Select Page

Uomini, donne e spogliatoio…

Uomini, donne e spogliatoio…

È vero che gli uomini entrano in vasca per primi ed escono per ultimi dagli spogliatoi? Possibile?

Dare una risposta a questa domanda è tutt’altro che facile, perché la prima cosa che passa per la testa è “no, non è vero”.

Invece lo è, eccome.

E iniziare ad ammetterlo è forse la giusta chiave di lettura per provare a dare un senso ad un dilemma che rimarrebbe, altrimenti senza alcuna spiegazione.

Nei miei anni in piscina è sempre stato così, sia quando ero agonista, sia negli anni da master: i primi ad affacciarsi sul piano vasca sono i maschi.

Anche se il nuoto è senza dubbio lo sport che in assoluto richiede a entrambi i sessi il minor tempo per indossare il giusto abbigliamento, di solito a fare da apripista in acqua sono quasi sempre gli uomini, e questo sembrerebbe confermare, in apparenza, uno dei pregiudizi più comuni che si possano concepire: “le donne sono ritardatarie”, oppure “le donne ci mettono troppo tempo a vestirsi”… anche in piscina!

Credo che, invece, dietro a questo comportamento ci sia non tanto il desiderio, probabilmente condiviso da tutti, di liberarsi dalla routine quotidiana tuffandosi in acqua il prima possibile, quanto piuttosto l’altrettanto stereotipato ma innato bisogno dei maschi di entrare in competizione per marcare il proprio territorio. D’altronde chi di noi, frequentatori di piscine sin da bambini, non si ricorda delle frenetiche corse per arrivare per primo davanti alla corsia e, in alcuni casi, delle epiche scivolate?

Se tra gli uomini anche la competizione è più spiccata, è forse proprio durante l’allenamento che finiamo per esaurire le nostre energie mentali e fisiche, trovando il giusto sfogo nelle lamentele (chi di noi non ha in squadra un “campione”?) e concentrandoci, infine, sull’impellente bisogno di trangugiare del cibo. Anche dopo esserci trascinati nello spogliatoio, ci prendiamo tutto il tempo di cui abbiamo bisogno per recuperare le forze, con una doccia decisamente più lunga del comune, o perdendo più tempo di quanto immaginiamo in goliardiche chiacchiere da spogliatoio.

Ufficializzato il calendario della ISL2019, Napoli sarà la seconda tappa

Le stelle del nuoto mondiale si troveranno in vasca per la prima edizione della International Swimming League 2019 che inizierà a ottobre e toccherà sette diverse città fra gli Stati Uniti e l'Europa. Anche l'Italia ospiterà il nuoto spettacolo: è la città di Napoli...

Sandro Campagna fra le 11 nuove stelle della International Swimming Hall of Fame

La prestigiosa cerimonia d'ingresso nella International Swimming Hall of Fame di Fort Lauderdale, in Florida si è svolta nella notte tra il 18 e il 19 maggio. Fra le undici nuove stelle del mondo acquatico è ufficialmente entrato Alessandro Campagna ora CT della...

Atlanta Swim Meet e TYR Pro Swim: fulmini e saette dagli States

Si accendono le luci d'America sul nuoto mondiale! Nel week end concentrato di emozioni dagli States, con due grandi manifestazioni che si sono sfidate a distanza a suon di nomi e tempi di spessore: TYR Pro Swim Series a Bloomington (Indiana) e Atlanta Classic Swim...

Pillole di Nuoto, flash dal mondo: c’è chi parte, chi torna e chi smette… forse

Anche maggio sembra non essere riuscito a portare la primavera, ma il mondo acquatico è sempre in fermento e ci regala le sue pillole per questa edizione tutte clorate. C'è chi ha voglia di cambiare, chi si prende una pausa o forse qualcosa di più e chi invece non...

Nuotatore, dove ti fa male?

Quella dell'interpretazione dei sintomi viene chiamata psicosomatica. Non è una forma di diagnosi scientificamente ed ufficialmente approvata né vuole quindi sostituirsi ad alcuna forma di terapia, casomai aggiungersi. Eppure trova sempre più corrispondenze e viene...

Tris d’Assi a Tolentino per la 24 ore Arena: Bortuzzo, Martinenghi e Miressi

Grande successo per l'edizione 2019 della 24 ore Arena di nuoto organizzata presso la Piscina Comunale “Caporicci” di Tolentino. Sport e solidarietà i principali elementi che hanno caratterizzato la lunga maratona natatoria iniziata alle ore 19.00 di venerdì 10...

Forse molti maschi non se ne accorgono, ma quando c’è una pizzata tutti insieme dopo un allenamento o una gara, quante volte capita di trovare le nostre compagne di squadra ad aspettarci, nonostante nella maggior parte dei casi abbiano dovuto asciugare i capelli?

E allora restiamo di stucco, ci rimangiamo i pregiudizi e torniamo al punto di partenza, con in testa la domanda:

Possibile che ci abbiamo messo più di loro?

Non resta che attendere che, prima o poi, anche in Italia si riescano a superare certi scogli e arrivare agli spogliatoi in comune, presenti in molti paesi europei.

Solo allora avremo modo di studiare da vicino (senza malizia) certe abitudini e a sciogliere questo fitto, primordiale mistero

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Enrico Lippi

Di mestiere giornalista, copywriter e consulente in comunicazione. Per passione nuotatore master (naturalmente), sportivo e salutista.

Ultimi Tweet

?>