Select Page

Seychelles, World Series #2: Bridi d’oro, Bruni quarta

Seychelles, World Series #2: Bridi d’oro, Bruni quarta

Terminata la pausa invernale, la FINA Marathon Swim World Series rientra nel vivo con la seconda tappa delle Seychelles che registra la vittoria dell’azzurra Arianna Bridi e l’onerevole quarto posto di Rachele Bruni.

I 75 atleti – 33 donne e 42 uomini in rappresentanza di 19 nazioni – hanno gareggiato nelle acque cristalline di Beau Vallon dell’Isola di Mahé, la più grande dell’arcipelago composto da 115 isole granitiche e coralline che si trovano nell’Oceano Indiano occidentale. Il percorso composto da un circuito di circa 1,6 km è stato ripetuto per 6 giri a completare la distanza di 10 km, mentre la temperatura dell’acqua è stata registrata a circa 29°C.

Buona prova delle due azzurre qui in ritiro dal primo maggio che hanno potuto alternare allenamenti in piscina e al mare e ambientarsi nel clima caldo di queste zone. Ritroviamo in gara dopo l’assenza della prima tappa di Doha in Qatar il campione olimpico olandese Ferry Weertman e il team francese protagonista di questp secondo evento delle World Series.

La gara femminile con 33 atlete al via – ore 8.00 locali – è stata caratterizzata da una partenza “tattica” condizionata dalla temperatura dell’acqua: la cinese Xin Xin si è messa in testa al gruppo dove è rimasta per tre giri, con la brasiliana Cunha sempre vicina e pronta a coprire qualsiasi tentativo di fuga, mentre Bridi era più arretrata nel gruppo.

Nel corso del quarto giro, progressione di ritmo dettato dalla francese Muller che ha preso la testa, con Bridi in rientro, condizione che ha messo pressione al gruppo che ha iniziato ad allungarsi. Durante il quinto giro Bridi, Muller, Cunha e Bruni si sono alternate aumentando ancora il ritmo, facendo un ulteriore selezione.

Durente l’ultimo giro sfida continua fra Cunha e Muller con le due azzurre e le francesi Muller e Grangeon a seguire fino agli ultimi 500 metri quando la brassiliana ha fatto la sua mossa lanciando la volata verso il traguardo seguita dalla Bridiche ha avuto la meglio al fotofinish.

Arianna Bridi è oro in 2h01’33.90 a un decimo la brasiliana Ana Marcela Cunha, volata per il terzo gradino del podio fra la francese Lera Grangeon (2h01’41″10) che ha la meglio sulla nostra Rachele Bruni vincendo lo sprint finale per 7 decimi.

Il Nuoto e lo Stress Mentale

Mi presento, mi chiamo Marina, sono una nuotatrice master adulta (l'età non si dice e non si chiede) e voglio condividere con voi i miei stati emotivi da atleta che gareggia. Mancano 7 giorni alla gara, una settimana, gli allenamenti di rifinitura, niente di troppo...

Sun Yang e la questione doping: cosa ci dobbiamo aspettare?

Venerdì 15 novembre il TAS - Tribunale Arbitrale dello Sport - di Losanna si esprimerà in merito alla vicenda di Sun Yang e delle, ormai famose, provette distrutte. La vicenda resta uno dei casi più controversi e nebulosi della recente storia sportiva ed ha suscitato...

TYR ProSS2020 #1 Greensboro | Ledecky tris d’oro, bene Manuel e Urlando

Si è aperta ufficialmente la TYR Pro Swim Series 2020 con la prima delle cinque tappe in programma a Greensboro (Carolina del Nord). Le gare si sono svolte dal 6 al 9 novembre 2019 presso l'Aquatic center cittadino che ha recentemente inaugurato la quarta vasca del...

Swim Stats | I Numeri della FINA World Cup 2019

Con l’ultimo appuntamento di Doha - 7/9 novembre - si è conclusa la FINA World Cup 2019. Cate Campbell al femminile e Vladimir Morozov al maschile sono stati i vincitori di questa edizione che, nonostante si sia svolta - novità di questa edizione - in vasca da 50, non...

46° Nico Sapio | Azzurri verso Glasgow a suon di record

Edizione Straordinaria! No, nessun TG dell'ultim'ora, ma il titolo migliore per raccontare la 46ª edizione del Trofeo Nico Sapio. Mancano i tre delle meraviglie - Pellegrini, Paltrinieri, Detti - ma ci pensano giovani e giovanissimi ad infiammare la “Sciorba” di...

Training Lab, i segreti della Resistenza dell’acqua – Drag

Quando riflettiamo sui nostri allenamenti in piscina, con lo scopo di valutarne la loro bontà ed efficacia, è bene verificare il tipo di adattamento che essi generano su noi atleti. Ovvero le numerose esercitazioni effettuate, quindi le vasche percorse, stanno...

Gara maschile che analogamente alle donne ha visto uno dei protagonisti partire nelle retrovie: Ferry Weertman lascia condurre la prima parte della gara al russo Kirill con i due ungheresi Rasovszky e Papp pronti a controllare il passo.Nel secondo giro Rasovszky passa in testa e iniziaad alzare il ritmo dandosi il cambio con il compagno di team e costringendo Weertman a uscire dalle retrovie.

Rasovszky, l’australiano Sloman e il francese Olivier si mettono in testa al quinto passaggio con il gruppo in allungo e sempre più nuotatori che non riuscivano a mantenere il ritmo. All’ultimo giro, complice anche il vento in aumento, solo undici nuotatori erano rimasti in testa con ben quattro australiani e il francese Olivier che ha messo in atto la progressione finale.

Vittoria per il francese Marc-Antoine Olivier in 1h56’02″00 e volata per completare il podio con Nicholas Sloman in 1h56’04″10 che lascia a due decimi Kristof Rasovszky mentre Ferry Weertman è ai piedi dal podio a mezzo secondo dall’ungherese.

Presenti due italiani: Matteo Furlan chiude all’8° posto in 1:56:33.20 mentre Dario Verani è 30° in 1h58’04″50.

Le sedi delle nove tappe previste per le World Series 2019:

16.02 #1 Doha (QAT) – leggi il REPORT
12.05 #2 Seychelles (SEY)

08.06 #3 Setubal (POR)
15.06 #4 Balatonfured (HUN)
21.07 #5 Lac St. Jean (CAN)
03.08 #6 Lac Mégantic (CAN)
07.09 #7 Chinese Taipei (TPE)
28.08 #8 Ohrid (MKD)
29.09 #9 Chun’An (CHN)

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>