Diciamoci la verità, noi nuotatori siamo tipi socievoli, simpatici ma amiamo profondamente la nostra routine. Ad ogni allenamento seguiamo i nostri rituali: entriamo in spogliatoio, ci ritroviamo di fronte alla nostra consueta corsia ed iniziamo educatamente e determinatamente il nostro allenamento.

Siamo così tanto legati alle nostre abitudini che non riusciamo a tollerare qualsiasi cosa ce ne distolga. Un esempio?

Dopo una dura giornata di lavoro ci stiamo avvicinando alla vasca quando sentiamo arrivare una musica fortissima, assordante, insopportabile ed accompagnata da grida di incitamento e gemiti di fatica. Curiosamente decidiamo di dare un’occhiata a cosa sta succedendo e solo allora ci ritroviamo di fronte alla dura realtà: dovremo dividere la piscina con il corso di acquagym!

Per i nuotatori uomini il rapporto con le lezioni di acquagym è alquanto controverso. Vivaio di ragazze in forma da ammirare bramosamente tra una serie in C1 e l’altra, il corso può generare un senso di estremo fastidio ricordando nelle urla motivazionali le grida stridule di una fidanzata arrabbiata.

Per le atlete invece, condividere la vasca con delle ragazze amanti del fitness in acqua, significa soprattutto rassegnarsi all’idea di doversi allenare con musica assordante, così tanto che nemmeno l’acqua potrà riuscire ad attenuarne il frastuono.

Swimtheisland, la decima edizione nelle acque dell’Isola di Bergeggi

Dieci anni di nuoto in acque libere, caratterizzati dal perfetto sodalizio tra passione sportiva, tutela dell’ambiente marino e valorizzazione di un territorio unico nel suo genere. Una storia che sabato 3 e domenica 4 ottobre sarà nuovamente celebrata nel Golfo...

Grand Prix Sicilia Open Water 2020: un movimento in crescita!

La quinta edizione del Grand Prix Sicilia Open Water è giunta al termine! Una frase di per sé normale se non fosse che pronunciata nel 2020 assume un significato del tutto eccezionale. È passata poco più di una settimana dallo svolgimento della finale del Circuito...

Andrea Oriana e Sabrina Peron gli assi azzurri della Manica

Da oltre 100 anni è considerata l’Everest dei nuotatori: stiamo parlando dello Stretto della Manica, una delle imprese più ardue del mondo delle acque libere. E se i 35 chilometri da affrontare possono sembrare semplici rispetto ad altre imprese in giro per il mondo,...

Sydney2000 Special, la 4×100 stile e il Rock ‘n’ Roll Australiano

Meno di un mese prima dell’inizio delle Olimpiadi di Sydney, la nazionale australiana di nuoto si trova in collegiale a Melbourne. Ci sono tutti, da Michael Klim a Grant Hackett, da Ian Thorpe a Kieren Perkins. È una nazionale piena di stelle che si sta preparando per...

Training Lab, Errori biomeccanici nello stile libero come causa di infortunio nei nuotatori

In uno sport ciclico come il nuoto, l’elevata ripetitività di alcuni gesti tecnici pone inevitabilmente i nuotatori ad affrontare l’argomento infortuni. Proprio per evitare di fasciarsi la testa con assunzioni approssimative e non veritiere occorre analizzare meglio...

ISL2020 | Scopriamo i team della seconda edizione

Tramite una videoconferenza stampa in diretta da Parigi - leggi QUI l'articolo di presentazione - il Presidente Konstantin Grigorishin ed i suoi collaboratori hanno formalizzato il ritorno della International Swimming League, annunciando l’organizzazione della seconda...

Ma allenarsi durante una lezione di acquagym non è soltanto questo; non bisogna, ad esempio, sottovalutare la possibilità di farsi un’ampia cultura musicale su tutti gli ultimi ed accattivanti tormentoni dell’estate, o quella di scoprire tutte le forme di fitness in acqua dal running alla più sexy pool dance, dove il training avviene attorno al famigerato palo da lap dance!

La verità è che per quanto ripetiamo nella nostra mente: “Io odio l’acquagym” maledicendolo per il disturbo che arreca al nostro allenamento, non potremo fare a meno di sorridere di fronte alla sfilata dei nostri compagni di squadra mentre mostrano i loro muscoli in evidenza dopo gli allenamenti di velocità.

Ma allora… non è che un pochino, in fondo in fondo, lo amiamo questo acquagym?