A cosa pensate se pronuncio la parola “bagnino”?

Essendo nata negli anni ottanta e cresciuta nei fantastici ‘90 la prima immagine che sovviene alla mia mente è quella del mitico Mitch Buchannon. Efficiente, presente e sempre pronto al salvataggio sia che si trattasse di recuperare nuotatori poco esperti dalle acque torbide che di strappare sub dalle fameliche grinfie di squali bianchi. Affiancato dalla bellissima e formosissima Pamela Anderson, Mitch ha creato un vero e proprio stereotipo, quello del bagnino dal costume rosso e torpedo (ebbene si, così si chiama!) sempre tra le mani in attesa della prossima avventura.

Premesso questo, potete immaginare quanto le nostre aspettative possano essere tradite quando in piscina compare il più tipico bagnino di salvataggio dalla postura pigra e il fisico rilassato.

Pensiamo al bagnino come una “presenza” invisibile, sempre apparentemente immobile, ad osservare tutto (ma proprio tutto) quello che accade in piscina. Ciò che non consideriamo è la vita che scorre ogni giorno davanti ai suoi occhi.

Se ci fermiamo ad osservarlo più attentamente noteremo come proprio davanti a lui si snodino i più particolari eventi della vita a bordo vasca.

Il nuoto USA riparte con la prima tappa delle TYR Pro Swim Series 2021

Alcuni a San Antonio, Texas, altri a Richmond, Virginia: hanno nuotato così gli atleti impegnati nella prima tappa delle Tyr Pro Swim Series 2021, modificate nell’organizzazione per adattarsi all’emergenza sanitaria. Vediamo come sono andati i confronti (a distanza)...

Corsia Master, Regionali Veneto 2021 dal 19 al 21 febbraio a Monastier

Dopo la prova generale con il 4° Trofeo Casa di Caccia - 10 gennaio 2021 - il movimento Master Veneto continua il suo percorso con l'organizzazione dei Campionati Regionali che si terrano presso la Piscina Rosa Blu Village di Monastier (TV) dal 19 al 21 febbraio 2021....

Martinenghi e Pellegrini protagonisti al Meeting di Ginevra

Nonostante continuino a giungere notizie di rinvii ed annullamenti di gare e manifestazioni in tutto il mondo, qualche piccolo passo verso la normalità sportiva sta avvenendo: nello scorso fine settimana si è svolto il 54° Meeting Internazionale di Ginevra, che ha...

ItalNuoto e Olimpiadi | il Medagliere azzurro

Oggi inauguriamo una nuova rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Vi racconteremo, con numeri, grafiche e aneddoti la storia degli azzurri del nuoto alle Olimpiadi. In questo primo appuntamento scopriremo il Medagliere...

Training Lab, Modelli di allenamento a confronto: esempio della Gran Bretagna

Per rendersi conto del livello sempre più elevato del nuoto mondiale, al di là del miglioramento dei record, basta porre attenzione al crescere della densità delle prestazioni negli appuntamenti agonistici di primo piano, le Olimpiadi in primis. Infatti, in occasione...

Le affinità elettive: il calendario gare e me

Tipo... hai presente quell’amico di infanzia, con cui giocavi tutti i giorni, con cui eri in simbiosi, con cui avevi stabilito un rapporto fraterno? Quello che ad un certo punto le strade si sono separate, senza rancori nè traumi, solo per casi diversi della vita?...

Eccolo infatti seduto ad ascoltare in sordina le chiacchiere di due giovani ragazzi che flirtano prima di entrare in vasca, i gossip tra compagni di allenamento invidiosi o gli aggiornamenti dei visitatori più anziani sui propri acciacchi.

Quando poi del bagnino c’è davvero bisogno, eccolo mostrare tutta la propria affidabilità. Pronto, veloce, con i nervi saldi anche nelle situazioni più pericolose: perchè in piscina anche la più piccola distrazione si può rivelare fatale o tragica.

Il bagnino è in grado di essere al posto giusto al momento giusto, ma sempre con l’adeguata discrezione.

Non ce ne rendiamo conto, perchè siamo impegnati nei nostri allenamenti e con la testa sulle tabelle, ma settimanalmente vengono effettuate piccole e importanti azioni. E così, ad esempio, vedere soltanto l’esito di un salvataggio: un ragazzo che viene tirato fuori dall’acqua per un malore, non ci fa arrivare al pensiero che se il soccorso non fosse arrivato in tempo, probabilmente gli sarebbe accaduto qualcosa di grave.

Forse la prossima volta che noteremo i bagnini della nostra piscina penseremo a tutto questo e faremo più attenzione a salutarli perchè anche se noi non abbiamo fatto troppo caso a loro, loro invece sanno tutto di noi!

Foto: Fabio Cetti | Corsia4