Si chiude la prima parte dei Criteria Kinder + Sport 2019, sezione femminile!

Cosa hanno lasciato queste prime tre giornate di Campionati Italiani giovanili? Riccione è carica come sempre, anche con il suo bel pallone che copre la vasca estiva. Le ragazze terribili sono pronte a frantumare primati personali e record della manifestazione. Ci saranno riuscite? Scopriamolo subito!

Intanto non mancano le certezze: il premio di miglior matricola quest’anno va all’Esseci Nuoto, grazie al trio di guardie e ladri composto da Giorgia Zetti, Giorgia Casini e Alice Carmignani immortalate insieme ad un ammanettato Massimiliano Rosolino.

Ma spazio ai risultati in vasca!

Cadette

Partiamo dalle più grandi! Sono diverse le ragazze che puntano in alto a questi Criteria, con un occhio e anche qualcosa di più, rivolto agli Assoluti.

Giulia D’Innocenzo (foto copertina) è la più vincente della categoria, grazie a quattro allori concentrati in particolar modo nella sua specialità, il dorso, oltre all’acuto nei 100 farfalla vinti in 58″81. Il tris lo cala poi nel dorso, a partire dai 50 (27″22) ma soprattutto con l’accoppiata 100, dove fissa il record dei campionati in 57″91 strappandolo Alessia Polieri del 2011, e 200, dove nuota in 2’07″20 con nuovo primato tra le Cadette soffiato a Camilla Tinelli (2016).

In entrambe le occasioni l’unica a rimanerle in scia è Martina Cenci. L’atleta delle Fiamme Oro si dimostra eclettica, andando a trovare quei successi mancati nel dorso nella velocità a stile libero: bis nei 100 vinti in 54″68 a 4 centesimi dal record dei campionati, e nei 200, dove troviamo il top della categoria. Cenci, D’Innocenzo e Salin una contro l’altra, con l’atleta romana che vince prendendosi il nuovo record di 1’57″22 (precedente Sara Franceschi 1’57″69 del 2016).

Abbiam citato Giulia Salin, come la D’Innocenzo doppio bronzo quest’estate agli Eurojunior di Helsinki, che il meglio lo ha dato, come di regola, nelle distanze lunghe. Nella prima giornata stampa il nuovo record della manifestazione nei 400 stile, con un buon 4’04″32, (cancellato il 4’05″45 di Diletta Carli del 2013) a detta sua inaspettato per il carico di lavoro del momento. Ancora meglio fa in chiusura di campionati, negli 800 stile vinti in solitaria con il crono di 8’21″07, più di due secondi meglio di quanto fatto nel 2016 niente popò di meno che da Simona Quadarella.

Da segnalare infine i buoni successi della figlia d’arte Sara Gusperti che torna ai vertici nei 50 e 100 rana, di Letizia Memo nei 200, di Costanza Cocconcelli nei 50 farfalla ed Helena Biabisetti nei 200 farfalla.

Juniores

Categoria che da sempre promette bene e che ogni anno regala grosse novità. Tra le 2003 crolla solo un record, per mano della protagonista di categoria, ovvero Sofia Morini. La sedicenne della Coopernuoto vince i 100 stile in 55″01, cancellando il primato registrato lo scorso anno da Emma Virginia Minicucci (55″17). Per lei altri tre ori nei 50 stile, 200 stile e 50 farfalla. Un passo indietro Anita Gastaldi, piemontese della CSR Granda, che infila tre successi nei 50, 100 dorso e 200 misti.

Per la Juniores 2004 sono invece tre i record abbattuti. Grosso merito va a Sofia Sartori (foto sopra), atleta della Leonsport che in un colpo solo cancella il primato dei 100 farfalla di Karen Asprissi del 2017 con 59″28 e quello di Alessia Polieri datato addirittura 2009 nei 200, grazie al crono di 2’10″04 che risulta essere anche il miglior tempo assoluto tra tutte le categorie. Per la Sartori arrivano anche le vittorie nei 50 farfalla e 50 dorso. Poker di successi da dividere con Chiara Fontana, della Nuoto Club Azzurra ’91. Per lei arriva un bel record nei 400 misti, dove come la coetanea Sartori cancella Alessia Polieri nuotando 4’42″06, per poi dominare anche nei 200 misti, e nel dorso dove vince ad ex-aequo sia i 100 con Erika Gaetani (1’00″09) che i 200 in 2’09″06 per soli sette centesimi avanti alla Gaetani.

Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, una nuova realtà del nuoto

A Roma ci sono stato, più di una volta, ma solo per le gare di nuoto, prima di tutto un ripassino di geografia. Il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo si trova al centro dell'Acqua Acetosa, lontano appena due curve del Tevere dal Foro Italico. In realtà ha anche una...

I nuotatori, possono fare solo nuoto?

Nel 1968, il medico della NASA Kennet H. Cooper mise nero su bianco, in un libro chiamato Aerobics, i risultati dei suoi studi sui benefici dell’allenamento aerobico sull’essere umano. Il testo divenne presto un must per gli allenatori di tutto il mondo, ma il lavoro...

Assoluti Invernali FINP, a Lignano record mondiale per Barlaam, doppio europeo per Fantin

Archiviata anche la 14ª edizione dei Campionati Italiani Assoluti Invernali ospitati dalla piscina Bella Italia & EFA di Lignano Sabbiadoro, evento riconosciuto dal World Para Swimming che ha visto scendere in acqua un centinaio di atleti in rappresentanza di 38...

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...

Assoluti 2021 confermati a Riccione dal 31 marzo al 3 aprile. Il 29 marzo fondo indoor

Il Campionato Assoluto primaverile di nuoto si svolgerà dal 31 marzo al 3 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione con la formula delle batterie e delle finali, eccetto che per gli 800 e 1500 stile libero che si disputeranno a serie. Il Campionato Italiano indoor di...

Raduni Nazionale: continua il lavoro a Cervinia e Roma. Il Salvamento riparte da Milano

Gli azzurri di interesse nazionale continuano la loro preparazione stagionale con diversi raduni. A Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti vede alternarsi diversi gruppi - qui i precedenti convocati - sono al lavoro da domenica una selezione di...

Ragazze

Due nomi su tutte tra le nate nel 2005: Benedetta Pilato (foto sotto) è in ordine cronologico la prima a stampare un primato a questi Criteria del 2019. Lo fa nei 100 rana, frantumando il crono nuotato da Gabriela Pameli nel 2008 di 1’09″65, abbassandolo di quasi due secondi in 1’07″72 nettamente il miglior crono sulla distanza comprese tutte le categorie. Il secondo affondo lo piazza la ligure Virginia Consiglio nei 100 farfalla, vinti in 1’00″74, nuovo primato strappato a Karen Asprissi del 2016.

Da segnalare anche il tris di ori dell’atleta della Rari Nantes Torino Giada Gorlier che si aggiudica 100 e 200 dorso (1’01″24 – 2’12″07) e 200 misti vinti in 2’15″80.

Spazio alle 2006, le nuove arrivate in quel dei Criteria. Sugli scudi Giada Senatore, della Nuovo Nuoto Bologna, che infila un interessante poker eclettico. Si passa dal double su 50 e 100 stile (26″86 e 58″08) a quello sui misti, vincendo i 200 in 2’19″51 e i 400 in 5’02″24. I record qui li stampano in due: in ordine cronologico prima tocca a Grazie Bianchino, che cancella l’ennesimo primato di Alessia Polieri, che resisteva addirittura da dodici anni, nei 200 farfalla grazie al crono di 2’16″17 (precedente 2’16″60). Il giorno dopo il record lo fissa Alice Umberti, nei 200 stile nuotati in 2’03″50, quattordici centesimi meglio del vecchio primato di Elena Pravato del 2015.

Staffette

Tra le Cadette bene Team Insubrika che vince 4x200 stile e 4x100 mista e Team Veneto a cui va la 4x100 stile ed è argento nella mista. Tra le Junior dominio assoluto della Gestisport che domina tutte e tre le staffette, mentre nella categoria Ragazzi Leosport e RN Torino protagoniste: la prima vince 4x200 e 4x100 mista oltre all’argento nella veloce, vinta proprio dalla squadra torinese che è seconda nelle altre due staffette.

Si chiude con 13 nuovi record della manifestazione, meglio dei 10 dello scorso anno e con una pioggia di primati personali.

La classifica a squadre la vince la Gestisport con 295 punti davanti alla Rari Nantes Torino (252 pt) e al Team Veneto (247 pt).

Da oggi in acqua i maschi!

Foto: Fabio Cetti | Corsia4