A dieci giorni di distanza dalla tappa macedone del lago Ohrid, la FINA Marathon Swim World Series si trasferisce a Nantu (Taipei) per la prima gara organizzata dalla Chinese Taipei Swimming Association. Campo gara allestito presso il Sun Moon Lake, il lago più grande del paese, 25° C la temperatura dell’acqua, percorso allestito su un circuito di circa 2 km da compiere per 5 giri.

Decisamente più nutrita la partecipazione rispetto all’ultima tappa con 43 atleti al via – 21 uomini e 22 donne – in rappresentanza di 11 nazioni: Italia ancora una volta protagonista con la conquista di tre podi. Posizioni invertite rispetto a Ohrid per Arianna Bridi che si prende l’argento davanti a Rachele Bruni, bronzo che si ripete anche nella gara maschile con Matteo Furlan.

Fra le donne successo per la fuoriclasse brasiliana Ana Marcela Cunha alla quarta vittoria nel circuito, mentre fra gli uomini è l’australiano Nicholas Sloman a prendersi il suo primo oro dopo l’argento delle Seychelles.

Nelle gara femminile ritmo alto impostato subito nei primi due giri dalla nostra Bridi che ha spezzato il gruppo con solo cinque atlete in gradi di tenere il passo: l’azzurra Bruni, la brasiliana Cunha, la tedesca Spiwoks e l’australiana Lee che ha preso il comando nel terzo giro.

Nel quinto giro la Cunha cambia il ritmo e si invola verso il traguardo toccando prima in 2h02’37″6, argento per Bridi con un distacco di 2″4, mentre Bruni vinci la battaglia per il terzo posto (+2″6) per un decimo sulla Lee.

Prima della tappa conclusiva cinese di Chun’An la classifica generale vede Rachele Bruni rimanere al comando con 5050 punti tallonata dalla brasiliana Cunha con 4700 punti e terza Arianna Bridi con 4500 punti.

Super Olimpiadi 2020, doppietta USA nel dorso del day8

Nonostante ci sia assolutamente vietato fare domande fuori dai canali standard, in settimana ho provato a contattare qualche collega estero per chiedere quale fosse l’anticipazione che il Commissioner ha rivelato prima del termine della scorsa giornata. Totalmente...

5 Consigli per Nuotatori principianti

Dopo un lungo di tempo di stop è tempo di rimettersi in forma, siete pronti a tornare in piscina o a iniziare una nuova avventura fra le corsie? Proviamo a darvi qualche consiglio, una mini guida per il nuoto e l'etichetta della piscina nel "nuoto libero", un buon...

Luglio e Agosto 2020, pronti per i Campionati Italiani

La Federazione Italiana Nuoto ha approvato in sede di Consiglio Federale un programma per favorire la ripresa dell’attività agonistica federale, definendo, qualora possibile, lo svolgimento di competizioni di carattere regionale, nazionale e internazionale da...

Super Olimpiadi 2020, l’Italia ha Fede. Oro nei suoi 200 stile

Per definizione, un visionario è qualcuno che riesce a vedere qualcosa con la propria mente laddove gli altri non arrivano, ma è anche un paranoico vittima di allucinazioni visive. Saper collocare le SuperOlimpiadi in uno solo di questi due scenari non è possibile, ma...

Storie di Nuoto, re Giorgio… Lamberti

Anno 2020, il primo e attualmente unico italiano nella storia del nuoto maschile a detenere un primato del mondo in vasca lunga porta il nome di Giorgio Lamberti. Il suo record mondiale dei 200 stile libero realizzato nel 1989 agli Europei di Bonn con il crono di...

23 giugno, si celebra l’Olympic Day 2020 con il più grande allenamento digitale

L'Olympic Day è una celebrazione dello sport, della salute e dell'essere il meglio che si può. Le Olimpiadi sono state fonte di ispirazione e motivazione in questi tempi difficili con la loro energia e positività. Quest'anno martedì 23 giugno 2020 il Movimento...

Nella gara maschile tattica completamente diversa con l’australiano Sloman a dettare il ritmo, non particolarmente sostentuto, per i primi giri, al terzo lap l’olandese Schouten si è spostato in testa al gruppo per provare ad alzare il passo, mentre al quarto giro è stato l’atleta di casa Cho a trovarsi in testa al gruppo.

Nell’ultimo split Sloman ha ripreso le redini della gara sino al tocco finale in 1h56’31″2 lasciando a +5″6 il connazionale Hayden Cotter, mentre il nostro Matteo Furlan conquista un altro podio (+7″2) vincendo la concorrenza del tedesco Meissner (+8″).

Buona prova per Dario Verani che conclude al 5° posto con un ritardo di 9 secondi e 7 decimi.

La classifica generale vede saldamente al comando l’ungherese Kristóf Rasovszky (4250 pti) che ha optato per saltare questo evento, Matteo Furlan, consolida la seconda posizione con 2810 punti e il tedesco Andreas Waschburger la terza con 2620 punti.

Le sedi delle nove tappe previste per le World Series 2019:

16.02 #1 Doha (QAT) – leggi il REPORT
12.05 #2 Seychelles (SEY) – leggi il REPORT
08.06 #3 Setubal (POR) – leggi il REPORT
15.06 #4 Balatonfured (HUN) – leggi il REPORT

21.07 #5 Lac St. Jean (CAN) – leggi il REPORT
03.08 #6 Lac Mégantic (CAN)
28.08 #7 Ohrid (MKD) – leggi il REPORT

07.09 #8 Chinese Taipei (TPE)

29.09 #9 Chun’An (CHN)