Negli ultimi anni, il nuoto e gli sport acquatici in generale, hanno visto una fervente attività fra brand storici di swimwear e nuovi marchi che hanno contribuito fortemente a introdurre il concetto di moda anche in un ambiente in cui i vestiti vengono lasciati nell’armadietto della piscina.

Quando ci siamo imbattutti sul web nel brand iovedodicorsa, la prima domanda è stata quale poteva essere la connessione con il nuoto e le cuffie prodotte. Così abbiamo chiesto al creatore del marchio, Marco Frattini, di raccontarci la sua storia.

È il 2006 l’anno in cui la mia vita assume connotati diversi rispetto a prima.

Da un giorno all’altro mi trovo a non sentire più.

Io che ero abituato a suonare per locali e piazze con la mia boy band e a fare il fonico per racimolare qualche spicciolo e pagarmi così le spese di gioventù. Oltre a suonare e studiare, mi tenevo allenato e correvo. Molte volte capitava di rientrare a casa da un concerto e fare in tempo a cambiarmi e ad allacciarmi le scarpe per andare a correre una delle tante corse domenicali assieme agli amici.

Il 2006 lo ricordo come un anno di avvenimenti particolari: oltre alla sordità, ho corso la mia prima maratona a Milano e poi è arrivata in scia anche la laurea. Sono stati più gli esami superati in quell’anno che in tutto il mio ciclo di studi universitari.

Divento quindi odontoiatra e mi occupo soprattutto di odontoiatria speciale.

Tornando alla maratona, a Milano fu la prima volta che presi parte a una gara ufficiale.

Il tempo di percorrenza finale fu discreto: 3h14’15”.

Correre una maratona, ma sopratutto prepararla e programmarla, fu un’esperienza assolutamente nuova che mi piacque molto. Considerai le modalità con cui presi parte alla Maratona di Milano, feci qualche calcolo e pensai che con allenamento più capillare e mirato avrei potuto abbassare il tempo finale per provare a scendere sotto il fatidico muro delle 3 ore.

Nel giro di due anni, a Carpi, segnai il mio personal best sulla distanza in poco più di 2 ore e 48 minuti. Gli sforzi fatti furono ampiamente ripagati.

Nel frattempo presi parte anche ai Campionati Italiani organizzati dalla FSSI – la Federazione Sport Sordi Italia – che avevo scoperto. Furono anni intensi, con 6 titoli italiani vinti per questa Federazione.

Ero uscito dal limbo del runner amatore e mi trovavo ad essere quasi un top runner di scarso livello, tuttavia sufficiente per portarmi a casa piazzamenti oltre a 3 titoli mondiali per Medici e Odontoiatri.

ItalNuoto e Olimpiadi | il Medagliere azzurro

Oggi inauguriamo una nuova rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Vi racconteremo, con numeri, grafiche e aneddoti la storia degli azzurri del nuoto alle Olimpiadi. In questo primo appuntamento scopriremo il Medagliere...
Leggi

Training Lab, Modelli di allenamento a confronto: esempio della Gran Bretagna

Per rendersi conto del livello sempre più elevato del nuoto mondiale, al di là del miglioramento dei record, basta porre attenzione al crescere della densità delle prestazioni negli appuntamenti agonistici di primo piano, le Olimpiadi in primis. Infatti, in occasione...
Leggi

Le affinità elettive: il calendario gare e me

Tipo... hai presente quell’amico di infanzia, con cui giocavi tutti i giorni, con cui eri in simbiosi, con cui avevi stabilito un rapporto fraterno? Quello che ad un certo punto le strade si sono separate, senza rancori nè traumi, solo per casi diversi della vita?...
Leggi

Corsia Master, Regionali Liguria 2021 alla Sciorba il 20 e 21 febbraio

Il Comitato Regionale Ligure come previsto da calendario nazionale, organizza i propri Campionati Regionali riservati alla categoria Master che si svolgeranno a Genova sabato 20 e domenica 21 febbraio 2021 presso la piscina dell’impianto Polisportivo “La Sciorba”. I...
Leggi

