Select Page

Bene gli azzurri alla Swim Cup Eindhoven | II tappa LEN Swimming Cup

Bene gli azzurri alla Swim Cup Eindhoven | II tappa LEN Swimming Cup

Nel fine settimana scorso una selezione di 11 atleti azzurri tutta al maschile ha partecipato alla 15ª Swim Cup di Eindhoven, seconda tappa della LEN Swimming Cup.

LEN Swimming Cup partita un po’ nel mistero con la prima tappa in Lussemburgo – leggi QUI il report – che ha poi visto completare il calendario con altre tre tappe: la Swim Cup di Eindhoven appena disputata, gli Open di Francia a Chartres (18/20 giugno) e il nostro Sette Colli di Roma (21/23 giugno).

Riscontri positivi per i nostri nuotatori che sono tornati in gara a due settimane dagli Assoluti di Riccione.

Vediamo come si sono comportati gli azzurri in gara accompagnati dai tecnici Davide Ambrosi, Daniele Belluzzo, Alberto Burlina, questi i convocati:

Domenico Acerenza (Fiamme Oro/CC Napoli), Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport), Santo Yukio Condorelli /Aurelia Nuoto), Leonardo Deplano (Esseci), Marco De Tullio (Fiamme Oro/Sport Project), Alessandro Fusco (SC Alessandria), Matteo Lamberti (Gam Team Brescia), Davide Nardini (Fiamme Gialle/Genova Nuoto My Sport), Ivano Vendrame ( Esercito/Larus Nuoto), Devid Zorzetto (Tiro a Volo), Mattia Zuin (Fiamme Oro/Nottoli Nuoto).

Tripletta d’oro nello stile libero per Domenico Acerenza: nei 400 con 3’49″10 entra nella top10 delle migliori prestazioni della manifestazione – in base alle tabelle FINA – piazzandosi all’ottavo posto. Nella stessa prova argento per Marco De Tullio con il crono di 3’50″49, Mattia Zuin è 4° in 3’53 netti e Matteo Lamberti 5° in 3’54″61.

Podio tutto italiano negli 800 con la vittoria di Acerenza in 7’53″41, alle sue spalle separati da un centesimo Lamberti che ritocca il primato personale ottenuto a Riccione portandolo a 8’00″52 (prec. 8’02″69) e Marco De Tullio 8’00″53.
Nei 1500 il 23enne lucano chiude in 15’07″73.

Sempre sul podio Thomas Ceccon, doppio oro nel dorso nei 50 con 25″16 nuota il nuovo primato italiano junior abbassando di quattro centesimi il crono ottenuto agli Assoluti, mentre nei 100 vince in 54″43. Argento nei 50 farfalla in 23″58 a un decimo da Mathys Goosen, prova dove chiude quarto Santo Condorelli in 23″84.

Quarta medaglia per l’allievo di Burlina nei 100 stile libero, il suo 49″32 vale il bronzo dietro a Condorelli con 49″28 – bronzo poi nella singola vasca in 22″23 dietro a Puts (22″16) e de Boer (22″22) – e Kyle Stolk con 48″80, 7° Ivano Vendrame in 49″90.

Nei 50 stile Leonardo Deplano è 5° 22″41 (19° nei 100 51″00), mentre Ivano Vendrame vince la finale B in 22″94 e Davide Nardini la finale C con il 17° crono di 23″22 (13° nei 100 50″58).

Quando un Master incontra il Campione

Al cospetto della leggenda, è difficile mantenere una neutrale imperturbabilità anche per chi, data ahimè l’età, dovrebbe essere rotto (appunto…) al vasto novero delle grandi emozioni che la vita nel suo scorrere riserva. E così ci ritroviamo un sabato mattina a...

Lewisville ISL2019 #3 | Ai London Roar la prima vittoria del Gruppo B

Dopo la bellissima due giorni di Napoli - trovi tutti i REPORT a fondo articolo - il nuovo format di nuoto-spettacolo della International Swimming League è tornato negli States per la terza tappa, la prima nella quale si sono affrontati i team del girone B. Nel...

La prima gara della stagione

Mi presento, mi chiamo Marina, sono una nuotatrice master adulta (l'età non si dice e non si chiede) e voglio condividere con voi i miei stati emotivi da atleta che gareggia. Mancano pochi giorni alla gara, la prima della stagione, l'ennesima della mia vita...

Swim Stats | Tokyo 2020 crono alla mano: gli Azzurri e i Tempi Limite

“Il mio sogno è andare alle Olimpiadi, farò di tutto per qualificarmi” Questa frase, pur non essendo stata pronunciata da nessun atleta, può essere attribuita tranquillamente a qualsiasi nuotatore. La stagione che è appena iniziata si concluderà con l’evento al quale...

Napoli ISL2019 #2 | il Nuoto spettacolo fa tappa in Italia

Il grande nuoto chiama, Napoli risponde! E come! Grande entusiasmo per la seconda tappa della Internationa Swimming League, la lega rivoluzionaria del nuoto mondiale. In una piscina Scandone tirata al lucido, impazza lo spettacolo. Merito dell’organizzazione, sempre...

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Due podi conquistati per Alberto Razzetti che si aggiudica i 200 misti in 2’00″45 terza prestazione personale, mentre nei 200 farfalla è argento in 1’59″22 dietro a David Thomasberger con 1’57″03.

Medaglia anche per Devid Zorzetto che chiude terzo nei 100 farfalla in 53″70 dietro a Goosen (52″20) e Verlinden (52″44), mentre nei 100 stile vince la finale B in 49″55 così come nei 50 farfalla con 24″37 precedendo di un solo centesimo Razzetti.

La matricola azzurra Alessandro Fusco accede alle tre finali della rana: chiude al 5° posto nei 50 e 100 con i crono di 28″37 e 1’02″08, mentre incappa in una squalifica nei suoi 200.

Nei 200 stile finale per Mattia Zuin che chiude 6° in 1’49″53, mentre la finale B è vinta da De Tullio con 1’49″85 seguito da Lamberti in 1’50″47. Finale C per Nardini che è primo al tocco in 1’50″25.

Diamo uno sguardo al settore femminile: Simona Kubová (Baumrtova) nuota la migliore prestazione assoluta della manifestazione vincendo i 100 dorso in 59″66 (a un solo centesimo dal suo record nazionale) e diventa la prima atleta per la Repubblica Ceca a qualificarsi per le Olimpiadi di Tokyo 2020, la sua terza personale dopo Londra 2012 e Rio 2016.

Sempre dorso protagonista con Kyra Toussaint – squalificata nel 100 per uscita dalla sub oltre i 15 metri – che vince i 50 in 27″98 due centesimi meglio di Maaike de Waard e Kubová (28″17).

100 stile avvincenti con la vittoria a ex aequo di Femke Heemskerk e Ranomi Kromowidjojo in 53″49, mentre nella singola vasca la spunta Ranomi in 24″48 con 19 centesimi di distacco, in entrambe le prove tempo valido per i Mondiali.
Nella farfalla “solo” argento per Kromowidjojo nei 50 con 26″07, Maaike de Waard è di 4 centesimi più veloce, entrambe falliscono l’obiettivo del tempo di qualificazione per Gwangju (25″91).

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>