Select Page

EuroSwim 2019 Glasgow | Italia avanti tutta nelle batterie day4

EuroSwim 2019 Glasgow | Italia avanti tutta nelle batterie day4

50 Farfalla Uomini
Gara subito agguerrita sin dalla prima batteria con prestazioni molto attaccate al muro dei 23″. Miglior tempo per il russo Oleg Kostin in 22″56. Immediatamente alle sue spalle il gigante Florent Manaudou che regola in sicurezza la qualificazione in 22″56. Al terzo posto un sorprendente Uemitcan Gueres dalla Turchia in 22″69.

Passano il turno in coppia Thomas Ceccon e Piero Codia con il 13esimo tempo, per entrambi 23″01. Si dicono soddisfatti per il momento, ma entrambi vogliono abbattere il muro dei 23″ questo pomeriggio. Solo 19° Matteo Rivolta con 23″14.

50 Dorso Donne
L’Olandese Kira Toussaint in 26″04 ottiene il miglior tempo con un margine di ben mezzo secondo sulla ceca Simona Kubova (26″60) e sulla danese Jensen (26″63). Silvia Scalia ottiene una qualificazione in 26″81 che la vede al sesto posto. Prestazione che fa ben sperare in quanto ha dichiarato di far fatica nel gareggiare al mattino.

Anche la giovanissima Costanza Cocconcelli riesce a qualificarsi con il quindicesimo tempo in 27″48. Prestazione anche per lei non delle migliori, in quanto un po’ scarica dalla grande finale di ieri dei 100 misti.

100 Stile libero Uomini
Gara regina partita un po’ in sordina nelle prime batterie. In casa Italia concorenza interna molto agguerrita. Inizia la sfida il veneto Manuel Frigo, non molto a suo agio in vasca corta, vittima di un passaggio già lento non riesce ad andare oltre il 48″10. Subito dopo l’oriundo Santo Condorelli fa un po’ meglio in 47″62. Immediatamente dopo Alessandro Miressi appare controllare la gara in 46″96 con un passaggio molto controllato soprattutto i primi 25 metri. Proprio lui è l’unico italiano qualificato alle semifinali con il settimo tempo complessivo.

In conclusione danno segnali ben precisi i due russi Grinev, primo in 46″16 e Morozov secondo in 46″46. Sempre in ottima forma il britannico Duncan Scott terzo in 46″72. Segnali di risveglio dalla Francia con un ottimo Maxime Grousset in 46″81.

200 Stile libero Donne
Gara che noi italiani teniamo sempre sott’occhio per via della Divina Federica Pellegrini. Nella quarta batteria mostra un controllo totale della situazione e in 1’55″22 dà l’appuntamento per questa sera a una finale molto interessante.

Solo l’olandese Heemskerk e la ceca Semanova le mettono la mano davanti di due decimi.

Margherita Panziera in 1’55″89 dimostra di non volersi accontentare della vittoria nel dorso e stabilisce il proprio primato personale che le permette di accedere alla finale con l’ultimo tempo utile.

Campionati Australiani e Kitajima Cup, primi squilli da oltreoceano

Arrivano dall'Australia e dal Giappone altri risultati importanti in chiave olimpica, dopo l'esordio in vasca lunga di America con la TYR Pro Swim e dell'Europa con il 22° Euro Meet di Lussemburgo. Ai South Australian Championships di Oakland Park in evidenza il...

22° Euro Meet | Italia protagonista nella 1ª tappa della LEN Cup

Prende forma il lungo viaggio che con l’anno nuovo ci porterà dritti verso il sogno olimpico, direzione Tokyo 2020. Un percorso che parte da lontano, con la settimana appena trascorsa che ha dato il via alle prime gare internazionali di un certo spessore di questo...

