In attesa di diventare sport olimpico, un altro grande riconoscimento da Guinness World Records ™ al Nuoto in Acque Gelide ed alle prestazioni certificate dalla International Ice Swimming Association – IISA (dai 500 metri al miglio).

Ricordiamo che la specialità del nuoto in acque gelide prevede di nuotare in acque con temperatura inferiore a 5°C, con abbigliamento standard da nuoto: costume, occhialini, cuffia.

La pratica è considerata un vero e proprio sport estremo, in particolare per le distanze dai 500 metri in su, ed il percorso di riconoscimento della specialità come sport olimpico è in corso, con prove dimostrative che potrebbero già essere incluse nel programma delle prossime Olimpiadi Invernali.

Diversi campioni di nuoto in acque libere si sono recentemente dedicati all’ Ice Swimming – ad esempio Christof Wandratsch e Petăr Stojčev, più volte Campioni del Mondo – ed anche in Italia c’è da tempo un gruppo di praticanti, che partecipano alle competizioni del circuito internazionale, ed hanno rappresentato l’Italia nelle varie edizioni dei Campionati Mondiali (leggi QUI l’articolo sul Mondiale a Burghausen 2017)

I Campionati del Mondo si tengono sulla distanza unica dei 1000 metri, che diverrebbe anche la distanza olimpica; nelle varie manifestazioni si tengono invece anche gare sulle varie distanze dai 25 ai 500 metri, spesso anche con gare in altri stili oltre allo stile libero.

Il Guinness World Record ™ (GWR) aveva già riconosciuto le migliori prestazioni sui 1000 metri. Recentemente, GWR ha annunciato che includerà tra i record riconosciuti anche altre distanze – dai 500 metri al miglio – e categorie.

Queste le nuove categorie riconosciute:

  • Ice Mile (miglio, 1609m) più veloce (maschile e femminile)
  • Più lunga Ice Swim mai percorsa
  • Ice Milers (nuotatori che hanno portato a termine il miglio in acque gelide) più anziani (maschile e femminile)

In accordo con IISA, non è invece stata introdotta la categoria degli Ice Milers più giovani, in considerazione del limite inferiore di età adottato per garantire la sicurezza in queste attività estreme, e che richiedono, oltre alle misure di sicurezza ed assistenza medica predisposte durante e dopo le gare ed i tentativi, piena consapevolezza ed allenamento dei praticanti.

Dal prossimo anno, verranno riconosciuti anche i 500 metri più veloci (maschile e femminile).

ItalNuoto e Olimpiadi | Barcellona ’92 il bis di bronzo di Battistelli

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, ci eravamo lasciati con il bronzo nei 400 misti di Luca Sacchi al secondo giorno. La spedizione italiana ha già centrato l’obiettivo minimo per i Giochi: andare a podio. Può sembrare strano, per una Nazionale in...
Leggi

Federico Vanelli: la vita senza il fondo…

“Sono come una fenice che risorge dalle ceneri alla quale viene buttata l’acqua addosso!” La sintetizza così la sua storia Federico Vanelli. Lui che nel fondo ci è cresciuto coronando i suoi più grandi sogni come quello di un Olimpiade, e che nel fondo ci si è...
Leggi

Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, una nuova realtà del nuoto

A Roma ci sono stato, più di una volta, ma solo per le gare di nuoto, prima di tutto un ripassino di geografia. Il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo si trova al centro dell'Acqua Acetosa, lontano appena due curve del Tevere dal Foro Italico. In realtà ha anche una...
Leggi

I nuotatori, possono fare solo nuoto?

