In attesa di diventare sport olimpico, un altro grande riconoscimento da Guinness World Records ™ al Nuoto in Acque Gelide ed alle prestazioni certificate dalla International Ice Swimming Association – IISA (dai 500 metri al miglio).

Ricordiamo che la specialità del nuoto in acque gelide prevede di nuotare in acque con temperatura inferiore a 5°C, con abbigliamento standard da nuoto: costume, occhialini, cuffia.

La pratica è considerata un vero e proprio sport estremo, in particolare per le distanze dai 500 metri in su, ed il percorso di riconoscimento della specialità come sport olimpico è in corso, con prove dimostrative che potrebbero già essere incluse nel programma delle prossime Olimpiadi Invernali.

Diversi campioni di nuoto in acque libere si sono recentemente dedicati all’ Ice Swimming – ad esempio Christof Wandratsch e Petăr Stojčev, più volte Campioni del Mondo – ed anche in Italia c’è da tempo un gruppo di praticanti, che partecipano alle competizioni del circuito internazionale, ed hanno rappresentato l’Italia nelle varie edizioni dei Campionati Mondiali (leggi QUI l’articolo sul Mondiale a Burghausen 2017)

I Campionati del Mondo si tengono sulla distanza unica dei 1000 metri, che diverrebbe anche la distanza olimpica; nelle varie manifestazioni si tengono invece anche gare sulle varie distanze dai 25 ai 500 metri, spesso anche con gare in altri stili oltre allo stile libero.

Il Guinness World Record ™ (GWR) aveva già riconosciuto le migliori prestazioni sui 1000 metri. Recentemente, GWR ha annunciato che includerà tra i record riconosciuti anche altre distanze – dai 500 metri al miglio – e categorie.

Queste le nuove categorie riconosciute:

  • Ice Mile (miglio, 1609m) più veloce (maschile e femminile)
  • Più lunga Ice Swim mai percorsa
  • Ice Milers (nuotatori che hanno portato a termine il miglio in acque gelide) più anziani (maschile e femminile)

In accordo con IISA, non è invece stata introdotta la categoria degli Ice Milers più giovani, in considerazione del limite inferiore di età adottato per garantire la sicurezza in queste attività estreme, e che richiedono, oltre alle misure di sicurezza ed assistenza medica predisposte durante e dopo le gare ed i tentativi, piena consapevolezza ed allenamento dei praticanti.

Dal prossimo anno, verranno riconosciuti anche i 500 metri più veloci (maschile e femminile).

Un po’ di (punti) FINA nella ISL2020: la TOP10 della Finale di Budapest

Avete ancora gli occhi dilatati e il battito accelerato per le luci psichedeliche della finale ISL? Siete pronti a partire e virare come Dressel, non appena la vostra piscina riaprirà? Niente di meglio che un po' di punteggi FINA, per riabituarsi alla grigia...
Leggi

ISL2020 | Il primo Global Swimming Forum, Corsia4 c’è!

Cosa ha reso la International Swimming League così interessante e diversa dal solito? Molte cose, alcune delle quali approfondiremo nelle prossime settimane. Ma una cosa è certa: ha unito intorno al nuoto appassionati da ogni parte del mondo come pochi altri eventi...
Leggi

ISL2020 | Finale “mondiale” di Dressel e Cali Condors

I Cali Condors di Caeleb Dressel hanno dominato la finale dell’edizione 2020 della Interntional Swimming League, battendo i campioni uscenti Energy Standard al termine della seconda edizione della lega professionistica che, senza alcun dubbio, ha ravvivato l’autunno...
Leggi

ISL2020 | Chi vince? Tutti i pronostici di Corsia4

Diciamoci la verità: se sei arrivato fin qui nel seguire la International Swimming League (e intendo seguirla nelle sue regole, non guardare semplicemente i risultati il giorno dopo su internet) un’idea te la sei già fatta. Hai imparato a capire quali team sono più...
Leggi

Tokyo2020one, proposta di integrazione della Nazionale

Sentito il parere favorevole della Direzione Tecnica delle Squadre Nazionali, il direttore tecnico Cesare Butini proporrà al prossimo Consiglio Federale la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo dei nuotatori: Federico Burdisso, Martina Rita Caramignoli, Gabriele...
Leggi

