Select Page

Criteria Kinder+Sport 2019: anche i maschi fanno 13!

Criteria Kinder+Sport 2019: anche i maschi fanno 13!

Bad boys, tocca a voi!

Dopo le ragazze – leggi QUI il report – Riccione ospita la valanga azzurra di ragazzi terribili pronti a fare del loro meglio ai Criteria.

Sette anni di categoria: dai Cadetti classe ’99-2000, passando per gli Junior 2001 e 2002 e le tre annate di Ragazzi 2003-2004-2005 e tanti nomi che da qui a prossimi anni sicuramente faranno parlare di loro a livello assoluto.

Anzi, c’è qualcuno che già lo fa…

Cadetti

È proprio la categoria dei più grandi quella con diversi nomi già in rampa di lancio.

Uno su tutti ha però brillato più degli altri, facendo forse il definitivo salto di qualità. Già perché il genovese Alberto Razzetti il suo nome tra i big del nuoto azzurro lo ha scritto definitivamente stampando il nuovo record italiano assoluto dei 200 farfalla! Non solo il primato dei campionati dunque, ma il Razzo (con il solito papà fotografo al seguito) si è spinto oltre limiti mai inesplorati. Con 1’52″80 spazza via il vecchio crono di Matteo Rivolta di 1’53″06 nuotato agli invernali Assoluti del 2017, candidandosi adesso ad un posto per i Mondiali coreani.

Ma il bottino di Razzetti non è finito qui: si prende anche i 50 farfalla (23”68) e i 100 con nuovo record di 51″44, strappandolo a Giovanni Izzo (51″70 del 2017), oltre a salire sul gradino più alto del podio anche nei 200 misti, anche qui con il record di 1’54″68 (ciao ciao a all’1’58″18 di Raffaele Tavoletta del 2016) e nei 200 stile vinti in 1’45″83. Insomma un’edizione da record per il classe 1999, con gli Assoluti alle porte che devono per forza di cose, essere una conferma importante delle sue potenzialità.

Passa così in secondo piano il primatista italiano della rana veloce Nicolò “Tete” Martinenghi, che comunque ha fatto il suo vincendo i 100 con nuovo record dei campionati di 58″26, cancellando di un secondo il primato di Alberto Catalano del 2009, e bissando nei 50 dove ritocca il primato dei campionati da lui stesso nuotato proprio in prima giornata al passaggio dei 100 (27″09 contro il 27″16 di Nicolò Ossola del 2009) grazie al crono di 26″77.

E con un Martinenghi che si conferma, occhio al nuovo che avanza, quell’Alessandro Fusco che da qualche tempo si sta imponendo come nome nuovo della rana. È l’unico che tiene la scia del campione azzurro, nuotando i 100 in 58″78 (anche lui sotto al vecchio primato) e i 50 in 27″39, suggellando il tutto nella sua prova top, i 200 vinti con nuovo record dei campionati in 2’07″73 (meglio di Alberto Catalano del 2009 di 2’08″17). Per i prossimi Assoluti, occhio anche a lui.

Famiglia Lamberti sugli scudi! Già lo scorso anno i due fratelli figli dell’ex primatista mondiale Giorgio avevano fatto incetta di medaglie. Ci riescono anche quest’anno, dividendosi prove e distanze. Matteo, classe 1999, vince i 400 stile in 3’46″05 ma soprattutto i 1500 in 14’44″87 firmando il nuovo record della manifestazione che deteneva Matteo Montanari in 14’49″47 dal lontano 2009. Michele, di un anno più piccolo, esce vittorioso nei 50 e 100 dorso.

Juniores 2001

Annata monopolizzata da due nomi: Federico Burdisso e Thomas Ceccon. Nulla di nuovo, per due ragazzi che sono già in pianta stabile nel giro della nazionale Assoluta. Come per i compagni citati in precedenza, l’appuntamento che conta sarà tra qualche settimana.

Burdisso vince la sfida diretta ai punti. Sei vittorie tutte per lui partendo dal poker dello stile (50-100-200-400), passando per i 200 misti fino ai 200 farfalla conquistati con record della manifestazione di 1’53″60 (meglio dell’1’55″63 di Federico Bracco del 2016) rifilando quasi quattro secondi proprio a Ceccon.

Il mistista della Leosport ha sperimentato gare nuove, passando appunto per i 200 farfalla ma salendo sul podio anche nella rana, senza “dimenticarsi” di far suoi un paio di record. Ci riesce nei 50 farfalla vinti in 23″17, soffiandolo a Razzetti che nel 2017 aveva nuotato in 23″42, e poi nei 100 dorso in staffetta, nuotando la prima frazione per le Fiamme Oro in 50″97, meglio del 51″29 di Lorenzo Mora del 2016.

Juniores 2002

Nessun record in questa categoria e tanta varietà tra i primi della classe. Nello stile ogni distanza ha un vincitore differente mentre chi si porta a casa più ori di tutti è Dylan Buonaguro, della Nuoto Gemonese, che vince 100 e 200 dorso oltre ai 200 misti mentre per Alessio Gianni (Team Nuoto Toscana Empoli) e Gabriele Mancini (Centro Nuoto Torino) doppiette rispettivamente nei 200 farfalla e 400 misti il toscano e 50100 rana il piemontese.

