Dopo un lungo di tempo di stop è tempo di rimettersi in forma, siete pronti a tornare in piscina o a iniziare una nuova avventura fra le corsie?

Proviamo a darvi qualche consiglio, una mini guida per il nuoto e l’etichetta della piscina nel “nuoto libero”, un buon punto di partenza per i principianti e un “richiamo alla memoria” per i più duri a cambiare le proprie abitudini.

Niente pantaloncini da mare!

Va bene seguire la moda, ma presentarsi in vasca con i tuoi pantaloncini decorati con rigogliose palme potrebbe essere un po’ troppo. Prova a cercare qualcosa che possibilmente non produca quell’effetto paracadute e non ti rallenti con la sua resistenza.

Se proprio lo slip non fa per te ci sono ormai costumi per ogni gusto compresi i boxer aderenti, realizzati da molti marchi di swimwear dalla tinta unita per i più classici alle fantasie per i più estrosi.

Non buttarti nella “corsia veloce”!

Non lasciarti prendere dall’entusiasmo entrando nella corsia veloce. Anche se ti senti un “ottimo principiante” meglio riscaldarsi prima. Una buona regola è quella di fare un po’ di riscaldamento a bordo piscina con qualche esercizio a corpo libero.

Quindi inizia a entrare nella corsia lenta per scioglierti meglio in acqua e prima di passare a una nuotata più veloce e più intensa. In ogni caso quando fai gambe con la tavoletta, anche se ti senti un motoscafo, la corsia lenta rimane sempre l’opzione migliore. Alla fine di tutto non dimenticare il defaticamento!

Intervista a Marco Orsi sprinter per il Team Iron della ISL2020

Con il secondo posto strappato ai New York Breakers nel match #4, gli Iron di Budapest si sono avvantaggiati nella lotta per la semifinale della seconda stagione di International Swimming League, alla quale si qualificheranno i primi otto team della regular season....

ISL2020 | I Cali Condors dominano il Match 4 e ipotecano la finale

Usciamo dalla visione del Match #4 della stagione 2020 della International Swimming League, nel quale si sono sfidati Cali Condors, Iron, New York Breakers e DC Trident, con diverse certezze ed alcune domande. Abbiamo ad esempio la certezza che i Cali Condors sono una...

ISL2020 | LA Current vincono in volata il Match 3 su Frog Kings

La ISL è quella competizione dove si sfidano quattro squadre e alla fine vince chi vince la Skins Race. Si tratta forse di un’affermazione un po' estrema, ma l’importanza della gara ad eliminazione che chiude le due giorni di match è innegabile. In questo match #3,...

Intervista a Fabio Scozzoli dalla “bolla” ISL di Budapest

La International Swimming League è una delle novità più belle e chiacchierate degli ultimi anni. L’avvento di questa nuova lega professionistica ha fatto parlare moltissimo, dividendo nettamente l’opinione di appassionati ed addetti ai lavori: c’è chi la ama e ci vede...

Swimtheisland, Matteo Furlan e Alisia Tettamanzi i vincitori della Combined Swim

Nonostante le difficoltà il magnifico Golfo dell’Isola savonese è tornato a ospitare nel weekend Swimtheisland, tra i più prestigiosi eventi di nuoto in acque libere a livello europeo, che ha celebrato la sua storica decima edizione ospitata per la prima volta dai...

ISL2020 | Dominio London Roar nel Match 2. Martinenghi e Miressi in evidenza

Alla vigilia, la preoccupazione per il roster dei London Roar, privato di tutti gli australiani, che non hanno avuto il permesso della federazione per competere, e anche di alcuni inglesi (fermati in via precauzionale per contatti da Covid-19), era alta. In questo...

Gli occhialini giusti

Non essere una di quelle persone che cercano di tenere la testa fuori dall’acqua quando nuotano, perchè non vedono quanto manca alla fine della vasca, ti rallenta e sicuramente non aiuta a nuotare in modo corretto.

La ricerca degli occhialini giusti è al quanto ardua, si sa: la forma e il colore della lente, con o senza gomma (i famosi svedesi), la regolazione dello spazio sul naso. La scelta è davvero ampia anche in questo caso potrai trovare la misura perfetta per la tua testa e la forma adatta per il tuo viso, e non dimenticare una buona protezione anti-appannamento.

Atttenzione! Dorsista in corsia…

Sei un amante del dorso, cerca di rimanere in linea retta durante la vasca: lo so, è più facile a dirsi che a farsi. Cerca di tenere come riferimento la corsia, in vasca coperta ti può aiutare la geometria del soffitto se invece sei all’aperto trova qualche punto di riferimento a bordo vasca. In ogni caso dovrebbero esserci le bandierine 5 metri prima della fine della vasca.

Se sfortunatamente dovessi entrare in contatto con un altro nuotatore, basta essere cortesi – scusarsi o dare un cenno d’intesa e riprendere a nuotare.

Quando ti riposi, attenzione agli altri

Hai appena finito una serie lunga e devi riposare, o hai appena fatto qualche “sprint” e devi riprendere fiato?

Rimani a bordo della piscina e in un angolo della corsia in modo da lasciare spazio ai nuotatori per le virate. Non esiste una vera etichetta o regola, ricorda solo se la tua corsia sta nuotando in senso orario (o antiorario se ti trovi all’estero) e cerca di essere fuori mano, per il nuotatore pignolo, una vasca non è tecnicamente una vasca a meno che ha toccato il muro.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4