Select Page

Arena e Chad Le Clos insieme verso Tokyo 2020

Arena e Chad Le Clos insieme verso Tokyo 2020

Arena ha rinnovato il suo accordo di sponsorizzazione con il campione olimpico del 2012 Chad Le Clos fino alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il ventiseienne sudafricano, balzato sotto i riflettori dopo aver battuto per pochi centesimi Michael Phelps nell’ormai famosa finale dei 200 farfalla alle Olimpiadi di Londra, arriverà nella capitale della moda italiana per partecipare alla nona edizione del Trofeo Città di Milano, in programma dal 1 al 3 marzo 2019.

Sono davvero felice di prolungare questa grandiosa partnership con arena”, ha affermato Le Clos, che ha firmato il suo primo contratto con arena nel 2010.

Negli ultimi dieci anni, la mia carriera ha attraversato diverse fasi, con molti alti e bassi, ed arena mi è stata sempre accanto senza dar peso a nessun momento in particolare. Questo è molto importante per me. E poi ovviamente non posso che apprezzare i costumi e l’equipaggiamento, di gran lunga i migliori sul mercato. Quindi è fantastico sapere che arena mi affiancherà nel mio percorso nei prossimi anni inseguendo i miei nuovi obiettivi.

Uno sguardo alla carriera di Le Clos

La carriera di Le Clos iniziò a decollare nel 2010, il suo ultimo anno di liceo, quando le performances nella farfalla e nei misti individuali iniziarono a spiccare alle Olimpiadi Giovanili di Singapore, ai Giochi del Commonwealth di Nuova Delhi e Mondiali in vasca corta di Dubai.

Ma sono state le sue esibizioni alle Olimpiadi di Londra, e in particolare i 200 farfalla, che lo hanno catapultato agli onori della cronaca del nuoto. Da allora ha vinto altri due argenti olimpici – Rio 2016: 200 stile libero, 100 farfalla – quattro ori ed un argento mondiali (2017: oro 200 farfalla, 2015: oro 100 farfalla, argento 200 farfalla, 2013: oro 100 e 200 farfalla), e altre cinque medaglie d’oro ai Giochi del Commonwealth, tra cui tutte e tre le competizioni a farfalla dei Giochi del 2018 che si sono svolti a Gold Coast in Australia.

Ugualmente degne di nota le sue prestazioni nella vasca da 25, in cui si è appeso al collo 10 medaglie d’oro nel corso dei Mondiali in vasca corta dal 2010. La sua ultima vittoria l’ha registrata ai Campionati di Hangzhou nel dicembre 2018, dove ha difeso con successo lo scettro nei 100 farfalla, tenendo testa all’americano Caeleb Dressel che si presentava con il miglior tempo stagionale. Un successo che lascia presagire una brillante prestazione per i Mondiali in vasca lunga di Gwangju di questa estate.

È inoltre detentore dell’attuale record del mondo nei 100 farfalla, dei record nei 100 e 200 farfalla ai Commonwealth Games (entrambi registrati 2018) ed è stato eletto due volte vincitore del premio FINA Nuotatore dell’anno (2014, 2018).

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

EuroJunior ad Aberdeen e Mediteranean cup 2020: le selezioni per gli azzurrini

In seguito alla pubblicazione del Regolamento ufficiale della Federazione Italiana Nuoto deliberato lo scorso 8 ottobre abbiamo riportato i criteri di convocazione per la Nazionale assoluta che si vedrà impegnata fra Europei in corta e lunga con l'obiettivo Olimpiadi...

I criteri di selezione per gli Europei: Glasgow 2019 e Budapest 2020

La stagione agonistica alle porte vedrà come appuntamento clou la  XXXII Olimpiade di Tokyo 2020 - 25 luglio al 2 agosto per il nuoto in vasca - che passerà attraverso le due tappe principali di selezione dei Campionati Italiani (Riccione, 12/14 dicembre 2019 e 17-21...

Road to Tokyo 2020, i criteri di selezione per la XXXII Olimpiade

La XXXII Olimpiade di Tokyo interesserà i nuotatori dal 25 luglio al 2 agosto, vediamo quali sono i criteri di convocazione ufficializzati dalla Federazione Italiana Nuoto nel regolamento deliberato lo scorso 8 ottobre. Sarà una selezione a due step principali: primo...

Storie di Nuoto, la Grande Campionessa Americana

Nello sport ci sono alcune certezze che ci fanno sentire tranquilli. C’è sempre almeno un brasiliano fenomenale nel giocare a calcio o una cinese che si tuffa nettamente meglio di tutti le altre, uno sciatore di fondo nordico che è una star - almeno dalle sue parti -...

Indianapolis ISL2019 #1 | Vince il team Energy Standard

International Swimming League! A Indianapolis si è scritta una pagina di storia del nuoto. Quanto importante, lo vedremo più avanti. Senza sbilanciarsi sui i pregi e difetti di questa prima volta, una certezza c'è: la ISL è qualcosa di completamente nuovo e come dice...

Piani per il 2019

L’obiettivo principale di Le Clos per il 2019 è quello di fissare un primato personale nei 200 farfalla, oltre a conquistare una medaglia nei 100 e nei 200 farfalla ai Mondiali di Gwangju, Corea del Sud. Dal punto di vista degli allenamenti, è stato intensificato il lavoro in palestra, sia per potenziare che per prevenire, mentre dal punto di vista nutrizionale, molte verdure stati aggiunte alla sua dieta per fornire un sano equilibrio con proteine, cereali e altri alimenti.

Complessivamente, il 2019 è un anno importante nel ciclo olimpico quadriennale, e quindi, in termini di preparazione, l’attenzione di Chad è già fissata a Tokyo 2020.

Oltre la piscina

La “Fondazione Chad Le Clos” è stata lanciata di recente con l’obiettivo di raccogliere fondi per i bambini svantaggiati che hanno difficoltà ad allenarsi ed a partecipare ad eventi di nuoto, oppure a procurarsi l’equipaggiamento giusto. Nel corso degli anni Chad è stato anche coinvolto in progetti nelle aree povere di Durban e Città del Capo, e la sua Accademia Chad Le Clos ha anche sensibilizzato la comunità nel giro di pochi mesi.

Il sudafricano è molto incuriosito anche dalla moda e dichiara che vorrebbe “andare alla settimana della moda a Milano, a Londra e potenzialmente a Parigi nel futuro“. Per rilassarsi al di fuori del nuoto, gioca a FIFA sulla sua playstation, si diverte a giocare a ping-pong e biliardo, e pratica surf ogni volta che ne ha la possibilità.

Venire a Milano è un piacere per Chad, dal momento che ha sempre amato visitare l’Italia.

Il mio primo viaggio è stato 10 anni fa, nel 2009, per i Mondiali di Roma. Ci sono così tante cose che mi piacciono, ma ovviamente il cibo è eccellente e penso che ogni posto in Italia abbia una cultura unica. Quando sei a Napoli e Caserta le pizze sono irreali e i pomodori sono fenomenali. Poi vai a Firenze dove il pesce è veramente buono e poi vai un po’ più a nord e di nuovo tutto è diverso. Penso che sia solo una grande ed unica cultura.

Fonte: arena press release

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Ultimi Tweet

?>