Quale momento migliore se non questo per provare a fare due bracciate al mare o al lago, in attesa della riapertura delle piscine?

Vediamo insieme perchè nuotare in mare o in un lago: 3 consigli da parte di Ivan Risti, atleta del team Phelps, per scegliere di nuotare in acque libere.

Il mare/acque libere

Il primo motivo è il mare e le acque libere in generale.

Quanto è bello il mare o un lago? Pensiamo a quanto fascino ha per tutti noi, a partire soprattutto dalla gioia di un bambino quando vede il mare.

Saper nuotare bene è una sorta di privilegio e affrontare il mare o un lago con le proprie forze è una cosa unica. Pensateci e godetevelo.

Seconda tappa della TYR Pro Swim Series 2021 nel segno delle donne

Secondo appuntamento con la Pro Swim Series, questa volta tutti a San Antonio, Texas! Dopo una prima uscita stagionale fortemente condizionata dalle restrizioni covid, si torna a respirare un’aria simile alla normalità anche se le misure di prevenzione impongono...

ItalNuoto e Olimpiadi | Barcellona ’92 il bis di bronzo di Battistelli

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, ci eravamo lasciati con il bronzo nei 400 misti di Luca Sacchi al secondo giorno. La spedizione italiana ha già centrato l’obiettivo minimo per i Giochi: andare a podio. Può sembrare strano, per una Nazionale in...

Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, una nuova realtà del nuoto

A Roma ci sono stato, più di una volta, ma solo per le gare di nuoto, prima di tutto un ripassino di geografia. Il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo si trova al centro dell'Acqua Acetosa, lontano appena due curve del Tevere dal Foro Italico. In realtà ha anche una...

I nuotatori, possono fare solo nuoto?

Nel 1968, il medico della NASA Kennet H. Cooper mise nero su bianco, in un libro chiamato Aerobics, i risultati dei suoi studi sui benefici dell’allenamento aerobico sull’essere umano. Il testo divenne presto un must per gli allenatori di tutto il mondo, ma il lavoro...

Assoluti Invernali FINP, a Lignano record mondiale per Barlaam, doppio europeo per Fantin

Archiviata anche la 14ª edizione dei Campionati Italiani Assoluti Invernali ospitati dalla piscina Bella Italia & EFA di Lignano Sabbiadoro, evento riconosciuto dal World Para Swimming che ha visto scendere in acqua un centinaio di atleti in rappresentanza di 38...

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...

La dinamicità dell’allenamento

L’allenamento in acque libere, e a maggior ragione in mare, offre una variabilità maggiore che ci permette di incrementare, anche involontariamente, le capacità di nuotare.

Dobbiamo affrontare correnti, onde, traiettoria, riferimenti diversi. Normalmente la piscina ci pone in una sorta di “comfort zone” dove la preoccupazione è contare le vasche ed evitare di scontrarsi con i compagni di corsia. In piscina l’allenamento si struttura per aumentare le variabili, imponendo ritmo, variazioni e ripetute che spesso il mare ci impone da sè.

In breve, il mare è un raccoglitore di variabili che ci permettono di rafforzare la nostra capacità natatoria, e l’autostima.

La libertà della bracciata e dello spazio aperto

Oggi, nel pieno di una pandemia a cui nessuno era preparato, parlare di libertà è qualcosa che ci tocca maggiormente.

Nel primo giorno in cui ho potuto indossare nuovamente la muta e buttarmi in acque libere (nel mio caso era un lago) dopo il primo lockdown di marzo/aprile, le prime bracciate furono un momento di goduria assoluta.

Un senso di libertà che mi colse improvvisamente, mi resi conto di quanto il nuoto in acque libere desse una sensazione di libertà che si apprezza maggiormente in periodi dove questa è scarsa.

Sicuramente adesso non è semplice come d’estate, ma troverete kit per affrontare al meglio una nuotata in mare o al lago
senza doversi preoccupare del freddo, ma con un solo pensiero: nuotare.

A proposito del brand Phelps

Il marchio Phelps offre prodotti per il nuoto innovativi e di alta qualità inclusivi ed accessibili a un’ampia gamma di nuotatori durante il loro percorso nel nuoto agonistico. Combinando l’esperienza nella progettazione e distribuzione globale di prodotti di Aqua Sphere con le esperienze di Michael Phelps e Bob Bowman ai massimi livelli del nuoto, il marchio Phelps offre prodotti tecnici che sfruttano tecnologie proprietarie e design volti a migliorare le prestazioni.

Per saperne di più: www.michaelphelps.com

Comunicato: Ufficio Stampa Phelps Italia | Go Nuts Communication