Select Page

Baku 2019 | EYOF Italia quarta nel medagliere del nuoto

Baku 2019 | EYOF Italia quarta nel medagliere del nuoto

Dal 20 al 28 luglio a Baku, in Azerbaigian, si è tenuto l’ European Youth Olympic Festival (EYOF) fra le discipline sportive in programma il nuoto.

La Nazionale azzurra, guidata dal tecnico responsabile delle squadre giovanili Walter Bolognani, era formata da sedici atleti: 9 femmine (nate 2004/5) e 7 maschi (nati 2003/4).

Italia a trazione femminile che torna a casa con 6 medaglie, due per tipo, conquistate tutte dalle ragazze: 5 individuali e una dalla staffetta mista. Medagliere del nuoto dominato dalla Russia con 19 podi (14 ori, 2 argenti, 3 bronzi), seguono Gran Bretagna (6-11-1) e Turchia (3-2-5).

La prima medaglia arriva nei 400 misti col bronzo di Chiara Fontana al personale in 4.52.21, oro per la britannica Katie Shananhan 4.43.92 e argento per l’ungherese Lia Csulak 4.50.50. Chiara conquista il podio anche nei 200 misti con l’argento in 2.18.58 dietro alla Shanahan in 2.14.10.

Oro nei 200 farfalla per Sofia Sartori che abbassa il personale di oltre due secondi portandolo a 2.11.76, alle sue spalle la turca Tuncel (2.12.39) e la britannica Freeman (2.12.95). Rimane invece ai piedi del podio nei 100 farfalla ma con il primato personale di 1.00.76, nella gara vinta da Aleksandra Sabitova in 59.07 con Vanotterdijk argento (59.33) e Zachenhuber bronzo (1.00.01).

Erika Gaetani vince i 100 dorso nuotando il personale di 1.01.17 a soli 9 centesimi dal record italiano juniores di Giulia D’Innocenzo, alle sue spalle la tedesca Mosdzien (1.02.46) e il bronzo a pari merito per la russa Gainullina e l’ucraina Zhukova (1.02.85). Nei 200 dorso è invece argento con 2.12.03 dietro alla Shananah (2.11.20).

Nell’ultima giornata bronzo anche per la staffetta 4x100 mista: Erika Gaetani (1.01.93), Sofia Bartoloni (1.11.87), Sofia Sartori (59.95) e Gaia Pesenti (56.19) chiudono in 4.09.94, precedute dalla Russia oro in 4.07.55 e dalla Gran Bretagna (4.09.45).

Finale conquistata anche per Sofia Bartoloni 7ª nei 200 rana in 2.36.97.

Con uno sguardo al panorama internazionale oltre ai già citati risultati della britannica Shanahan vincitrice di tre ori individuali (200 dorso, 200 e 400 misti) e tre argenti di staffetta nella 4x100 stile e mista femminile oltre alla mista mista, segnaliamo i tre ori della turca Beril Bocekler: vittoria di misura nei 200 stile in 2.00.62 precedendo di 28 centesimi la britannica Colbert, mentre domina 400 e 800 stile con i record della manifestazione sbriciolati (4.09.71 e 8.32.65).

Nella rana dominio della russa Chikunova vincente in 1.08.03 e 2.24.15 in entrambe le prove su Delmas e Mayne. La connazionale Sabitova si prende i 100 farfalla e i 100 stile in 55.58 per tre centesimi sulla britannica Van Selm, mentre nella vasca secca vince la rumena Costea in 25.34.

Swim Stats | Tokyo 2020 crono alla mano: gli Azzurri e i Tempi Limite

“Il mio sogno è andare alle Olimpiadi, farò di tutto per qualificarmi” Questa frase, pur non essendo stata pronunciata da nessun atleta, può essere attribuita tranquillamente a qualsiasi nuotatore. La stagione che è appena iniziata si concluderà con l’evento al quale...

Napoli ISL2019 #2 | il Nuoto spettacolo fa tappa in Italia

Il grande nuoto chiama, Napoli risponde! E come! Grande entusiasmo per la seconda tappa della Internationa Swimming League, la lega rivoluzionaria del nuoto mondiale. In una piscina Scandone tirata al lucido, impazza lo spettacolo. Merito dell’organizzazione, sempre...

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

EuroJunior ad Aberdeen e Mediteranean cup 2020: le selezioni per gli azzurrini

In seguito alla pubblicazione del Regolamento ufficiale della Federazione Italiana Nuoto deliberato lo scorso 8 ottobre abbiamo riportato i criteri di convocazione per la Nazionale assoluta che si vedrà impegnata fra Europei in corta e lunga con l'obiettivo Olimpiadi...