Virtual ISL e Champions League del nuoto: dalla Puglia due inziative per motivare i nuotatori

In questo difficile periodo per lo sport nazionale, e in particolare per le nostre piscine che nonostante tutti gli sforzi di adeguamento alle procedure sono state costrette a chiudere, vogliamo dare spazio alle iniziative che si propongono di mantenere alto...
Leggi

Training Lab, Interazione tra aspetti biomeccanici e metabolici nella nuotata a delfino

Troppo spesso l’allenamento del nuoto è stato ridotto ad andature calcolate sulla base del differenziale dei tempi gara delle distanze dei 100 e dei 200. Sulla base del tempo ricavato in questo modo venivano stilati i tempi di percorrenza di serie da 50, da 100 e così...
Leggi

Dalla vasca alle Acque libere, i consigli di Ivan Risti del team Phelps

Quale momento migliore se non questo per provare a fare due bracciate al mare o al lago, in attesa della riapertura delle piscine? Vediamo insieme perchè nuotare in mare o in un lago: 3 consigli da parte di Ivan Risti, atleta del team Phelps, per scegliere di nuotare...
Leggi

Storie di Nuoto, il pesce grosso: Kieren Perkins

Grazie ai suoi trionfi in vasca negli anni ’90 – 23 medaglie internazionali, 2 ori olimpici, 11 record del mondo – Kieren Perkins si era guadagnato il soprannome di big fish, appellativo che, letto ironicamente a 30 anni di distanza, contiene uno spoiler sul suo...
Leggi

ISL2020 | Semifinale 2, i Condors volano alto con Dressel. LA Current in finale

Così come per la prima semifinale, anche la seconda delle sfide per determinare le finaliste della International Swimming League 2020 è andata secondo i pronostici. Le due franchigie californiane, i Cali Condors e gli LA Current, dominano la classifica finale battendo...
Leggi

Questi, allo stato, i detentori dei record per le nuove categorie:

Ice swim più lunga

La più lunga Ice Swim maschile registrata dall’International Ice Swimming Association® è di 3,44 chilometri (2,14 miglia), percorsa da Hamza Bakircioglu (Turchia) nel Sonthofersee vicino alla città di Sonthofen, in Germania, il 7 febbraio 2018.
La temperatura media dell’acqua era di 4,13 °C.

La più lunga Ice Swim femminile registrata dall’International Ice Swimming Association® è di 3,30 chilometri (2,05 miglia), percorsa da Carmel Collins (Irlanda) in una piscina all’aperto d’acqua dolce presso Wild Water ad Armagh, Irlanda del Nord, Regno Unito, il 21 febbraio 2016.
La temperatura media dell’acqua era di 4,63°C.

Ice Mile più veloce

Maschile: 20 minuti e 29 secondi, Rostislav Vitek (Repubblica Ceca) in uno specchio di acqua dolce a Blansko, Repubblica Ceca, il 7 marzo 2015.

Femminile: 24 minuti e 5 secondi, Magda Okurková (Repubblica Ceca) in il lago d’acqua dolce a Dunajská Streda, Slovacchia, il 14 dicembre 2014.

Ice Miler meno giovane

Maschile: l’atleta più anziano a completare un Ice Mile secondo le norme codificate dall’International Ice Swimming Association® è Aleksander Zelenteskii, che aveva 64 anni e 35 giorni quando ha nuotato nelle acque a 4,7°C del lago Baikal in Russia, il 12 giugno 2017.

Femminile: l’atleta meno giovane che ha completato un Ice Mile è Elke Ortloff, che aveva 65 anni e 264 giorni quando ha nuotato a 4,97 °C in una piscina all’aperto a Volendam, Paesi Bassi, il 18 gennaio 2019.

I certificati GWR verranno consegnati ai record-holders al WOWSA Ocean Fest di Los Angeles il prossimo 5 ottobre 2019.

Siete interessati a praticare l’attività, o anche semplicemente ad approfondire la conoscenza del tema, potete visitare il sito IISA Italy

Oppure potete contattare:
Paolo Chiarino 349 6112482
Enzo Favoino 335 355446

visita il sito IISA Italy

Foto e testo: Enzo Favoino