SwimStats Tokyo2020 Special | 100 Stile Libero

Inauguriamo con questo articolo un'edizione speciale per la nostra rubrica statistica che ci accompagnerà fino ai prossimi Giochi Olimpici. SwimStats Tokyo2020 Special ci racconterà la storia di ognuna delle gare olimpiche del nuoto, partendo dagli albori fino ai...

22° Euro Meet | LEN Swimming Cup #1: 12 azzurri e tanta Energy Standard

La stagione in vasca lunga è già iniziata oltreoceano con la seconda tappa della TYR Pro Swim Series a Knoxville, è il turno dell'Europa con il 22° Euro Meet di Lussemburgo che si disputerà dal 24 al 26 gennaio 2020 presso l’Aquatic Center D’Coque. La manifestazione...

TYR ProSS2020 #2 Knoxville | Brilla Regan Smith, il ritorno di Allison Schmitt

Il 2020 del nuoto nordamericano è partito con la seconda tappa delle TYR Pro Swim Series, che si è svolta tra il 16 ed il 19 dicembre a Knoxville, Tennessee, all’Allan Jones Intercollegiate Aquatic Center. TYR Pro Swim Series del 2020, che ha debuttato a Greensboro lo...

Champions Swim Series 2020, a Pechino Daiya Seto superstar

È giunta alla conclusione la seconda edizione della Champions Swim Series, per questo 2020 ridotta come numero di tappe - due al posto delle tre del 2019 - e localizzata, entrambi gli appuntamenti si sono svolti in Cina. A Pechino tornano in vasca molti dei...

100 Farfalla Donne
Anche in questa gara l’Italia ha un ruolo da protagonista. Al comando Elena Di Liddo con il crono di 56″46, margine di 7 decimi sulla russa Surkova e la danese Bekamann. Ilaria Bianchi per il momento deve accontentarsi della qualificazione a 57″68 (settimo tempo). Dopo l’emozionante gara sulla doppia distanza di ieri, la condizione per andar forte c’è.

100 Misti Uomini
Nella gara in vasca corta per definizione miglior tempo per il greco Vazaios, unico sotto i 52″ probbilmente galvanizzato dalla vittoria di ieri. Il nostro Marco Orsi c’è, subito terzo in 52″43.

Il giovane talento Ceccon si qualifica in tranquillità ottenendo il nono tempo in 52″62, mentre Giovanni Izzo chiude 14° in 53″19 e Alberto Razzetti 19° in 53″59.

200 Misti Donne
Ilaria Cusinato con il terzo tempo dimostra di poter competere per un’altra medaglia. Prestazione da 2’09″25 alle spalle della britannica O’Connor (2’08″92) e della svizzera Ugolkova (2’09″05).

Anna Pirovano chiude 11ª con il crono di 2’11″69, mentre l’infaticabile Costanza Cocconcelli è 19ª con 2’13″10.

Staffetta 4x50 SL Mixed
Polonia a pari crono con la Russia 1’30″84 seguono la Gran Bretagna a 6 centesimi e il quartetto azzurro Deplano, Condorelli, Di Pietro e Panziera a 1’31″27.

Passano Francia, Bielorussia, Irlanda e Germania, stasera sarà lotta per le medaglie.

About The Author

andreaciccone

Nell'ambiente del nuoto master da ormai 12 anni come atleta e consulente/allenatore per la stesura di programmi e valutazione di esercizi per l'improvement della tecnica. Sono in possesso dei brevetti di Allenatore di 1° livello e Assistente bagnanti. Dal 2010 al 2013 redattore per la testata giornalistica Solomagazine Nuoto dove ho creato la mia rubrica Al Cuore del Nuoto in cui ho avuto modo di trattare aspetti tecnici sia di biomeccanica che di fisiologia e metodologia dell'allenamento (incluse interviste ad allenatori). Nel 2011 partecipazione al progetto editoriale: "Manuale delle Tecniche di Salvamento" come autore di un capitolo che tratta l'area di fisiologia e metodologia dell'allenamento.

Ultimi Tweet

?>