I criteri di selezione per gli Europei: Glasgow 2019 e Budapest 2020

La stagione agonistica alle porte vedrà come appuntamento clou la  XXXII Olimpiade di Tokyo 2020 - 25 luglio al 2 agosto per il nuoto in vasca - che passerà attraverso le due tappe principali di selezione dei Campionati Italiani (Riccione, 12/14 dicembre 2019 e 17-21...

Road to Tokyo 2020, i criteri di selezione per la XXXII Olimpiade

La XXXII Olimpiade di Tokyo interesserà i nuotatori dal 25 luglio al 2 agosto, vediamo quali sono i criteri di convocazione ufficializzati dalla Federazione Italiana Nuoto nel regolamento deliberato lo scorso 8 ottobre. Sarà una selezione a due step principali: primo...

Passiamo al settore maschile: per l’Italia segnaliamo il 5° posto di Simone Cerasuolo nei 100 rana con 1.04.17 e il 6° nei 100 stile dove porta il personale a 51.50 migliorando a ogni turno di gara.

Finale per Luca De Tullio nei 400 misti con 4.27.83 mentre nei 1500 realizza il 7° crono in 15.38.85, Simone Dutto nei 200 farfalla che chiude 7° in 2.03.97, Raffaele De Simone 8° nei 200 dorso in 2.04.93 e Matteo Ritarossi 8° nei 100 farfalla in 55.70.

Fra i ragazzi la rivelazione è stata il rumeno David Popovici capace di vincere il duello nei 100 stile con il più accreditato britannico Jacob Whittle: 49.82 (record EYOF) vs 49.99. Popovici sul podio anche nei 50 con 23.03 dietro al polacco Chowaniec (22.91) e nei 200 stile in 1.50.93 alle spalle del britannico Mildred 1.49.33 a podio nei 200 farfalla (1.58.64) dietro al russo Klimenishchev in rimonta nell’ultima vasca (1.58.06).

Doppietta 400 e 1500 stile libero per il croato Franko Grgic con 3.52.11 sul tedesco Beth (3.52.63) e nei 1500 con un ottimo 15.04.75.

Nel dorso è il russo Aleksei Tkachev a portare a casa il doppio successo più agevole nei 100 in 55.22, più combattuto nei in 2.01.24 davanti al turco Saka con 2.01.62.

Rana con doppio padrone, l’ucraino Kryzhanivskyi è oro nei 100 in 1.02.36 mentre nei 200 tenta il recupero nell’ultima vasca ma cede lo scettro per 3 decimi al russo Askhabov primo in 2.16.30.

Nei 100 farfalla vittoria per il danese Nickelsen in 52.95 – già bronzo nei 100 stile con 50.22 – davanti all’ungherese Hubert Kos in 53.54 che raccoglie altri tre argenti nei 100 dorso (56.36) e nei misti (2.02.60 e 4.20.90) dietro al russo Borodin vittorioso in 2.01.55 e 4.20.05.

I convocati:

Sofia Bartoloni (Fiamme Gialle), Chiara Fontana (NC Azzurra 91), Erika Gaetani (Gestisport), Alessia Ossoli (GAM Team), Gaia Pesenti (Team Trezzo), Nicole Ricci (GS Village), Sofia Sartori (Leosport), Lucia Scartozzoni (Leosport) e Martina Yuki Trionfetti (Pol. Lavoratori Terni).

Simone Cerasuolo (Imolanuoto), Davide Dalla Costa (Team Veneto), Raffaele De Simone (Assonuoto Caserta), Luca De Tullio (Sport Project), Simone Dutto (CSR Granda), Lorenzo Piciucchi (Aurelia Nuoto) e Matteo Ritarossi (Park Club Alatri).

Staff: tecnici Davide Pontarin, Daniele Borace e Marco Briatore.

Il commento su Federnuoto di Walter Bolognani:

“Sono molto soddisfatto delle risposte avute dal gruppo. È una spedizione molto positiva, quasi tutti hanno migliorato i rispettivi personali. Le medaglie sono venute tutte dalle ragazze e questo è un dato che comunque ci deve far riflettere: sono sicuramente più fredde e lucide nei momenti decisivi. Abbiamo anche fatto i conti, e non vuole essere una giustificazione, con un’organizzazione dell’evento un po’ deficitaria, ma ritorniamo a casa con tutti gli obiettivi centrati e di questo sono molto orgoglioso”.

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>