Ultima tappa prima dell’appuntamento mondiale – la numero quattro per la FINA Marathon Swim World Series che dal Portogallo si sposta in Ungheria a Balatonfüred per gareggiare nelle acque del Lago Balaton, in gara per l’Italia le “solite” Arianna Bridi e Rachele Bruni e Mario Sanzullo.

Grande successo di partecipazione con 94 atleti al via – 44 donne e 50 uomini – che hanno gareggiato sullo stesso percorso utilizzato durante i Mondiali del 2017 composto da un circuito di circa 2.5 km da ripetere per 4 giri.

Nella gara femminile la brasiliana Marcela Cunha vince ancora una volta allo sprint su un’azzurra questa volta è Arianna Bridi a salire sul podio, mentre al maschile l’idolo di casa Kristóf Rasovszky soprannominato The Balaton Shark centra la vittoria.

 

Gara femminile compatta con il gruppo di testa di 14 atlete che si “accompagnano” fino al traguardo. Ancora una volta vince allo sprint la brasiliana Ana Marcela Cunha che chiude in 1h58’45″40 lasciando a otto decimi la nostra Arianna Bridi, terzo gradino del podio per la tedesca Leonie Beck con un distacco di 1″4.

Rachele Bruni ssciolva al settimo posto con un distacco di soli 7″7 dall’oro della brasiliana, che la scorsa settimana l’aveva “bruciata” allo sprint nella tappa di Setubal, consolidando la sua posizione ai vertici della World series.

Il commento dela nostra Bridi [fonte FINA.org]:

Ho cercato di tenere il passo di Ana Marcela e questa è stata una buona gara, un mese prima dei Campionati del Mondo.

Il Nuotatore Master ai tempi della quarantena

Non esiste pesce fuor d’acqua più fuor d’acqua del nuotatore master al tempo della quarantena. La chiusura delle piscine penalizza significativamente un pubblico vasto e variegato: i teneri infanti dei corsi di avviamento all’acquaticità, gli scalpitanti ragazzini...

Tokyo 2020ne, parlano i CT di nuoto e atletica Butini e La Torre

Il coronavirus ha cambiato la vita di ognuno di noi. Da più di un mese ci troviamo alle prese con piccoli e grandi problemi di riorganizzazione, di riadattamento, di ricalcolo delle nostre esistenze. Il lavoro, la scuola, lo sport, le relazioni, non sono - e...

L’International Swimming League avvia un programma di Solidarietà

L'International Swimming League ha scritto a tutte le società e atleti ISL in merito all'avvio del suo programma di solidarietà. Saranno previsti per tutti gli atleti ISL - o che firmeranno un contratto con essa - degli aiuti economici al fine di aiutare i nuotatori a...

SwimStats Tokyo2020 Special | i 400 Misti

Stesso posto, stesse date, ma nel 2021! I Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo2020 - si esatto si continueranno a chiamare così! - si terranno un anno dopo quanto precedentemente schedulato cioè dal 23 luglio all'8 agosto 2021. L'edizione speciale della nostra...

I Nuotatori sono Ottimisti

“Alessandro, tu sei un ottimista?” Non me l’aveva mai fatta nessuno quella domanda. “Sì prof, sa, sono un nuotatore, lo devo essere per forza!” Lo capii tardi, al liceo, e sapere il punto d’origine di questo lato del mio carattere era ormai impossibile. Lo ero sempre...

Tokyo 2020 le date del 2021: 23 luglio Olimpiadi, 24 agosto Paralimpiadi

Era nell’aria, ora è ufficiale: le Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno nel 2021, dal 23 luglio all’8 agosto, le Paralimpiadi dal 24 agosto al 5 settembre. Lo comunica il CIO, con una nota ufficiale neanche una settimana dopo aver annunciato che i Giochi non si sarebbero...

“Tutto è andato secondo i miei piani, anche gli altri ragazzi mi hanno aiutato un po'” ha dichiarato nel post gara il vincitore Rasovszky che ha sfoggiato un nuovo look a base di baffi portafortuna.

Ha nuotato sin dall’inzio in testa al gruppo per impostare il ritmo e gli altri lo anno seguito favorendo la sua condotta di gara. Nel terzo giro ha tirato un po’ il fiato rimanendo sempre a ridosso delle posizioni di testa per poi mettere in atto il suo finale incontenibile nell’ultimo giro. Nemmeno il campione olimpico Ferry Weertman è riuscito a tenere il passo di Rasovsky che conquista l’oro in 1h50’12″00 rifilando 7 secondi all’olandese, bronzo nuovamente alla Germania con Soeren Meissner a +10″ dalla vittoria.

Buona prova per l’azzurro Mario Sanzullo che chiude sesto a soli 13 secondi dall’ungherese.

Le sedi delle nove tappe previste per le World Series 2019:

16.02 #1 Doha (QAT) – leggi il REPORT
12.05 #2 Seychelles (SEY) – leggi il REPORT
08.06 #3 Setubal (POR) – leggi il REPORT
15.06 #4 Balatonfured (HUN)

21.07 #5 Lac St. Jean (CAN)
03.08 #6 Lac Mégantic (CAN)
07.09 #7 Chinese Taipei (TPE)
28.08 #8 Ohrid (MKD)
29.09 #9 Chun’An (CHN)