Archiviata la disciplina nuoto dei III Giochi Olimpici giovanili estivi di Buenos Aires in Argentina – Youth Olympic Games (YOG) – l’Italia rappresentata da cinque atleti chiude la sua Olimpiade con nove medaglie.

Atleta di punta della delegazione – accompagnata dal Direttore Tecnico azzurro Cesare Butini – è stato senza ombra di dubbio Thomas Ceccon che sale sul podio cinque volte, con quattro medaglie individuali e una di staffetta insieme a Marco De Tullio e Federico Burdisso entrambi due volte sul podio nelle prove individuali e Johannes Calloni. Manifestazione un po’ sottotono per l’unica rappresentante femminile Anna Pirovano, ma vediamo tutti i risultati degli azzurri.

Come anticipato l’asso italiano della manifestazione è stato Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) impegnato in ben sei gare individuali – 50 e 100 dorso, 50 e 100 stile, 50 farfalla, 200 misti – un programma molto fitto che però ha portato ottimi risultati.

L’azzurro, allenato al Centro Federale di Verona da Alberto Burlina, ha aperto la sua raccolta di medaglie nella seconda giornata di gare conquistando prima il bronzo nei 100 dorso vinti dal russo Kolesnikov in 53.26 con il nuovo record italiano junior di 53.65 e migliorando il suo precedente di due decimi esatti che aveva nuotato nella finale europea di Glasgow ad agosto. Successivamente si è preso l’argento nei 200 misti con 2.01.29 dietro al norvegese Tomoe Hvas oro in 1.59.58.

Nella terza giornata di gare il podio arriva nella staffetta 4x100 stile libero, apre Federico Burdisso (50.06), quindi Thomas Ceccon (49.33), Marco De Tullio (50.84) e Johannes Calloni (51.78) chiudono con un totale di 3.22.01 nella gara dominata dalla Russia in 3.18.11 e con il Brasile all’argento in 3.20.99.

 

 

Giornata clou la quarta in programma con la vittoria dei 50 stile libero in 22.33, precedendo il russo Markov (22.37) e l’egiziano Sameh (22.43), per poi tornare in acqua poco dopo e conquistare l’argento nei 50 dorso con il personale in 25.27 ad appena cinque centesimi dal record italiano di categoria di Simone Sabbionidietro al solito Kolesnikov (24.40).

Nella quinta giornata rimane invece ai piedi del podio per due centesimi nei 50 farfalla vinti dal russo Minakov in 23.62, seguito dal connazionale Markov e dal norvegese Hvas secondi ex aequo in 23.63, da notare che nelle semifinali aveva nuotato il miglior crono di 23.46 record italiano cadetti e juniores, limando venti centesimi dal suo precedente nuotato ad agosto. In mattinata si ferma nelle batterie dei 100 stile nuotati in 51.42.

Super Olimpiadi 2020, dominio Peaty. Sjöström porta la Svezia in vetta nel day3

Alla vigilia della terza giornata, ci sono ancora molti chiaroscuri che aleggiano sulle Superolimpiadi. Se oramai abbiamo capito che si tratta di una sfida tra i migliori interpreti all-time di ogni specialità, meno semplice è afferrarne la natura reale e lo scopo. La...

Intervista a Luca Baldini Direttore delle piscine Albaro di Genova

Luca Baldini da sempre è stato abituato a grandi sfide. La sua carriera parla per lui ed oggi, insieme a tutto l’Italia che vuole tornare in vasca, è pronto ad affrontarne un’altra. Genova, piscine di Albaro. Qui il nuoto è ripreso e si è fatto un piccolo passo verso...

Le 10 gare più “alla Phelps” di Michael Phelps

In una recente intervista, Swimming World ha chiesto a Bob Bowman di classificare le 20 migliori gare del suo allievo prediletto, Michael Phelps. Va da sé che l’opinione della persona che sportivamente - ma anche umanamente - conosce Phelps meglio di chiunque altro è...

“Sono orgogliosa di chi sono” il messaggio di Rikako Ikee

Questa sono io Mostrando i suoi capelli corti per la prima volta al pubblico da quando le è stata diagnosticata la leucemia nel febbraio 2019, la 19enne nuotatrice giapponese Rikako Ikee ha parlato dal profondo del suo cuore durante un videomessaggio in collaborazione...

Super Olimpiadi 2020, strabiliante Milák nel day2. Primo oro USA

Negli ultimi 7 giorni, il mio telefono è diventato rovente. Forse non era chiaro dalla conferenza stampa inaugurale, che effettivamente era sembrata piuttosto vaga e fantasiosa, ma la prima giornata delle SuperOlimpiadi ha fugato ogni tipo di dubbio. Siamo entrati...

Il ritorno in vasca del Team MP Michael Phelps: Carini, Pizzini e Scalia

Il Team MP, composto da Luca Pizzini, Giacomo Carini e Silvia Scalia, torna ad allenarsi in piscina sempre supportato dal brand MP Michael Phelps Un ritorno graduale alle attività, grazie alle concessioni della fase 2, dove alcune piscine hanno potuto riaprire le...

Un argento e un bronzo per il pugliese Marco De Tullio allenato da Daniele Borace, protagonista della prima giornata di finali con i 400 stile libero vinti Kristof Milak in 3.48.08, davanti all’azzurro con la sua prima medaglia internazionale (3.48.55) e al giapponese Keisuke Yoshida (3.48.68). Il secondo podio arriva nella doppia distanza con il primato personale di 7.55.81, oro al cinese Huy Hoang Nguyen in 7.50.20 e argento al giapponese Yoshida in 7.53.85. Nelle batterie dei 200 stile chiude in 1.51.62.

Doppia medaglia individuale per Federico Burdisso impegnato in cinque prove – 50 e 200 stile, 50, 100 e 200 farfalla – l’allievo di Simone Palombi è bronzo sia nei 100 farfalla con 52.42 nella gara vinta dal russo Minakov in 51.12, davanti all’ungherese Kristof Milak in 52.42, che nei suoi 200. Nella gara che lo ha visto di bronzo anche agli Europei di Glasgow con il record italiano juniores (1.55.97) chiude in 1.57.16 dietro a Milak (1.54.89) e all’ucraino Kesyl (1.55.89).

Finale dei 50 farfalla chiusa all’ottavo posto in 24.85, mentre non arriva la qualificazione nelle prove a stile libero nuotate in 23.15 nei 50 e 1.55.44 nei 200.

Miglior risultato individuale per Johannes Calloni negli 800 stile libero dove chiude al 6° posto in 8.03.30, mentre nei 400 stile è 10° posto in 3.53.15.

Anna Pirovano centra la finale nei 100 rana dove giunge quinta in 1.09.16 a 21 centesimi dal podio della lituana Teterevkova, oro per a russa Makarova in 1.07.88 e argento per l’irlandese Coyne 1.08.90. Finale anche nei 200 misti dove conclude ottava in 2.16.07 nella prova vinta dalla israeliana Gorbenko in 2.12.88, nona piazza nei 200 rana con 2.31.75.

Disputata anche la 4x100 mista maschile che si piazza al quinto posto in 3.45.23: Calloni 56.83, Ceccon 1.03.42, Burdisso 52.83 e De Tullio 52.15.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4