Select Page

Seychelles, World Series #2: Bridi d’oro, Bruni quarta

Seychelles, World Series #2: Bridi d’oro, Bruni quarta

Terminata la pausa invernale, la FINA Marathon Swim World Series rientra nel vivo con la seconda tappa delle Seychelles che registra la vittoria dell’azzurra Arianna Bridi e l’onerevole quarto posto di Rachele Bruni.

I 75 atleti – 33 donne e 42 uomini in rappresentanza di 19 nazioni – hanno gareggiato nelle acque cristalline di Beau Vallon dell’Isola di Mahé, la più grande dell’arcipelago composto da 115 isole granitiche e coralline che si trovano nell’Oceano Indiano occidentale. Il percorso composto da un circuito di circa 1,6 km è stato ripetuto per 6 giri a completare la distanza di 10 km, mentre la temperatura dell’acqua è stata registrata a circa 29°C.

Buona prova delle due azzurre qui in ritiro dal primo maggio che hanno potuto alternare allenamenti in piscina e al mare e ambientarsi nel clima caldo di queste zone. Ritroviamo in gara dopo l’assenza della prima tappa di Doha in Qatar il campione olimpico olandese Ferry Weertman e il team francese protagonista di questp secondo evento delle World Series.

La gara femminile con 33 atlete al via – ore 8.00 locali – è stata caratterizzata da una partenza “tattica” condizionata dalla temperatura dell’acqua: la cinese Xin Xin si è messa in testa al gruppo dove è rimasta per tre giri, con la brasiliana Cunha sempre vicina e pronta a coprire qualsiasi tentativo di fuga, mentre Bridi era più arretrata nel gruppo.

Nel corso del quarto giro, progressione di ritmo dettato dalla francese Muller che ha preso la testa, con Bridi in rientro, condizione che ha messo pressione al gruppo che ha iniziato ad allungarsi. Durante il quinto giro Bridi, Muller, Cunha e Bruni si sono alternate aumentando ancora il ritmo, facendo un ulteriore selezione.

Durente l’ultimo giro sfida continua fra Cunha e Muller con le due azzurre e le francesi Muller e Grangeon a seguire fino agli ultimi 500 metri quando la brassiliana ha fatto la sua mossa lanciando la volata verso il traguardo seguita dalla Bridiche ha avuto la meglio al fotofinish.

Arianna Bridi è oro in 2h01’33.90 a un decimo la brasiliana Ana Marcela Cunha, volata per il terzo gradino del podio fra la francese Lera Grangeon (2h01’41″10) che ha la meglio sulla nostra Rachele Bruni vincendo lo sprint finale per 7 decimi.

Riccione 2019, Europei Lifesaving | Da oggi in vasca i Master, seguono National team e Club

Al via oggi 17 settembre fino a fine mese i Campionati Europei di Nuoto per Salvamento che vedranno gli atelti gareggiare in piscina, presso lo Stadio del Nuoto di Riccione, e spostarsi per le prove in mare e sulla spiaggia, presso i Bagni 7 sul lungomare che porta a...

US National Team: i selezionati Junior e Senior

La notizia che Team USA ha diramato il roster ufficiale per il 2020 ha in poche ore fatto il giro del mondo. Si tratta del metodo americano per selezionare il gruppone di atleti - 115 in totale - che rientrano nei piani nazionali, i nuotatori sui quali Team USA ripone...

Londra 2019, World Para Swimming | L’Italia sul tetto del mondo

L’Italia ha vinto i Campionati del Mondo World Para Swimming di Londra 2019 che si sono appena conclusi. La Nazionale italiana è arrivata prima nel medagliere, superando Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Cina e Stati Uniti, grazie a quattro medaglie d’oro, un argento e...

Londra 2019, World Para Swimming | Day4 brilla la stella di Arianna Talamona

Un'altra giornata strepitosa. Un'Italia ancora in vetta al medagliere ai Campionati del Mondo World Para Swimming che chiude il quarto giorno di gare con 12 ori, 9 argenti e 8 bronzi. Sei podi conquistati dagli azzurri, due medaglie per metallo e il bis di successi...

Storie di Nuoto: Krisztina Egerszegi, il topolino ungherese

Nella finale dei 200 dorso ai recenti Mondiali di Gwangju, Kyle Masse ha conquistato la medaglia di bronzo con il tempo di 2’06”62, lo stesso crono che, il 25 agosto 1991, Krisztina Egerszegi nuotò per vincere i Campionati Europei di Atene e registrare uno storico...

Max Di Mito, l’Allenatore delle ragazze prodigio è di nuovo in pista

Massimiliano Di Mito, in arte Max, è pronto per una nuova avventura. Non è una novità per il coach modenese quella di girare su e giù per l'Italia. Questa volta il suo cammino incontra l'Abruzzo e in particolare il progetto SDS (specialisti dello Sport con sede a...

Gara maschile che analogamente alle donne ha visto uno dei protagonisti partire nelle retrovie: Ferry Weertman lascia condurre la prima parte della gara al russo Kirill con i due ungheresi Rasovszky e Papp pronti a controllare il passo.Nel secondo giro Rasovszky passa in testa e iniziaad alzare il ritmo dandosi il cambio con il compagno di team e costringendo Weertman a uscire dalle retrovie.

Rasovszky, l’australiano Sloman e il francese Olivier si mettono in testa al quinto passaggio con il gruppo in allungo e sempre più nuotatori che non riuscivano a mantenere il ritmo. All’ultimo giro, complice anche il vento in aumento, solo undici nuotatori erano rimasti in testa con ben quattro australiani e il francese Olivier che ha messo in atto la progressione finale.

Vittoria per il francese Marc-Antoine Olivier in 1h56’02″00 e volata per completare il podio con Nicholas Sloman in 1h56’04″10 che lascia a due decimi Kristof Rasovszky mentre Ferry Weertman è ai piedi dal podio a mezzo secondo dall’ungherese.

Presenti due italiani: Matteo Furlan chiude all’8° posto in 1:56:33.20 mentre Dario Verani è 30° in 1h58’04″50.

Le sedi delle nove tappe previste per le World Series 2019:

16.02 #1 Doha (QAT) – leggi il REPORT
12.05 #2 Seychelles (SEY)

08.06 #3 Setubal (POR)
15.06 #4 Balatonfured (HUN)
21.07 #5 Lac St. Jean (CAN)
03.08 #6 Lac Mégantic (CAN)
07.09 #7 Chinese Taipei (TPE)
28.08 #8 Ohrid (MKD)
29.09 #9 Chun’An (CHN)

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>