Sono la tedesca Leonie Beck e il francese Marc-Antoine Olivier i vincitori della prima 10 km della FINA Marathon Swim World Series 2020 che si è tenuta sabato 15 febbraio a Doha in Qatar. Per l’Italia i migliori piazzamenti sono stati il quarto posto di Arianna Bridi e il quinto di Gregorio Paltrinieri.

Gli atleti hanno gareggiato percorrendo per cinque giri un circuito di 2 km – temperatura dell’acqua circa 17 °C e obbligo di muta – con la spettacolare skyline di Doha a fare da sfondo.

Un campo partenti molto ricco che ha visto la presenza di campioni olimpici e mondiali, entrambe le gare combattute fino alla fine, scoprimao tutti  i dettagli.

Nella gara femminile – con 53 atlete al via ore 9.00 locali, 11.00 in Italia – Leonie Beck ha sorpreso molte atlete di alto livello vincendo il suo primo titolo internazionale in questa specialità.

La tedesca è arrivata prima al tocco dopo 1h56’41″1 di gara lasciando a soli 2 decimi la brasiliana Ana Marcela Cunha vincitrice lo scorso anno e nominata miglior atleta in acque libere del 2019 dalla FINA che a sua volta ha conquistato l’argento al fotofinish sulla campionessa olimpica in carica Sharon van Rouwendaal. Il successo della Beck è stato realizzato principalmente nell’ultimo giro di 2 km, dopo che l’olandese ha dominato gran parte della gara.

Ai piedi del podio la nostra Arianna Bridi che chiude quarta a +1″3, mentre la medaglia d’argento olimpica Haley Anderson è quinta, sesto posto per Rachele Bruni a +2″8, mentre Barbara Pozzobon è 13ª in 1h56’55″7 e Silvia Ciccarella 42ª (2h03’31″60).

Le dichiarazioni delle azzurre su Federnuoto, Arianna Bridi:

È stata la mia migliore dieci chilometri con la muta. Tutto ciò mi fa ben sperare per gli Europei di Budapest. Mi è mancato solo l’ultimo spunto nello sprint.

Rachele Bruni:

Siamo rimaste tutte in gruppo fino a cinquecento metri dalla fine. Non ho avuto le energie per arrivare tra le prime tre.

Sydney2000 Special, la 4×100 stile e il Rock ‘n’ Roll Australiano

Meno di un mese prima dell’inizio delle Olimpiadi di Sydney, la nazionale australiana di nuoto si trova in collegiale a Melbourne. Ci sono tutti, da Michael Klim a Grant Hackett, da Ian Thorpe a Kieren Perkins. È una nazionale piena di stelle che si sta preparando per...

Training Lab, Errori biomeccanici nello stile libero come causa di infortunio nei nuotatori

In uno sport ciclico come il nuoto, l’elevata ripetitività di alcuni gesti tecnici pone inevitabilmente i nuotatori ad affrontare l’argomento infortuni. Proprio per evitare di fasciarsi la testa con assunzioni approssimative e non veritiere occorre analizzare meglio...

ISL2020 | Scopriamo i team della seconda edizione

Tramite una videoconferenza stampa in diretta da Parigi - leggi QUI l'articolo di presentazione - il Presidente Konstantin Grigorishin ed i suoi collaboratori hanno formalizzato il ritorno della International Swimming League, annunciando l’organizzazione della seconda...

Swim Stats | La storia dei 200 stile libero: Federica Pellegrini

Nel mondo del nuoto, sono pochissimi i binomi gara-atleta che si connettono automaticamente come i 200 stile libero e Federica Pellegrini. Negli ultimi 15 anni di competizioni, Fede ha vinto tutto quello che c’è da vincere, battuto record ed avversarie, rivoluzionato...

ISL2020 | l’International Swimming League ai blocchi di partenza

In un anno maledetto, che ci ha privato purtroppo ma giustamente, di tutto il meglio che c’era da aspettare acquaticamente parlando (Giochi, vi aspettiamo l’anno prossimo, niente scherzi) un lampo di speranza arriva dalla nuova lega del nuoto di Konstantin...

L’Appello dei ragazzi della piscina Marimisti di Brindisi: “vogliamo nuotare!”

Settembre è iniziato, tante sono le realtà sportive che volenti o nolenti si trovano a fare i conti con un panorama decisamente cambiato, principalmente a causa della pandemia, che ha rotto molti equilibri, in alcuni casi già putroppo precari. Oggi diamo spazio a una...

Nella gara maschile – 79 atleti al via alle 13.30 locali – il 24enne francese Olivier bronzo alle Olimpiadi di Rio nel 2016 ottiene un ottimo risultato vincendo in 1h49’46″6 con un margine di 12″6 su Rob Muffels il  primo dei due tedeschi che completano il podio insieme al campione del mondo Florian Wellbrock vincitore dello scorso anno che si è dovuto accontentare di una medaglia di bronzo a un decimo dal connazionale.

Il francese Fares Zitouni precede al tocco il nostro Gregorio Paltrinieri quinto in 1h50’01″0 a meno di un secondo dal podio, sesto Marcello Guidi 1h50’01″4.

Il campione olimpico 2016 Ferry Weertman è ottavo in 1h50’02″6, mentre il vincitore della scorsa edizione l’ungherese Kristóf Rasovszky incappa in una controprestazione chiudendo in 1h52’08″90 (64°).

Così gli altri azzurri: 12° Simone Ruffini 1:50:06.50, 14° Mario Sanzullo 1:50:07.50, 15° Matteo Furlan 1:50:07.50, 30° Pasquale Sanzullo, 1:50:11.70, 33° Alessio Occhipinti 1:50:12.30, 45° Dario Verani 1:50:23.20 e 46° Francesco Ghettini 1:50:24.30.

Il commento di Gregorio Paltrinieri su Federnuoto:

Ho fatto il primo giro veramente piano cercando di consumare meno energie possibile ed ero in fondo. Nel secondo giro ho recuperato qualche posizione cercando sempre di non faticare, nel terzo ho fatto un leggero strappo ma giusto per ricucire il gruppo e ho preso una direzione interna, che poi si è rivelata favorevole. Alla fine del terzo giro ero in testa insieme ad un francese.

Gli utlimi due giri sono stati più duri, perchè ho preso tante botte. Mi hanno recuperato ed ho fatto fatica. Sono stato lentissimo al riformimento e ho perso dieci posizioni. Il quinto giro l’ho iniziato da dietro e fino agli ultimi 400 metri ero inchiodato e faticavo molto a trovare il ritmo. Dopo mi sono messo più esterno possibile per evitare il contatto con gli altri e sono risalito fino al quinto posto. Sono arrivato insieme a loro e al tocco di poco dietro.

La muta mi dava un po’ di fastidio nella nuotata ma complessivamente abbastanza bene.

Calendario FINA / CNSG Marathon Swim World Series 2020

15.02 #1 Doha (QAT)
03.05 #2 Seychelles (SEY)
06.06 #3 Budapest (HUN)
13.06 #4 Setubal (POR)
19.07 #5 Lac Mégantic (CAN)
01.08 #6 Lac St. Jean (CAN)
30.08 #7 Ohrid (MKD)
19.09 #8 Nantou (TPE)
15.10 #9 Chun’An (CHN)
24.10 #10 Hong Kong (HKG)