Quale momento migliore se non questo per provare a fare due bracciate al mare o al lago, in attesa della riapertura delle piscine?

Vediamo insieme perchè nuotare in mare o in un lago: 3 consigli da parte di Ivan Risti, atleta del team Phelps, per scegliere di nuotare in acque libere.

Il mare/acque libere

Il primo motivo è il mare e le acque libere in generale.

Quanto è bello il mare o un lago? Pensiamo a quanto fascino ha per tutti noi, a partire soprattutto dalla gioia di un bambino quando vede il mare.

Saper nuotare bene è una sorta di privilegio e affrontare il mare o un lago con le proprie forze è una cosa unica. Pensateci e godetevelo.

Open 2020, in vasca a Riccione non solo per i titoli Assoluti

Sarà un Assoluto decisamente particolare quello che si disputerà da giovedì 17 dicembre fino a sabato 19 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione. La formula, simile a quella adottata questa estate per il Trofeo Sette Colli nel pieno rispetto delle norme...

Nuotare senza la linea nera: intervista a Carlotta Gilli, Alessia Berra e Salvatore Urso

Siamo ancora tutti ammaliati dalle meraviglie dell’International Swimming League, quest’anno più che mai ancora di salvezza per noi appassionati di nuoto. Gare, duelli, tempi mozzafiato ci hanno fatto divertire e staccare per qualche ora la spina in questi giorni...

Campionati Australiani in corta: tempi da record dai dolphins

Regali di Natale in anticipo in arrivo dalla terra di canguri! In Australia si gareggia, con i 2020 Hancock Prospecting Australian Virtual Short Course ovvero i Campionati Nazionali in vasca corta, che si sono disputati virtualmente, con cinque sedi differenti -...

Cosa resta di questa ISL2020? 5 lati positivi per ricordarla

Si può dire tutto della International Swimming League 2020 tranne che ci abbia lasciato totalmente indifferenti. Grazie anche al fatto che la pandemia ci ha tolto qualsiasi alternativa, nel mondo del nuoto abbiamo di fatto parlato per due mesi solo di ISL, sia nel...

Un po’ di (punti) FINA nella ISL2020: la TOP10 della Finale di Budapest

Avete ancora gli occhi dilatati e il battito accelerato per le luci psichedeliche della finale ISL? Siete pronti a partire e virare come Dressel, non appena la vostra piscina riaprirà? Niente di meglio che un po' di punteggi FINA, per riabituarsi alla grigia...

ISL2020 | Il primo Global Swimming Forum, Corsia4 c’è!

Cosa ha reso la International Swimming League così interessante e diversa dal solito? Molte cose, alcune delle quali approfondiremo nelle prossime settimane. Ma una cosa è certa: ha unito intorno al nuoto appassionati da ogni parte del mondo come pochi altri eventi...

La dinamicità dell’allenamento

L’allenamento in acque libere, e a maggior ragione in mare, offre una variabilità maggiore che ci permette di incrementare, anche involontariamente, le capacità di nuotare.

Dobbiamo affrontare correnti, onde, traiettoria, riferimenti diversi. Normalmente la piscina ci pone in una sorta di “comfort zone” dove la preoccupazione è contare le vasche ed evitare di scontrarsi con i compagni di corsia. In piscina l’allenamento si struttura per aumentare le variabili, imponendo ritmo, variazioni e ripetute che spesso il mare ci impone da sè.

In breve, il mare è un raccoglitore di variabili che ci permettono di rafforzare la nostra capacità natatoria, e l’autostima.

La libertà della bracciata e dello spazio aperto

Oggi, nel pieno di una pandemia a cui nessuno era preparato, parlare di libertà è qualcosa che ci tocca maggiormente.

Nel primo giorno in cui ho potuto indossare nuovamente la muta e buttarmi in acque libere (nel mio caso era un lago) dopo il primo lockdown di marzo/aprile, le prime bracciate furono un momento di goduria assoluta.

Un senso di libertà che mi colse improvvisamente, mi resi conto di quanto il nuoto in acque libere desse una sensazione di libertà che si apprezza maggiormente in periodi dove questa è scarsa.

Sicuramente adesso non è semplice come d’estate, ma troverete kit per affrontare al meglio una nuotata in mare o al lago
senza doversi preoccupare del freddo, ma con un solo pensiero: nuotare.

A proposito del brand Phelps

Il marchio Phelps offre prodotti per il nuoto innovativi e di alta qualità inclusivi ed accessibili a un’ampia gamma di nuotatori durante il loro percorso nel nuoto agonistico. Combinando l’esperienza nella progettazione e distribuzione globale di prodotti di Aqua Sphere con le esperienze di Michael Phelps e Bob Bowman ai massimi livelli del nuoto, il marchio Phelps offre prodotti tecnici che sfruttano tecnologie proprietarie e design volti a migliorare le prestazioni.

Per saperne di più: www.michaelphelps.com

Comunicato: Ufficio Stampa Phelps Italia | Go Nuts Communication