Select Page

I 3 step per proteggere la pelle dal cloro

I 3 step per proteggere la pelle dal cloro

Pelle secca, irritata, arrossata o tendente a riempirsi di impurità, quasi una routine per noi nuotatori… e nuotatrici.

Personalmente nel mio zaino da nuoto sono solita introdurre decine di flaconi di oli e creme da usare prima o dopo l’allenamento, ma ne ho davvero bisogno?

Il cloro, si sa, è una sostanza nociva e tossica. Quelli che non si conoscono, sono i reali effetti di questa componente chimica: alterazione dei livelli ormonali nei ragazzi, allergie, distruzione dei batteri dell’apparato digerente sono soltanto alcuni dei potenziali rischi a cui siamo sottoposti durante i nostri allenamenti. Non bisogna dimenticare, inoltre, che dopo la piscina siamo soliti lavarci nell’acqua della doccia che contiene a sua volta cloro essendo distribuita da una rete idrica che necessita di essere costantemente disinfettata.

Niente paura però, seguendo questi rapidissimi e semplici consigli, potremo facilmente proteggerci e soprattutto difendere la nostra pelle!

Campionati Australiani e Kitajima Cup, primi squilli da oltreoceano

Arrivano dall'Australia e dal Giappone altri risultati importanti in chiave olimpica, dopo l'esordio in vasca lunga di America con la TYR Pro Swim e dell'Europa con il 22° Euro Meet di Lussemburgo. Ai South Australian Championships di Oakland Park in evidenza il...

22° Euro Meet | Italia protagonista nella 1ª tappa della LEN Cup

Prende forma il lungo viaggio che con l’anno nuovo ci porterà dritti verso il sogno olimpico, direzione Tokyo 2020. Un percorso che parte da lontano, con la settimana appena trascorsa che ha dato il via alle prime gare internazionali di un certo spessore di questo...

SwimStats Tokyo2020 Special | 100 Stile Libero

Inauguriamo con questo articolo un'edizione speciale per la nostra rubrica statistica che ci accompagnerà fino ai prossimi Giochi Olimpici. SwimStats Tokyo2020 Special ci racconterà la storia di ognuna delle gare olimpiche del nuoto, partendo dagli albori fino ai...

22° Euro Meet | LEN Swimming Cup #1: 12 azzurri e tanta Energy Standard

La stagione in vasca lunga è già iniziata oltreoceano con la seconda tappa della TYR Pro Swim Series a Knoxville, è il turno dell'Europa con il 22° Euro Meet di Lussemburgo che si disputerà dal 24 al 26 gennaio 2020 presso l’Aquatic Center D’Coque. La manifestazione...

TYR ProSS2020 #2 Knoxville | Brilla Regan Smith, il ritorno di Allison Schmitt

Il 2020 del nuoto nordamericano è partito con la seconda tappa delle TYR Pro Swim Series, che si è svolta tra il 16 ed il 19 dicembre a Knoxville, Tennessee, all’Allan Jones Intercollegiate Aquatic Center. TYR Pro Swim Series del 2020, che ha debuttato a Greensboro lo...

Champions Swim Series 2020, a Pechino Daiya Seto superstar

È giunta alla conclusione la seconda edizione della Champions Swim Series, per questo 2020 ridotta come numero di tappe - due al posto delle tre del 2019 - e localizzata, entrambi gli appuntamenti si sono svolti in Cina. A Pechino tornano in vasca molti dei...

1 – Fate una doccia prima di entrare in vasca

Non sottovalutate l’importanza di un rapido “risciacquo” prima del training; prima di entrare in vasca la nostra pelle sarà certamente sporca per lo smog o le sostanze cosmetiche applicate durante la giornata, ma non è per tale ragione che vi sto dando questo primo consiglio. Occorre tenere invece in considerazione il fatto che la nostra pelle si può facilmente paragonare ad una spugna e pertanto, se satura di acqua pulita, assorbirà una quantità inferiore di cloro e sostanze nocive presenti in piscina.

Il sudore, inoltre, contiene ammoniaca, una componente altamente tossica se mischiata al cloro; fare una doccia prima di nuotare ridurrà questa sostanza proteggendo indirettamente la nostra cute.

2 – Utilizzate olio di cocco

Dimenticate creme o altre lozioni!

La nostra pelle per poter ottenere la massima protezione dagli agenti esterni deve essere sempre tenuta in condizione di “acidità” mentre le creme tendono a renderla alcalina esponendola alle sostanze nocive in natura. L’olio di cocco, invece, agisce creando uno strato protettivo extra senza alterare lo stato chimico della pelle: più naturale di così…

3 – Risciacquatevi con acqua calda dopo l’allenamento

Eliminare i residui di cloro è davvero importante; per questa ragione una bella doccia calda a fine allenamento, oltre a farci stare bene e ad essere un vero e proprio premio per lo sforzo appena concluso, ci aiuterà a fare aprire i pori rendendo più semplice l’assorbimento delle creme idratanti che eventualmente applicheremo.

Si può certamente evitare l’acqua della piscina preferendo invece allenamenti in acque libere, ma senza ricorrere a questi rimedi estremi e seguendo questi piccoli step, si otterrà da subito un miglioramento sensibile della qualità della vostra cute.

In fondo, l’odore del cloro ci piace tanto e non possiamo proprio farne a meno (anche a costo di rinunciare ad una pelle perfetta)!

Foto copertina:

About The Author

Valeria Molfino

Appassionata di nuoto e running ma soprattutto innamorata della scrittura. Blogger da sempre, ama osservare e descrivere persone e relazioni cogliendone le sottili connessioni e le sfumature più nascoste.

Ultimi Tweet

?>