Select Page

Semplicemente, GRAZIA

Semplicemente, GRAZIA

Quasi mille nuotatori al 13° Trofeo città di Legnano – edizione 2019 – ma questa volta non parleremo di risultati, record e di vittorie. Vogliamo sottolineare come la famiglia Master è capace di riunirsi in unico abbraccio, quando uno di NOI non potrà più essere presente fra le corsie.

E così domenica prima dei 100 dorso la sua gara preferita tutta la piscina si è fermata e ha osservato un minuto di silenzio in memoria di Maria Grazia Algerini atleta dei Nuotatori del Carroccio mancata in questi giorni a causa di un tumore. Durante lo svolgimento della sua specialità è stata lasciata libera la corsia 4 in suo ricordo.

Il trofeo vinto dalla sua società, classificatasi al quarto posto, è stato donato ai suoi cari. La squadra vincitrice della manifestazione, Rari Nantes Saronno, ha ritenuto di fare altrettanto, come testimonianza della grande amicizia che da anni lega le due società.

Cristiana

0

Ci sono articoli che non vedi l’ora di scrivere, che sono mossi da una frenetica felicità nel poter raccontare tramite essi storia di speranza e gioia.

Tre anni fa scrissi per la prima volta qui su Corsia4 proprio un articolo così: Lo sport allena alla vita e ad affrontare le sfide, anche le più difficili!

Molte cose sono cambiate nel frattempo: ora sono un’atleta NdC – Nuotatori del Carroccio, squadra di Legnano che due anni fa ha accolto con entusiasmo e affetto il gruppo, tra cui ovviamente anche la nostra Grazia. La sua battaglia contro il cancro è proseguita in questi anni: ha ripreso sì a gareggiare, allenarsi, ha partecipato ai Campionati Italiani di Riccione… ma purtroppo il tumore, con quelle maledette metastasi ossee, si è ripresentato aggressivo e implacabile; la nostra guerriera ha affrontato tutte le diverse terapie con speranza, grinta e fiducia. Non è mai mancata ad eventi di squadra, sia dentro che fuori dall’acqua, ricordo proprio circa un anno fa la sua ultima gara, a Bergamo: un indimenticabile ed emozionante 50 dorso.

Gwangju 2019 | Day3 batterie esordio per Fede e Greg. Ledecky niente 1500

Una mattinata caratterizzata dalle defezioni quella della terza giornata a Gwangju: la più clamorosa è quella di Katie Ledecky, che rinuncia sia i 200 che ai 1500 stile, togliendo a Federica Pellegrini e Simona Quadarella una rivale pesante per il podio finale Staff...

Gwangju 2019 | Day2 finali: quarta Di Liddo. Record per Megli, Carraro e Castiglioni

Un'altra giornata con sorprese per i Mondiali di nuoto che vedono una vittoria decisamente inaspettata nei 100 farfalla feminili. Tutto da copione invece nelle altre finali di programma: 100 rana e 50 farfalla uomini e 200 misti femminili. L'unica azzurra in finale...

Gwangju 2019 | Day2 batterie bene gli azzurri. Device ballerini

Una mattrina caratterizzata dalla rottura dei device del dorso che vede sfortunato protagonista il nostro Simone Sabbioni - già purtroppo penalizzato al Mondiale di Budapest 2017. Questa volta può ripetere la gara - per ben due volte! - e accedere alle semi del...

Gwangju 2019 | Day1 finali, Detti bronzo nei 400. Delusione 4×100

È il momento di fare sul serio! Gwangju ospita l'ultimo mondiale del decennio, quello pre-olimpico, dove tutti i big sono pronti alla ribalta e a prenotare una prestazione da ricordare. La mattina coreana, che per tutti noi era piena notte, ha regalato ai colori...

Gwangju 2019 | Day1 batterie, Di Liddo record. Italia avanti tutta

Un ottimo esordio per gli azurri nella vasca del Nambu Aquatics Center di Gwangju. Tutti gli atleti scesi in vasca passano il turno accedendo alle semifinali e finali del pomeriggio (ore 13.00 italiane). Prestazioni maiuscole per Elena Di Liddo che mette in mostra un...

Swim Stats | Gwangju 2019, gli Italiani ai Mondiali

Novella Calligaris, Gabriele Detti, Giorgio Lamberti, Massimiliano Rosolino, Alessio Boggiatto, Filippo Magnini, Federica Pellegrini, Alessia Filippi, Gregorio Paltrinieri: questi sono i nomi, in rigoroso ordine cronologico, degli 8 atleti italiani capaci di salire...