Gli appuntamenti del nuoto in vasca e acque libere verso Tokyo2020one

2021! Sappiamo tutti che non basterà svoltare l’angolo del nuovo anno per ritornare a godere al 100% del nostro amato mondo del nuoto. La strada è ancora lunga e gli imprevisti sono all’ordine del giorno. Ma un sogno si staglia all’orizzonte: i Giochi Olimpici. Per...
Leggi

Nuovo Anno e Gratitudine

Il 2020 si conclude così, con un inizio che si potrebbe definire ordinario, ed una fine all’interno di una situazione straordinaria: la pandemia. Proviamo a spostare il focus da tutti questi temi: il virus COVID-19, la fatica da Pandemia, la capacità di far fronte...
Leggi

Corsia Master, il CR Emilia Romagna guarda avanti con i Regionali 2021

Il Comitato Regionale Emilia Romagna prova a ripartire con il nuoto Master insieme a Lombardia, Lazio e Veneto organizzando i Campionati Regionali che si disputeranno i prossimi 6 e 7 febbraio 2021 presso la piscina coperta dello Stadio del Nuoto di Riccione. I...
Leggi

Chinese Invitational, a Shijiazhuang risultati di rilievo al femminile

L’anno nuovo del nuoto mondiale non poteva che iniziare sarcasticamente proprio dalla Cina. Dal 31 dicembre al 3 gennaio sono andati in scena i Chinese loung course invitational a Shijiazhuang e tempi alla mano hanno dato prova di come gli orientali siano in buone...
Leggi

SwimStats | 2020 vs 2019, le classifiche mondiali

A giugno eravamo talmente scottati dalla prima ondata della pandemia che avevamo ipotizzato un intero anno senza record del mondo. Se fosse andata veramente così, sarebbe stata la prima volta dal 1896 ed il 2020 sarebbe entrato ancor più di diritto nel Gotha delle...
Leggi

SwimStats | 2020 vs 2019, le Graduatorie azzurre

Un anno fa, di questi tempi, ci interrogavamo su quali fossero le migliori prestazioni del decennio che si stava per concludere, con la certezza che l’anno olimpico, nel quale stavamo per entrare, ci avrebbe regalato gare e tempi ancor più memorabili. Non è andata...
Leggi

La corsa era il mio pane quotidiano, ma inframezzavo le doppiette di corsa con uscite in bicicletta e sedute di nuoto in piscina. Non sono mai stato un nuotatore navigato, ma differenziare lo sforzo, mi aiutava a rilassare e potenziare la muscolatura.

Poi nel 2013 fui sottoposto al secondo intervento di asportazione del neurinoma che aveva intaccato la mia scatola cranica.
Ne uscii piuttosto malconcio. Persi come risultanza dell’intervento la mobilità completa dell’occhio sinistro.

Con mia buona pace, abbandonai la professione odontoiatrica e decisi di dedicarmi alla creazione di un brand tutto mio.

Nel 2008 avevo scritto un libro che intitolai Vedere di corsa e sentirci ancora meno. Un diario autobiografico che parla della mia vita nell’anno 2008. Il libro si conclude con questa frase.

La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene.

Questo fu il punto di ripartenza.

Creai le prime due bandane della collezione Iovedodicorsa e la promozione la pensammo in questo modo:

Mettetevelo bene in testa: La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene”, con l’intenzione di sdoppiare il senso, tra prodotto e mantra che sosteneva il brand.

Da li poi nacque l’idea di creare delle cuffie da nuoto, anche queste da mettere bene in testa, ovviamente!

Acquista le cuffie di iovedodicorsa in 100% silicone Eco Friendly

Sono disponibili quattro modelli:

  • pink heart
  • brown soldier
  • mundiale
  • bubble bum
iovedodicorsa - swimming caps