ARENA brand internazionale di sportswear, fa un ulteriore passo avanti nel suo comprovato percorso di innovazioni creative con il lancio di Powerskin Carbon Duo, il nuovo costume da gara di alta gamma studiato esclusivamente per le donne. Primo nel suo genere, il Carbon Duo impiega un avanzato sistema a due pezzi in attesa di brevetto in cui la parte superiore e quella inferiore si combinano per offrire un fit personalizzabile.

Si tratta di un costume ad alte prestazioni con molteplici opzioni di combinazione, maggiore comfort, compressione ottimale per le diverse parti del corpo e una migliore libertà di movimento.

Da ultimo, ma non meno importante, è stato progettato con il caratteristico design italiano.

Il Carbon Duo è nato dalla consapevolezza di arena che il corpo femminile ha diverse forme e misure. Le proporzioni della parte superiore e inferiore del corpo variano da una nuotatrice all’altra e richiedono livelli di compressione diverse del corpo sulle due parti per poter sentirsi confortevoli al 100% e ottimizzare le prestazioni.

I modelli tradizionali a “taglia unica” non possono soddisfare tutte le frome del corpo o le preferenze di ogni nuotatrice; di conseguenza spesso si scende a compromessi sia sotto il profilo della vestibilità che della compressione.

Il Carbon Duo lancia alle nuotatrici un messaggio straordinario: NESSUN COMPROMESSO.

Con il Carbon Duo, la parte superiore e inferiore del costume possono essere mixate  ed abbinate in base alla forma del corpo, non sarà più necessario scendere a compromessi sulla compressione, il comfort o la taglia.

Si può semplicemente scegliere la taglia preferita della parte superiore e inferiore per soddisfare al meglio le proprie esigenze sia in termini di vestibilità che di look potendo scegliere diversi colori.

Un ulteriore vantaggio è quello della “vestizione“: i due pezzi si possono indossare in modo più facile e veloce e andranno a sovrapporsi in modo lineare e aderente assumendo l’aspetto di un singolo costume.

Le due parti sono realizzate con diversi tessuti: la parte inferiore utilizza l’esclusivo tessuto arena con una gabbia di carbonio per un’alta compressione sulle zone importanti. La parte superiore ha invece un tessuto più leggero che consente la massima libertà di movimento con le bande in carbonio orizzontali per una compressione più delicata che si adatta alle forme della nuotarice senza compromettere la respirazione.

La fase 2 dei Nuotatori: ricominciamo

Dodici settimane: tanto è durata l’impossibilità di entrare in vasca. La sera del 9 marzo ho preso la sacca del nuoto e sono partita alla volta della piscina, appena prima dell’inizio della storica diretta televisiva che ha dichiarato il lockdown; sono andata all’...

Super Olimpiadi 2020, dominio Peaty. Sjöström porta la Svezia in vetta nel day3

Alla vigilia della terza giornata, ci sono ancora molti chiaroscuri che aleggiano sulle Superolimpiadi. Se oramai abbiamo capito che si tratta di una sfida tra i migliori interpreti all-time di ogni specialità, meno semplice è afferrarne la natura reale e lo scopo. La...

Intervista a Luca Baldini Direttore delle piscine Albaro di Genova

Luca Baldini da sempre è stato abituato a grandi sfide. La sua carriera parla per lui ed oggi, insieme a tutto l’Italia che vuole tornare in vasca, è pronto ad affrontarne un’altra. Genova, piscine di Albaro. Qui il nuoto è ripreso e si è fatto un piccolo passo verso...

Le 10 gare più “alla Phelps” di Michael Phelps

In una recente intervista, Swimming World ha chiesto a Bob Bowman di classificare le 20 migliori gare del suo allievo prediletto, Michael Phelps. Va da sé che l’opinione della persona che sportivamente - ma anche umanamente - conosce Phelps meglio di chiunque altro è...

“Sono orgogliosa di chi sono” il messaggio di Rikako Ikee

Questa sono io Mostrando i suoi capelli corti per la prima volta al pubblico da quando le è stata diagnosticata la leucemia nel febbraio 2019, la 19enne nuotatrice giapponese Rikako Ikee ha parlato dal profondo del suo cuore durante un videomessaggio in collaborazione...

Super Olimpiadi 2020, strabiliante Milák nel day2. Primo oro USA

Negli ultimi 7 giorni, il mio telefono è diventato rovente. Forse non era chiaro dalla conferenza stampa inaugurale, che effettivamente era sembrata piuttosto vaga e fantasiosa, ma la prima giornata delle SuperOlimpiadi ha fugato ogni tipo di dubbio. Siamo entrati...

Tra le persone coinvolte nello sviluppo del Carbon Duo c’è anche la campionessa unghere Katinka Hosszú. L’Iron Lady lo definisce come un’idea rivoluzionaria.

Nuotando da oltre 25 anni, conosco i cambiamenti che il corpo di una giovane donna attraversa. Non è difficile solo in quanto donna che affronta le fasi di crescita. È faticoso anche nell’ ambito della piscina, perché il corpo attraversa trasformazioni costanti.

Disporre quindi di diverse opzioni per adattare il costume alle esigenze di sviluppo del corpo è una cosa grandiosa, sia per le nostre giovani nuotatrici che per le donne master. Non vi è stato mai niente di simile fino all’avvento del Carbon Duo.

È la soluzione personalizzabile perfetta per ogni aspirante nuotatrice.

Acnhe la nuotatrice svedese e ambasciatrice arena Sarah Sjöström ne è una sostenitrice:

Quando ero una giovane nuotatrice che stava crescendo, ricordo quanto fosse difficile trovare il costume perfetto per me. È come se avessi dovuto scendere sempre a compromessi, che si trattasse della forma, del comfort o della compressione “

Il Carbon Duo segna un cambiamento a tutto questo. Per le giovani nuotatrici in crescita oggi è l’ideale, non devono scendere a compromessi. Vorrei che il Carbon Duo fosse stato disponibile quando ero un adolescente.

ha concluso con un sorriso.

Credit: courtesy by arena