Select Page

Giochi Olimpici giovanili, a Buenos Aires nove medaglie per gli azzurri

Giochi Olimpici giovanili, a Buenos Aires nove medaglie per gli azzurri

Archiviata la disciplina nuoto dei III Giochi Olimpici giovanili estivi di Buenos Aires in Argentina – Youth Olympic Games (YOG) – l’Italia rappresentata da cinque atleti chiude la sua Olimpiade con nove medaglie.

Atleta di punta della delegazione – accompagnata dal Direttore Tecnico azzurro Cesare Butini – è stato senza ombra di dubbio Thomas Ceccon che sale sul podio cinque volte, con quattro medaglie individuali e una di staffetta insieme a Marco De Tullio e Federico Burdisso entrambi due volte sul podio nelle prove individuali e Johannes Calloni. Manifestazione un po’ sottotono per l’unica rappresentante femminile Anna Pirovano, ma vediamo tutti i risultati degli azzurri.

Come anticipato l’asso italiano della manifestazione è stato Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) impegnato in ben sei gare individuali – 50 e 100 dorso, 50 e 100 stile, 50 farfalla, 200 misti – un programma molto fitto che però ha portato ottimi risultati.

L’azzurro, allenato al Centro Federale di Verona da Alberto Burlina, ha aperto la sua raccolta di medaglie nella seconda giornata di gare conquistando prima il bronzo nei 100 dorso vinti dal russo Kolesnikov in 53.26 con il nuovo record italiano junior di 53.65 e migliorando il suo precedente di due decimi esatti che aveva nuotato nella finale europea di Glasgow ad agosto. Successivamente si è preso l’argento nei 200 misti con 2.01.29 dietro al norvegese Tomoe Hvas oro in 1.59.58.

Nella terza giornata di gare il podio arriva nella staffetta 4x100 stile libero, apre Federico Burdisso (50.06), quindi Thomas Ceccon (49.33), Marco De Tullio (50.84) e Johannes Calloni (51.78) chiudono con un totale di 3.22.01 nella gara dominata dalla Russia in 3.18.11 e con il Brasile all’argento in 3.20.99.

 

 

Giornata clou la quarta in programma con la vittoria dei 50 stile libero in 22.33, precedendo il russo Markov (22.37) e l’egiziano Sameh (22.43), per poi tornare in acqua poco dopo e conquistare l’argento nei 50 dorso con il personale in 25.27 ad appena cinque centesimi dal record italiano di categoria di Simone Sabbionidietro al solito Kolesnikov (24.40).

Nella quinta giornata rimane invece ai piedi del podio per due centesimi nei 50 farfalla vinti dal russo Minakov in 23.62, seguito dal connazionale Markov e dal norvegese Hvas secondi ex aequo in 23.63, da notare che nelle semifinali aveva nuotato il miglior crono di 23.46 record italiano cadetti e juniores, limando venti centesimi dal suo precedente nuotato ad agosto. In mattinata si ferma nelle batterie dei 100 stile nuotati in 51.42.

Swim Stats | Tokyo 2020 crono alla mano: gli Azzurri e i Tempi Limite

“Il mio sogno è andare alle Olimpiadi, farò di tutto per qualificarmi” Questa frase, pur non essendo stata pronunciata da nessun atleta, può essere attribuita tranquillamente a qualsiasi nuotatore. La stagione che è appena iniziata si concluderà con l’evento al quale...

Napoli ISL2019 #2 | il Nuoto spettacolo fa tappa in Italia

Il grande nuoto chiama, Napoli risponde! E come! Grande entusiasmo per la seconda tappa della Internationa Swimming League, la lega rivoluzionaria del nuoto mondiale. In una piscina Scandone tirata al lucido, impazza lo spettacolo. Merito dell’organizzazione, sempre...

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

EuroJunior ad Aberdeen e Mediteranean cup 2020: le selezioni per gli azzurrini

In seguito alla pubblicazione del Regolamento ufficiale della Federazione Italiana Nuoto deliberato lo scorso 8 ottobre abbiamo riportato i criteri di convocazione per la Nazionale assoluta che si vedrà impegnata fra Europei in corta e lunga con l'obiettivo Olimpiadi...

I criteri di selezione per gli Europei: Glasgow 2019 e Budapest 2020

La stagione agonistica alle porte vedrà come appuntamento clou la  XXXII Olimpiade di Tokyo 2020 - 25 luglio al 2 agosto per il nuoto in vasca - che passerà attraverso le due tappe principali di selezione dei Campionati Italiani (Riccione, 12/14 dicembre 2019 e 17-21...

Road to Tokyo 2020, i criteri di selezione per la XXXII Olimpiade

La XXXII Olimpiade di Tokyo interesserà i nuotatori dal 25 luglio al 2 agosto, vediamo quali sono i criteri di convocazione ufficializzati dalla Federazione Italiana Nuoto nel regolamento deliberato lo scorso 8 ottobre. Sarà una selezione a due step principali: primo...

Un argento e un bronzo per il pugliese Marco De Tullio allenato da Daniele Borace, protagonista della prima giornata di finali con i 400 stile libero vinti Kristof Milak in 3.48.08, davanti all’azzurro con la sua prima medaglia internazionale (3.48.55) e al giapponese Keisuke Yoshida (3.48.68). Il secondo podio arriva nella doppia distanza con il primato personale di 7.55.81, oro al cinese Huy Hoang Nguyen in 7.50.20 e argento al giapponese Yoshida in 7.53.85. Nelle batterie dei 200 stile chiude in 1.51.62.

Doppia medaglia individuale per Federico Burdisso impegnato in cinque prove – 50 e 200 stile, 50, 100 e 200 farfalla – l’allievo di Simone Palombi è bronzo sia nei 100 farfalla con 52.42 nella gara vinta dal russo Minakov in 51.12, davanti all’ungherese Kristof Milak in 52.42, che nei suoi 200. Nella gara che lo ha visto di bronzo anche agli Europei di Glasgow con il record italiano juniores (1.55.97) chiude in 1.57.16 dietro a Milak (1.54.89) e all’ucraino Kesyl (1.55.89).

Finale dei 50 farfalla chiusa all’ottavo posto in 24.85, mentre non arriva la qualificazione nelle prove a stile libero nuotate in 23.15 nei 50 e 1.55.44 nei 200.

Miglior risultato individuale per Johannes Calloni negli 800 stile libero dove chiude al 6° posto in 8.03.30, mentre nei 400 stile è 10° posto in 3.53.15.

Anna Pirovano centra la finale nei 100 rana dove giunge quinta in 1.09.16 a 21 centesimi dal podio della lituana Teterevkova, oro per a russa Makarova in 1.07.88 e argento per l’irlandese Coyne 1.08.90. Finale anche nei 200 misti dove conclude ottava in 2.16.07 nella prova vinta dalla israeliana Gorbenko in 2.12.88, nona piazza nei 200 rana con 2.31.75.

Disputata anche la 4x100 mista maschile che si piazza al quinto posto in 3.45.23: Calloni 56.83, Ceccon 1.03.42, Burdisso 52.83 e De Tullio 52.15.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>