L’anno nuovo del nuoto mondiale non poteva che iniziare sarcasticamente proprio dalla Cina.

Dal 31 dicembre al 3 gennaio sono andati in scena i Chinese loung course invitational a Shijiazhuang e tempi alla mano hanno dato prova di come gli orientali siano in buone condizioni atletiche.

Anche la Cina conferma il momento magico delle ragazze: lo avevamo già visto in parte in Francia ma soprattutto in Australia, il gentil sesso è quello che sta regalando i crono migliori se paragonati con il resto del mondo.

Per abituare gli atleti alla programmazione dei Giochi Olimpici, anche a Shijiazhuang si gareggia con batterie al pomeriggio e finali al mattino.

Nell’ultimo giorno del 2020 arriva subito una miglior prestazione mondiale stagionale, nuotata proprio nel turno di qualificazione pomeridiano. Merito di Zhang Yufei, che stampa i 50 stile in 24’’31, più veloce di chiunque in questa stagione. La cinese non replica al pomeriggio, perché si ferma a 21’’65 venendo beffata dalla connazionale Liu Xiang che chiude vincendo in 21’’62.

Stile libero che sta piuttosto bene da queste parti, perché anche le altre distanze vedono tempi di notevole qualità: nei 200 Yang Junxuan vince in 1’55’’65 con il primo crono mondiale stagionale, mentre nei 400 Wang Jianjiahe domina con 4’05’’13, dopo aver nuotato il tempo più veloce al mondo in stagione al pomeriggio, grazie al buon 4’03’’02. Alle sue spalle in finale troviamo Tang Muhan, che con 4’05’’68 è seconda anche nel ranking mondiale.

Passando agli 800 ritroviamo la Jianjiahe davanti a tutte in 8’21’’32 mentre la sorpresa più grossa arriva dai 1500, con la neo primatista cinese che chiude in 15’59’’70. Ma dalla serie più lenta spunta Li Bingjie che stampa il suo personale in 15’52’’31 oltre che secondo crono mondiale stagionale (dietro proprio alla Jianjiahe primatista nazionale a settembre).

ItalNuoto e Olimpiadi | le Presenze Gara degli azzurri

Secondo appuntamento con la rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Dopo aver scoperto il Medagliere azzurro, parliamo di presenze gara olimpiche. Vi racconteremo, con numeri, grafiche e aneddoti la storia degli azzurri...

Il nuoto USA riparte con la prima tappa delle TYR Pro Swim Series 2021

Alcuni a San Antonio, Texas, altri a Richmond, Virginia: hanno nuotato così gli atleti impegnati nella prima tappa delle Tyr Pro Swim Series 2021, modificate nell’organizzazione per adattarsi all’emergenza sanitaria. Vediamo come sono andati i confronti (a distanza)...

Corsia Master, Regionali Veneto 2021 dal 19 al 21 febbraio a Monastier

Dopo la prova generale con il 4° Trofeo Casa di Caccia - 10 gennaio 2021 - il movimento Master Veneto continua il suo percorso con l'organizzazione dei Campionati Regionali che si terrano presso la Piscina Rosa Blu Village di Monastier (TV) dal 19 al 21 febbraio 2021....

Martinenghi e Pellegrini protagonisti al Meeting di Ginevra

Nonostante continuino a giungere notizie di rinvii ed annullamenti di gare e manifestazioni in tutto il mondo, qualche piccolo passo verso la normalità sportiva sta avvenendo: nello scorso fine settimana si è svolto il 54° Meeting Internazionale di Ginevra, che ha...

ItalNuoto e Olimpiadi | il Medagliere azzurro

Oggi inauguriamo una nuova rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Vi racconteremo, con numeri, grafiche e aneddoti la storia degli azzurri del nuoto alle Olimpiadi. In questo primo appuntamento scopriremo il Medagliere...

Training Lab, Modelli di allenamento a confronto: esempio della Gran Bretagna

Per rendersi conto del livello sempre più elevato del nuoto mondiale, al di là del miglioramento dei record, basta porre attenzione al crescere della densità delle prestazioni negli appuntamenti agonistici di primo piano, le Olimpiadi in primis. Infatti, in occasione...

Non solo stile libero: le ragazze cinesi dimostrano di essere in palla anche a farfalla, grazie in particolare a Zhang Yufei che vince i 100 in 56’’06 dimostrandosi la migliore al mondo in questo momento e i 200 in 2’05’’49, nuotando anche qui il miglior crono mondiale stagionale. Gara questa che vede non solo la Yufei tra le migliori del pianeta, ma anche le compagne Yu Liyan e Zhang Yifan, qui a podio e a settembre al secondo e terzo posto del ranking mondiale con due crono di poco sotto al 2’07’’.

Anche la rana sorride, e già fa pregustare sfide future con la nostra Benedetta Pilato. Già perché la classe 2004 Tang Qianting nuota in 1’06’’87 la finale ma ancora meglio la batteria con 1’06’’40, in questo momento il secondo crono al mondo proprio dietro all’azzurra. E per chiudere in bellezza anche nei misti si vedono buone cose: la quindicenne Yu Yiting stampa il nuovo WRJ nei 400 in 4’35’’94 (batteria) confermandosi poi in finale in 4’37’’62. Con questo crono oltre a salire al secondo posto nel ranking mondiale stagionale fissa appunto il nuovo primato mondiale giovanile strappandolo alla spagnola Alba Vazquez che lo deteneva dal 2019 in 4’38’’53.

Capitolo maschile: con lo “spettro” del ritorno di Sun Yang, nei 200 stile viaggia spedito Wang Shun, che chiude in 1’46’’91 entrando nella top ten mondiale stagionale. Shun che fa ancora meglio nei 400 misti con 4’11’’85 (secondo mondiale stagionale) e 200 misti con 1’56’’40.

Si rivede anche Xu Jiayu che vince i 100 dorso in 53’’35 dopo la qualificazione a 53’’07 e i 200 in 1’58’’53, anche qui più veloce al pomeriggio con 1’56’’96. A rana avvicina la barriera dei 59 secondi Yan Zibei, nuotando in batteria 59’’07 e in finale 59’’59 mentre nei 200 Qin Haiyang chiude in 2’10’’78. Infine nei 50 stile Yu Xenin vince in 22’00 dopo aver nuotato 21’’93 in batteria.

Prossimo appuntamento a Guangzhou dal 4 al 7 marzo 2021.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4