Semplicemente, GRAZIA

Quasi mille nuotatori al 13° Trofeo città di Legnano - edizione 2019 - ma questa volta non parleremo di risultati, record e di vittorie. Vogliamo sottolineare come la famiglia Master è capace di riunirsi in unico abbraccio, quando uno di NOI non potrà più essere...

Sospeso in via cautelare Andrea Vergani

19 aprile 2019 Seconda Sezione: positivo Andrea Vergani (tesserato FIN), sospeso in via cautelare La Seconda Sezione del TNA - vista la richiesta di immediata sospensione dall’attività agonistica dell’atleta Andrea Vergani, tesserato presso la Federazione Italiana...

Campionati Nazionali, formata la Russia per i Mondiali a suon di record

Mentre in Gran Bretagna Adam Peaty and Co. sguazzano tra le corsie alla ricerca di un pass mondiale, non troppo lontano, più precisamente a Mosca, si sono già conclusi i Campionati Nazionali, validi come qualificazione per la rassegna iridata di Gwangju 2019. Al...

Il terrore della gara

Qualche mese fa si è rivolta da me una nuotatrice di cui chiaramente non farò il nome ma che mi ha dato il permesso di raccontare questa storia e la sua l'esperienza con la Mindfulness. È venuta per risolvere un tema di grande stress che le accadeva prima, ma...

Open di Stoccolma 2019, non solo Sjöström

Prosegue il nostro tour per le piscine internazionali, dopo il report dei Campionati Nazionali Australiani e quello della Swim Cup di Endhoven andiamo a vedere i risultati degli Open di Stoccolma 2019 dove la regina della velocità Sarah Sjöström ha messo a segno delle...

Bene gli azzurri alla Swim Cup Eindhoven | II tappa LEN Swimming Cup

Nel fine settimana scorso una selezione di 11 atleti azzurri tutta al maschile ha partecipato alla 15ª Swim Cup di Eindhoven, seconda tappa della LEN Swimming Cup. LEN Swimming Cup partita un po' nel mistero con la prima tappa in Lussemburgo - leggi QUI il report -...

Ragazzi 2003

Crolla un solo record, per mano dell’atleta dell’Imolanuoto Simone Cerasuolo che, come il capitano della Nazionale e compagna di squadra Fabio Scozzoli, viaggia forte nei 100 rana, sfilando a Nicolò Martinenghi il primato grazie al crono di 1’00″33 (precedente di 1’00″75). Per l’emiliano arrivano anche altre due successi, mostrando la sua predilezione per la velocità con la doppietta 50 e 100 stile.

Altro plurivincitore di categoria è Luca De Tullio (Sport Project) che si porta a casa le distanze medio-lunghe: 400 stile, 200 e 400 misti.

Ragazzi 2004

Difficile per il secondo anno Ragazzi cancellare i record di categoria: dallo stile, dove Massimo Chiaroni (Hydros Oderzo) riesce nella doppietta 200-400 stile rimanendo però lontano dai primati di D’Arrigo e Burdisso, al dorso, dove Raffaele De Simone (Assonuoto Club Caserta) vince 100 e 200 ma vede ancora in lontananza i record di Fava e Ceccon. Discorso analogo anche per Federico Rizzardi (Piave Nuoto San Donà) che si impone nei 200 e 400 misti, distante diversi secondi dai primati sempre di Ceccon.

Ragazzi 2003

Arriviamo infine ai più piccoli. Le matricole di questi Criteria 2019 hanno un protagonista assoluto, che dimostra quanto a questa età, sia giusto e possibile competere in tutti gli stile e le distanze. Christian Mantegazza, del Team Trezzo Sport, stampa un gran crono nei 200 rana, dove cancella il primato dei campionati di Martinenghi (2’20″99 del 2013) nuotando in 2’20″91, ma poi si impone anche nei 200 farfalla in 2’06″46 a tre decimi dal primato di Burdisso, e nell’accoppiata 200 e 400 misti.

Un record lo sigla anche il velocista dell’Aurelia Nuoto Daniele Santini, che eguaglia il 23″90 di Giovanni Izzo del 2012 nei 50 stile, oltre a vincere anche i 100 in 53″30 e i 100 dorso in 58″28!

Bis anche per Alfonso Della Morte (Fritz Dennerlein) che si impone nei 200 stile e 100 farfalla.

Staffette

Tra i Cadetti vita facile per il Tiro a Volo nelle staffette a stile: con Federico Burdisso e Devid Zorzetto in acqua arrivano due successi nella 4x100 e 4x200. Nella mista non c’è storia con le Fiamme Oro, dove le prime due frazioni (Ceccon-Martinenghi) profumano di futura mista Nazionale.

Tutto facile tra gli Junior per il Team Veneto che fa triplete vincendo tutte e tre le staffette, mentre tra i Ragazzi il discorso non cambia: Team Veneto più veloce di tutte nella 4x100 stile e 4x100 mista, mentre la 4x200 stile va all’Hydros.

Nella classifica a squadre vittoria per il Team Veneto (331.75 pt), davanti a Circolo Canottieri Aniene (244.00 pt) e In Sport Rane Rosse (224.00 pti).

Un trio di Re Magi infine si impone nel contest per la miglior matricola tra i maschi, per merito di Ruben Cacciamani, Federico Bosticco e Gabriele Mirotta dell’Idea Sport Marano.

Si chiude con 14 nuovi primati, il grosso dei quali stabiliti dai Cadetti.

Dai Criteria è tutto, ci vediamo agli Assoluti!

 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>