Nel 1968, il medico della NASA Kennet H. Cooper mise nero su bianco, in un libro chiamato Aerobics, i risultati dei suoi studi sui benefici dell’allenamento aerobico sull’essere umano. Il testo divenne presto un must per gli allenatori di tutto il mondo, ma il lavoro...
Leggi

Assoluti Invernali FINP, a Lignano record mondiale per Barlaam, doppio europeo per Fantin

Archiviata anche la 14ª edizione dei Campionati Italiani Assoluti Invernali ospitati dalla piscina Bella Italia & EFA di Lignano Sabbiadoro, evento riconosciuto dal World Para Swimming che ha visto scendere in acqua un centinaio di atleti in rappresentanza di 38...
Leggi

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...
Leggi

Assoluti 2021 confermati a Riccione dal 31 marzo al 3 aprile. Il 29 marzo fondo indoor

Il Campionato Assoluto primaverile di nuoto si svolgerà dal 31 marzo al 3 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione con la formula delle batterie e delle finali, eccetto che per gli 800 e 1500 stile libero che si disputeranno a serie. Il Campionato Italiano indoor di...
Leggi

Raduni Nazionale: continua il lavoro a Cervinia e Roma. Il Salvamento riparte da Milano

Gli azzurri di interesse nazionale continuano la loro preparazione stagionale con diversi raduni. A Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti vede alternarsi diversi gruppi - qui i precedenti convocati - sono al lavoro da domenica una selezione di...
Leggi

ItalNuoto e Olimpiadi | Stefano Battistelli la prima medaglia olimpica maschile

1988, Seul, Giochi della XXIV Olimpiade estiva, la Nazionale Italiana ripone la maggior parte delle speranze nel talentuoso Giorgio Lamberti. Il nuoto azzurro troverà invece la sua prima medaglia maschile grazie ad un 18enne romano. Ed eccoci al sesto appuntamento con...
Leggi

Il sogno Olimpico di un bambino

Cosa accade nella testa di un piccolo atleta durante una Olimpiade? Stiamo pensando a tutti quei bambini che sono in età di poter sognare con un minimo di concretezza. Spesso, ogni sportivo individua il proprio modello a cui ispirarsi, una icona, insomma un’atleta che...
Leggi

Questi, allo stato, i detentori dei record per le nuove categorie:

Ice swim più lunga

La più lunga Ice Swim maschile registrata dall’International Ice Swimming Association® è di 3,44 chilometri (2,14 miglia), percorsa da Hamza Bakircioglu (Turchia) nel Sonthofersee vicino alla città di Sonthofen, in Germania, il 7 febbraio 2018.
La temperatura media dell’acqua era di 4,13 °C.

La più lunga Ice Swim femminile registrata dall’International Ice Swimming Association® è di 3,30 chilometri (2,05 miglia), percorsa da Carmel Collins (Irlanda) in una piscina all’aperto d’acqua dolce presso Wild Water ad Armagh, Irlanda del Nord, Regno Unito, il 21 febbraio 2016.
La temperatura media dell’acqua era di 4,63°C.

Ice Mile più veloce

Maschile: 20 minuti e 29 secondi, Rostislav Vitek (Repubblica Ceca) in uno specchio di acqua dolce a Blansko, Repubblica Ceca, il 7 marzo 2015.

Femminile: 24 minuti e 5 secondi, Magda Okurková (Repubblica Ceca) in il lago d’acqua dolce a Dunajská Streda, Slovacchia, il 14 dicembre 2014.

Ice Miler meno giovane

Maschile: l’atleta più anziano a completare un Ice Mile secondo le norme codificate dall’International Ice Swimming Association® è Aleksander Zelenteskii, che aveva 64 anni e 35 giorni quando ha nuotato nelle acque a 4,7°C del lago Baikal in Russia, il 12 giugno 2017.

Femminile: l’atleta meno giovane che ha completato un Ice Mile è Elke Ortloff, che aveva 65 anni e 264 giorni quando ha nuotato a 4,97 °C in una piscina all’aperto a Volendam, Paesi Bassi, il 18 gennaio 2019.

I certificati GWR verranno consegnati ai record-holders al WOWSA Ocean Fest di Los Angeles il prossimo 5 ottobre 2019.

Siete interessati a praticare l’attività, o anche semplicemente ad approfondire la conoscenza del tema, potete visitare il sito IISA Italy

Oppure potete contattare:
Paolo Chiarino 349 6112482
Enzo Favoino 335 355446

visita il sito IISA Italy

Foto e testo: Enzo Favoino