Dopo un lungo di tempo di stop è tempo di rimettersi in forma, siete pronti a tornare in piscina o a iniziare una nuova avventura fra le corsie?

Proviamo a darvi qualche consiglio, una mini guida per il nuoto e l’etichetta della piscina nel “nuoto libero”, un buon punto di partenza per i principianti e un “richiamo alla memoria” per i più duri a cambiare le proprie abitudini.

Niente pantaloncini da mare!

Va bene seguire la moda, ma presentarsi in vasca con i tuoi pantaloncini decorati con rigogliose palme potrebbe essere un po’ troppo. Prova a cercare qualcosa che possibilmente non produca quell’effetto paracadute e non ti rallenti con la sua resistenza.

Se proprio lo slip non fa per te ci sono ormai costumi per ogni gusto compresi i boxer aderenti, realizzati da molti marchi di swimwear dalla tinta unita per i più classici alle fantasie per i più estrosi.

Non buttarti nella “corsia veloce”!

Non lasciarti prendere dall’entusiasmo entrando nella corsia veloce. Anche se ti senti un “ottimo principiante” meglio riscaldarsi prima. Una buona regola è quella di fare un po’ di riscaldamento a bordo piscina con qualche esercizio a corpo libero.

Quindi inizia a entrare nella corsia lenta per scioglierti meglio in acqua e prima di passare a una nuotata più veloce e più intensa. In ogni caso quando fai gambe con la tavoletta, anche se ti senti un motoscafo, la corsia lenta rimane sempre l’opzione migliore. Alla fine di tutto non dimenticare il defaticamento!

Swim Stats, anno 2020: un Settecolli Assoluto

Dunque, dove eravamo rimasti? Nei piani originari, il SetteColli 2020 doveva tenersi dal 26 al 28 giugno ed era stato individuato come ultima occasione per ottenere la qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo. Come da prassi ormai consolidata, il DT Butini avrebbe...

Il 10 agosto si terrà la 3ª edizione di ‘Da Porto a Porto’, nuotata a favore dell’ATT

Da Porto Ercole a Porto Santo Stefano a nuoto per sostenere i malati di tumore Lunedì 10 agosto 2020 nel magnifico promontorio del Monte Argentario si svolgerà la terza edizione della “Da Porto a Porto”, nuotata in mare non competitiva che ha come obiettivo quello di...

Il MaxSwimFitBootCamp: esperienza sull’allenamento del nuoto moderno

Dopo tante puntate della nostra rubrica Training Lab volte a illustrare le evidenze scientifiche al supporto dell’allenamento del nuoto, sia in acqua che a secco, è giunto il momento di condividere un’esperienza pratica riguardo gli aspetti illustrati e discussi in...

57° Sette Colli, i convocati azzurri e gli aggiornamenti

A una settimana dal via del 57° Trofeo “Sette Colli” che si terrà dall'11 al 13 agosto nella splendida cornice dello Stadio del Nuoto di Roma, la Federazione rende noti i nomi dei convocati dal DT Cesare Butini. La manifestazione oltre a mantenere il suo carattere...

Sydney2000 Special, l’Olimpiade della svolta per l’Italia del Nuoto

Per capire bene cosa sono i Giochi Olimpici di Sydney 2000 per il nuoto azzurro, basta rileggere tre passaggi di articoli scritti da tre grandi firme dello sport italiano in quei giorni del settembre del 2000. Anzi, basterebbe leggere solo i nomi dei giornalisti per...

MDS Swim, stage Progetto Master 19/20 settembre a Poggio all’Agnello

Essere Atleta anche dopo i 40 anni si può, ma si devono mettere in pratica molti aspetti fondamentali che forse trascuri. MDS Swim Academy, con questo stage - il 19 e 20 settembre 2020 - vuole farti fare quel gradino di crescita personale per premiare le tue...

Gli occhialini giusti

Non essere una di quelle persone che cercano di tenere la testa fuori dall’acqua quando nuotano, perchè non vedono quanto manca alla fine della vasca, ti rallenta e sicuramente non aiuta a nuotare in modo corretto.

La ricerca degli occhialini giusti è al quanto ardua, si sa: la forma e il colore della lente, con o senza gomma (i famosi svedesi), la regolazione dello spazio sul naso. La scelta è davvero ampia anche in questo caso potrai trovare la misura perfetta per la tua testa e la forma adatta per il tuo viso, e non dimenticare una buona protezione anti-appannamento.

Atttenzione! Dorsista in corsia…

Sei un amante del dorso, cerca di rimanere in linea retta durante la vasca: lo so, è più facile a dirsi che a farsi. Cerca di tenere come riferimento la corsia, in vasca coperta ti può aiutare la geometria del soffitto se invece sei all’aperto trova qualche punto di riferimento a bordo vasca. In ogni caso dovrebbero esserci le bandierine 5 metri prima della fine della vasca.

Se sfortunatamente dovessi entrare in contatto con un altro nuotatore, basta essere cortesi – scusarsi o dare un cenno d’intesa e riprendere a nuotare.

Quando ti riposi, attenzione agli altri

Hai appena finito una serie lunga e devi riposare, o hai appena fatto qualche “sprint” e devi riprendere fiato?

Rimani a bordo della piscina e in un angolo della corsia in modo da lasciare spazio ai nuotatori per le virate. Non esiste una vera etichetta o regola, ricorda solo se la tua corsia sta nuotando in senso orario (o antiorario se ti trovi all’estero) e cerca di essere fuori mano, per il nuotatore pignolo, una vasca non è tecnicamente una vasca a meno che ha toccato il muro.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4