Grazia ci ha lasciati settimana scorsa. E raccolgo solo ora i pezzi e il coraggio dopo giornate ridondanti di lacrime e cordoglio, cercando di capacitarmi di come in un attimo lei non ci sia più.

Ci sono quindi articoli difficili da scrivere, per i quali le parole sgorgano a tratti, con fatica, singhiozzanti come le lacrime versate. Non voglio soffermarmi sul come ha vissuto questo suo ultimo difficile anno, lei non avrebbe voluto. Vorrei raccontarvi piuttosto chi era Grazia, cosa ha rappresentato per noi, come sia riuscita a imprimerci dentro al cuore un messaggio indelebile: “non dimenticatevi mai di sorridere alla vita”.

E così ho chiesto aiuto alla squadra, alla nostra NdC Family, come la chiamiamo noi, affinchè ogni  atleta mi raccontasse di Grazia:  poche parole, talvolta una sola, per far capire a chi non avesse avuto l’onore e il privilegio di conoscerla, quanto fosse unica e speciale.

Ecco Grazia, secondo noi.

CAPARBIETÁARCOBALENO (grazia alla figlia di Alessandra per il bellissimo disegno) – VULNERABILE COME TUTTI, MA CON LE PALLE COME POCHIFORZA INCROLLABILEAMOREAMICIZIASOLARITÁ (da vera donna del sud) – SORRISOCOMBATTENTEMAMMAGUERRIERATENACIAPOSITIVITÁ – ESEMPIO DI FORZA – MOTIVATRICE – ALTRUISTA (non voleva mai farci pesare la sua condizione) – UNA DI NOI, SIN DA SUBITOPASSIONE PER LA VITA, PER IL NUOTO – “CALABBROTTA” (era orgogliosa delle sue origini calabresi e si definiva così) – ESEMPIO DI ELEVAZIONE, A VOLTE CI SIAMO SENTITI INADEGUATI RISPETTO A LEI – GRANDE IN OGNI COSA – CON UN’INEBRIANTE VOGLIA DI VIVERETORCIGLIONI (un tipico dolce calabrese fritto che cucinava benissimo) – FEMMINILITÁ (non ha mai rinunciato all’essere donna, a farsi bella, nonostante la malattia) – COLEI CHE DICEVA “NON IMPORTA SE… IO NUOTO LO STESSO” – OTTIMISMOSENTIVA SUO IL GRUPPO, OGNUNO DI NOI – DETERMINATAAPERTURA, CONDIVISIONE DEL DOLORE.

Raccogliendo le testimonianze della squadra in questi giorni ognuno di noi si è lasciato andare a ricordi a volte divertenti, a volte struggenti, di Grazia. Ed è stata una profonda occasione per confrontarci sulla vita, sulle perdite, sui dolori e le esperienze simili che alcuni di noi hanno vissuto.

Riflettendo su questo ho scoperto la parola che mi lega a lei. INSEGNAMENTO. Perché anche ora la nostra amica continua a insegnarci e farci crescere, riesce ad elevare i nostri pensieri e riempire i nostri cuori. Anche ora, mentre nuota (ovviamente a dorso) serena e felice tra le stelle.

Donazioni in memoria di Maria Grazia

Alcune squadre Master hanno manifestato il desiderio di donare un contributo alla ricerca sul cancro in memoria di Maria Grazia.

Questa è la pagina della Fondazione IEO-CCM dove era in cura, cliccando su “sostienici” si aprirà una pagina con il form da compilare specificando a chi destinare la donazione (IEO).

Selezionare la causale “Donazione in memoria” e quindi “In memoria di Maria Grazia Algerini”.

Nei riferimenti per la spedizione della lettera che la Fondazione invierà a testimonianza della donazione potete indicare un recapito del vostro referente; quando la riceverete potrete inviarla a info@nuotatoridelcarroccio.it e noi provvederemo a farla avere alla famiglia di questa grande e indimenticabile atleta.

Si può anche donare tramite bonifico bancario:
Fondazione IEO-CCM IBAN IT38R0569601600000018569X75

Oppure tramite Conto Corrente Postale c/c 28615243 intestato a Fondazione IEO-CCM

vai a Fondazione IEO-CCM

About The Author

Elsa Nerozzi

Farmacista, ex agonista di atletica leggera, nuotatrice master da ormai 12 anni, istruttrice FIN e grande appassionata di nuoto. Considero la mia squadra come una seconda famiglia!

?>