Select Page

Setúbal, World Series #3: Bruni d’argento, quarta Bridi

Setúbal, World Series #3: Bruni d’argento, quarta Bridi

Tappa numero tre per la FINA Marathon Swim World Series che dalle “bollenti” Seychelles – leggi QUI il REPORT – si trasferisce in Portogallo a Setúbal, in acqua per l’Italia Arianna Bridi e Rachele Bruni.

Solo 46 atleti al via – 22 donne e 24 uomini – hanno gareggiato nel mare antistante al Parque Urbano de Albarquel. Il percorso composto da un circuito di circa 2 km è stato ripetuto per 5 giri a completare la distanza di 10 km, mentre la temperatura dell’acqua è stata registrata a circa 19°C: utilizzo della muta facoltativo.

Gara femminile con le due azzurre favorite insieme alla brasiliana Marcela Cunha, mentre al maschile gara più aperta con pochi nomi di spicco delle acque libere.

Nel primo giro della gara femminile – il più lento dei cinque – prende la testa la spagnola Vilas, gara compatta fino al terzo giro dove le azzurre insieme alla Cunha, alla ecuadoriana Arevalo e alla portoghese Andre cambiano il passo.

Ultimo giro con il crono più veloce e il testa a testa finale di Cunha con Bruni, stesso tempo finale di 1h41’12″01 e vittoria data al fotofinish alla brasiliana, gradino più basso del podio per Samantha Arevalo con 6 secondi di distacco, mentre Arianna Bridi chiude quarta a +7″ con lo stesso crono di Angelica Andre.

Il commento dela nostra Bruni [fonte FINA.org]:

Sono molto contenta della gara, è stata più dura del normale con la muta. Chiusura molto veloce ma pulita non ci siamo scontrate affatto fino all’arrivo. Non vedo l’ora di gareggiarte ai Campionati del Mondo che sono anche la nostra qualificazione per i Giochi Olimpici, quindi voglio davvero vincere una medaglia.

La prima gara della stagione

Mi presento, mi chiamo Marina, sono una nuotatrice master adulta (l'età non si dice e non si chiede) e voglio condividere con voi i miei stati emotivi da atleta che gareggia. Mancano pochi giorni alla gara, la prima della stagione, l'ennesima della mia vita...

Swim Stats | Tokyo 2020 crono alla mano: gli Azzurri e i Tempi Limite

“Il mio sogno è andare alle Olimpiadi, farò di tutto per qualificarmi” Questa frase, pur non essendo stata pronunciata da nessun atleta, può essere attribuita tranquillamente a qualsiasi nuotatore. La stagione che è appena iniziata si concluderà con l’evento al quale...

Napoli ISL2019 #2 | il Nuoto spettacolo fa tappa in Italia

Il grande nuoto chiama, Napoli risponde! E come! Grande entusiasmo per la seconda tappa della Internationa Swimming League, la lega rivoluzionaria del nuoto mondiale. In una piscina Scandone tirata al lucido, impazza lo spettacolo. Merito dell’organizzazione, sempre...

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

EuroJunior ad Aberdeen e Mediteranean cup 2020: le selezioni per gli azzurrini

In seguito alla pubblicazione del Regolamento ufficiale della Federazione Italiana Nuoto deliberato lo scorso 8 ottobre abbiamo riportato i criteri di convocazione per la Nazionale assoluta che si vedrà impegnata fra Europei in corta e lunga con l'obiettivo Olimpiadi...

I criteri di selezione per gli Europei: Glasgow 2019 e Budapest 2020

La stagione agonistica alle porte vedrà come appuntamento clou la  XXXII Olimpiade di Tokyo 2020 - 25 luglio al 2 agosto per il nuoto in vasca - che passerà attraverso le due tappe principali di selezione dei Campionati Italiani (Riccione, 12/14 dicembre 2019 e 17-21...

Gara maschile con evidenti correnti a favore e i primi due giri di circuito percorsi in 18/19 minuti. Strappo nel terzo giro con il cambio di passo messo in atto dal tedesco Andreas Waschburger e i tre argentini Guillermo Bertola, Joaquin Moreno e Ivo Cassini a fare “lavoro di squadra” per mantenere il ritmo.

Undici nuotatori nel gruppo di testa del quarto giro che scendono a sei nel finale: ai 100 metri Waschburger è in vantaggio, ma ai 50 metri dell’imbuto finale il giapponese Yohsuke Miyamoto conquista la posizione e la vittoria finale – la sua prima in una tappa World Series – in 1h34’44″00 lasciando a un secondo il tedesco. Terzo l’argentino Joaquin Moreno a +4″ davanti al connazionale Bertola che chiude a +7″.

Le sedi delle nove tappe previste per le World Series 2019:

16.02 #1 Doha (QAT) – leggi il REPORT
12.05 #2 Seychelles (SEY) – leggi il REPORT
08.06 #3 Setubal (POR)

15.06 #4 Balatonfured (HUN)
21.07 #5 Lac St. Jean (CAN)
03.08 #6 Lac Mégantic (CAN)
07.09 #7 Chinese Taipei (TPE)
28.08 #8 Ohrid (MKD)
29.09 #9 Chun’An (CHN)

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>