Select Page

Lac St-Jean, World Series #5: Bruni alla vittoria, Verani bronzo

Lac St-Jean, World Series #5: Bruni alla vittoria, Verani bronzo

Mentre i riflettori del nuoto – in vasca – e pallanuoto erano puntati sui Campionati del Mondo di Gwangju il circuito delle acque libere si è spostato verso altri lidi. Dopo un mese di sosta nel programma della FINA Marathon Swim World Series si ritorna a gareggiare con la quinta tappa del Lago St-Jean in Canada.

Alcuni dei partecipanti hanno raggiunto il campo gara direttamente dalla Corea: un viaggio di 10.500 km a 13 fusi orari di distanza!

Fra questi atleti i vincitori della prova canadese: l’azzurra Rachele Bruni argento sia nella 10 km iridata – con pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020 – che nella staffetta 4×1.250 mixed e l’ungherese Kristóf Rasovszky.

Se non ci sono state sorprese per le medaglie d’oro, una svolta nella carriera agonistica è arrivata per chi è salito sul podio.

Nella gara femminile la 25enne ungherese Anna Olasz, ha ottenuto il suo miglior risultato salendo sul secondo gfradino del podio nonostante abbia partecipato alla 25 km di Gwangju due giorni e sia arrivata in Canada alle 3 del mattino della gara.

Terzo posto per la francese Caroline Jouisse per la prima volta a medaglia nella sua prima stagione di competizione nelle World Series.

Una gara d’attesa, dovuta anche alla stanchezza delle favorite che si èdecisa negli ultimi metri, così Rachele: “Ho percorso quattro giri facili e gli ultimi due un po’ più veloce. Volevo stare con il gruppo e non scappare fino a 500 metri dalla fine”.

1. Rachele Bruni (ITA) 2:03:56.4
2. Anna Olasz (HUN) +3″9
3. Caroline Jouisse (FRA) +6″8

7. Alice Franco (ITA) +3’05″10

I Ragazzi chiudono gli Italiani di Categoria. I convocati per i Mondiali Junior

Si sono chiusi anche i Campionati Nazionali della Categoria Ragazzi - leggi il REPORT delle categorie maggiori - con lo Stadio del Nuoto di Roma palcoscenico della grande festa per gli atleti nati nel 2003-2004 maschi (totale 494) e 2005-2006 femmine (totale 322). Un...

Apnea sportiva, il progetto dei Nuotatori del Carroccio

Sappiamo ormai come i grandi campioni del nuoto abbiano inserito nella loro programmazione delle sedute specifiche di allenamento dedicate all'apnea sia in acqua che a secco. La cura dei dettagli e dei particolari è importante non solo per gli atleti di alto livello,...

Training Lab, speciale Gwangju2019 | L’analisi tecnica del mondiale

Un altro Campionato del mondo in vasca lunga è appena terminato e, come tutte l'edizioni preolimpiche, ha già delineato un quadro ben preciso in alcune specialità, come allo stesso tempo mostra molte carte ancora da scoprire in altre. Di sicuro è stato un campionato...

Mondiali Gwangju 2019 | Top & Flop made in Italy

Fratelli d'Italia! Quando il nostro inno risuona nelle piscine di tutto il mondo, chiunque, dall'Australia alla Cina, canta con noi. E, di recente, è toccato agli amici della Corea sentire le note di Mameli al Nambu Acquatics Center. L'edizione numero diciotto del...

Italiani di Categoria, a Roma si chiude la stagione nazionale

Terminata la prima parte dei Campionati Nazionali di Categoria, la grande festa estiva del nuoto in chiusura della stagione agonistica italiana, che ha visto in acqua allo Stadio del Nuoto di Roma le categorie Junior, Cadetti e Senior dal 1 al 4 agosto. In questa...

Mondiali Gwangju 2019 | Top & Flop international

“Si dice che il battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo”. Chissà se la celebre frase incipit del film “The butterfly effect” può essere applicata anche al nuoto. Di certo, quello che abbiamo visto a Gwangju in...

Nella gara maschile le sorprese riguardano anche l’Italia.

Primo podio alle World Series per il ventenne francese Fares Zitouni che chiude a soli 12″5 da Rasovszky , mentre il’azzurro Dario Verani ha conquistato il terzo posto nel suo debutto nel Lac St-Jean dopo aver superato due nuotatori negli ultimi 500 metri.

Gara “tranquilla” anche quella degli uomini, fino all’inizio dell’ultimo giro dove l’ungherese salta il rifornimento e alza il ritmo andando in fuga con altri cinque atleti. A meno di un chilometro dall’arrivo il gruppo recupera alcune atlete (la gara femminile era partita 15 minuti prima) c’è un po’ di confusione, ma si ingaggia il finale a 5.

Negli utlimi 500 metri Verani supera Matteo Furlan e Marcel Schouten e chiude con il bronzo.

1. Kristóf Rasovszky (HUN) 1:53:28.80
2. Fares Zitouni (FRA) +12″5
3. Dario Verani (ITA) +15″79
4. Matteo Furlan (ITA) +18″20
5. Marcel Schouten (NED) +18″21

Le sedi delle nove tappe previste per le World Series 2019:

16.02 #1 Doha (QAT) – leggi il REPORT
12.05 #2 Seychelles (SEY) – leggi il REPORT
08.06 #3 Setubal (POR) – leggi il REPORT
15.06 #4 Balatonfured (HUN) – leggi il REPORT

21.07 #5 Lac St. Jean (CAN)

03.08 #6 Lac Mégantic (CAN)
07.09 #7 Chinese Taipei (TPE)
28.08 #8 Ohrid (MKD)
29.09 #9 Chun’An (CHN)

About The Author

Rispondi

Ultimi Tweet

?>