sono conclusi i Campionati Europei per la disciplina del sincro con un risultato davvero importante: l’Italia unica nazione sempre a podio in ogni gara (9 su 9!) si conferma terza potenza europea dietro a Russia e Ucraina. Il medagliere conta 3 argenti conquistati dal duo misto e dalla routine libera della squadra e 6 bronzi raccolti nelle altre prove del programma.

Fine settimana quindi dedicato interamente ai tuffi, nella prima finale – trampolino 3m donne – abbiamo visto impegnate Francesca Dallapè – che ha sostituito Maria Marconi fuori per infortunio – e Tania Cagnotto, mentre nella piattaforma sincro misto pronti a saltare Noemi Batki e Maicol Verzotto

Andiamo a leggere i dettagli di queste due prove grazie al racconto di Nicola Marconi.

Ai Campionati Europei di Londra ancora un successo per la nazionale di tuffi: la regina azzurra Tania Cagnotto ha definitivamente sfatato la maledizione delle Olimpiadi 2012 e nella finale dal trampolino di 3 metri ha vinto una bellissima medaglia d’oro, la 19ª in carriera!

A nulla sono valsi gli “assalti” dell’ucraina Anastasia Nedobiga, prima questa mattina in eliminatoria, che arrivata al terzo salto ha gettato la spugna, sbagliando in maniera disastrosa il doppio e mezzo rovesciato; Nora Subschinski (GER), Inge Jansen (NED), Olena Fedorova (UKR), Grace Reid (GBR), Ushi Freitag (NED), Rebecca Gallantree (GBR): tutte queste tuffatrici hanno lottato per una medaglia, ma nessun di loro è stata al livello della Cagnotto e così Tania ha avuto la strada spianata, la sua vittoria è arrivata in scioltezza, ben 360.60 punti quasi il suo record, un messaggio verso il resto del mondo in vista delle Olimpiadi di Rio.

Insieme alla Cagnotto anche Francesca Dallapè: non era la “sua” gara questa, lei che ha preso il posto dell’infortunata Maria Marconi e si è preparata per la finale dei tuffi sincronizzati, si è difesa più che bene, ma purtroppo come in mattina ha sbagliato il doppio e mezzo rovesciato. Un errore sul presalto e le è mancato lo slancio necessario per completare il tuffo che è finito inevitabilmente scarso. Ha chiuso comunque molto bene la finale con un doppio e mezzo avanti con un avvitamento da 66.00 punti, 262.40 il suo totale, e l’undicesima posizione.

Fatti e Misfatti, le notizie dal mondo del nuoto: la nuova stagione ai nastri di partenza

Il meteo ci conferma che l'estate è agli sgoccioli, ripartiamo in maniera soft con una versione compatta dei nostri “Fatti e Misfatti” di questo settembre caratterizzato dal nuoto mercato, da partenze illustri e con gli Stati Uniti che hanno selezionato già i loro...
Read More

Le Tre Prie 2017, appuntamento a San Michele di Pagana il 23 settembre

La manifestazione organizzata dalla Rapallo Nuoto - Le Tre Prie - 6ª Coppa Head - chiude come di consueto la stagione in acque libere del circuito di mezzofondo Master FIN con la sua 3 km che si disputerà nel pomeriggio di sabato 23 settembre. Il ritrovo per gli...
Read More

Mondiali di Nuoto Junior Indianapolis 2017: Martinenghi RULES, ottima spedizione azzurra

Tantissimi temi anche nell'ultima giornata di gare. Partiamo dall'Italia. Strepitoso Pinzuti che nuota un 27.19 nella finale dei 50 rana arrivando a soli 9 centesimi da Martinenghi. Già segnalato di come si fosse migliorato anche nei 100 rana, Pinzuti è l'esempio...
Read More

Mondiali di Nuoto Junior Indianapolis 2017 Martinenghi vs Andrew

Indianapolis - Semifinali dei 50 rana. Nicolò Martinenghi vuole far capire ad Andrew che non c’è spazio per l’oro e stampa un gran 27.02, record dei Campionati, Michael Andrew (27.61) deve piuttosto guardarsi le spalle da Alessandro Pinzuti (27.65). Ottavo crono per...
Read More

Mondiali di Nuoto Junior Indianapolis 2017 con Deplano si vola

“Sottovoce, piano piano” una citazione che vale anche per il medagliere. Il cognome sembra onomatopeico o con una parte finale che richiama immediatamente a un mezzo destinato a produrre velocità. Per volare. Anche sull’acqua quindi. Lo IU Natatorium at IUPUI ha...
Read More

Universiadi, Taipei, day 7: ancora medaglie! Paltrinieri oro, Gabrielleschi argento e Staffetta di bronzo

Spedizione azzurra da incorniciare, una chiusura di questa stagione per i ragazzi impegnati alle Universiadi di Taipei decisamente positiva. Gregorio Paltrinieri conferma il campione quale è, trionfa nella 10 km in acque libere salendo sul gradino più alto del podio....
Read More

Galeotto fu il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo, questo il tuffo che ha impedito ai due azzurri Maicol Verzotto e Noemi Batki, impegnati nella finale dei tuffi sincronizzati misti dalla piattaforma, di salire sul podio.

Loro erano tra le coppie in corsa per le medaglie insieme ai russi Nikita Shleikher e Yulia Timoshinina, gli ucraini Maksym Dolgov e Iuliia Procopchuk, i britannici Matthew Lee e Georgia Ward e i tedeschi Timo Barthel e Christina Wassen. Sono stati in ballo fino all’ultimo: al terzo round la coppia tedesca si è auto-eliminata, Barthel è infatti scivolato durante la rincorsa del triplo e mezzo avanti, entrando in acqua praticamente chiuso.

Arrivati all’ultimo tuffo Batki e Verzotto erano in terza posizione, in vantaggio rispetto alla coppia russa, ma mentre tutti i loro avversari hanno eseguito il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo, difficoltà 3.2, gli azzurri hanno portato il doppio e mezzo rovesciato, difficoltà 2.8, trovandosi quindi in svantaggio: per restare sul podio avrebbero dovuto essere pressoché perfetti, almeno “8” tutti i loro voti.

La loro sincronia è stata molto buona, ma l’esecuzione dei loro tuffi non altrettanto e per soli 3 punti si sono ritrovati ai piedi del podio, dietro a Shleikher e Timoshinina.

Una vera disdetta per una coppia affiatata e molto competitiva, che però ha pagato a caro prezzo l’inserimento di un tuffo più facile nel loro programma gara.

Bella vittoria, molto combattuta, della coppia ucraina a scapito dei padroni di casa, i britannici, che ancora una volta si sono visti “soffiare” la medaglia d’oro all’ultimo tuffo!

(foto copertina: from LEN e-news free licence | Deepbluemedia)

[ranking_table data1=”CAGNOTTO Tania | ITA | 360.60 p” data2=”FREITAG Uschi | NED | 330.60 p” data3=”REID Grace | GBR | 328.55 p”]Trampolino 3m Femmine[/ranking_table]

[ranking_table data1=”Prokopchuk/Dolgov | UKR | 323.70 p” data2=”Ward/Lee | GBR | 318.24 p” data3=”Timoshinina/Shleikher | RUS | 307.68 p”]Piattaforma 10m Sincro Misto[/ranking_table]

About The Author

Nicola Marconi

Campione e super esperto di Tuffi, segue il suo mondo e ce lo racconta sempre con grande puntualità sul suo sito TuffiBlog

Ultimi Tweet

?>