Select Page

Giochi Olimpici giovanili, a Buenos Aires nove medaglie per gli azzurri

Giochi Olimpici giovanili, a Buenos Aires nove medaglie per gli azzurri

Archiviata la disciplina nuoto dei III Giochi Olimpici giovanili estivi di Buenos Aires in Argentina – Youth Olympic Games (YOG) – l’Italia rappresentata da cinque atleti chiude la sua Olimpiade con nove medaglie.

Atleta di punta della delegazione – accompagnata dal Direttore Tecnico azzurro Cesare Butini – è stato senza ombra di dubbio Thomas Ceccon che sale sul podio cinque volte, con quattro medaglie individuali e una di staffetta insieme a Marco De Tullio e Federico Burdisso entrambi due volte sul podio nelle prove individuali e Johannes Calloni. Manifestazione un po’ sottotono per l’unica rappresentante femminile Anna Pirovano, ma vediamo tutti i risultati degli azzurri.

Come anticipato l’asso italiano della manifestazione è stato Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) impegnato in ben sei gare individuali – 50 e 100 dorso, 50 e 100 stile, 50 farfalla, 200 misti – un programma molto fitto che però ha portato ottimi risultati.

L’azzurro, allenato al Centro Federale di Verona da Alberto Burlina, ha aperto la sua raccolta di medaglie nella seconda giornata di gare conquistando prima il bronzo nei 100 dorso vinti dal russo Kolesnikov in 53.26 con il nuovo record italiano junior di 53.65 e migliorando il suo precedente di due decimi esatti che aveva nuotato nella finale europea di Glasgow ad agosto. Successivamente si è preso l’argento nei 200 misti con 2.01.29 dietro al norvegese Tomoe Hvas oro in 1.59.58.

Nella terza giornata di gare il podio arriva nella staffetta 4x100 stile libero, apre Federico Burdisso (50.06), quindi Thomas Ceccon (49.33), Marco De Tullio (50.84) e Johannes Calloni (51.78) chiudono con un totale di 3.22.01 nella gara dominata dalla Russia in 3.18.11 e con il Brasile all’argento in 3.20.99.

 

 

Giornata clou la quarta in programma con la vittoria dei 50 stile libero in 22.33, precedendo il russo Markov (22.37) e l’egiziano Sameh (22.43), per poi tornare in acqua poco dopo e conquistare l’argento nei 50 dorso con il personale in 25.27 ad appena cinque centesimi dal record italiano di categoria di Simone Sabbionidietro al solito Kolesnikov (24.40).

Nella quinta giornata rimane invece ai piedi del podio per due centesimi nei 50 farfalla vinti dal russo Minakov in 23.62, seguito dal connazionale Markov e dal norvegese Hvas secondi ex aequo in 23.63, da notare che nelle semifinali aveva nuotato il miglior crono di 23.46 record italiano cadetti e juniores, limando venti centesimi dal suo precedente nuotato ad agosto. In mattinata si ferma nelle batterie dei 100 stile nuotati in 51.42.

Swim Stats, FINA World Cup: numeri e considerazioni

If swimming is still not a professional sport, then that is a reflection of the work FINA has been doing for the past few decades (…) I strongly believe that swimming can be a real professional sport, but for that we need to break the sport’s previous decades long...

L’allenamento interiore

Sono uno atleta di 44 anni che da ragazzino aveva il terrore della competizione; all’età di nove anni non me la sentii, per paura, di incominciare il pre agonismo nel nuoto. Forse una certa delicatezza emotiva unita alla sensibilità, che adesso mi permette invece di...

Energy for Swim 2018, Torino: evento annullato

La Federazione Italiana Nuoto comunica con profondo rammarico e disappunto la cancellazione dell'evento di nuoto Energy for Swim 2018 in programma a Torino il 20 e 21 dicembre prossimi. La Federation Internationale de Natation - FINA - ha dichiarato "non approved" la...

Corsia Master, nel 2019 si torna a Riccione. Campionati Italiani a fine giugno

Sarà Riccione la "nuova" sede dei Campionati Italiani Master, dopo l'ultima edizione di Palermo nel 2018 i Master tornano in Romagna. A settembre il "toto-italiani" campeggiava sulle bacheche social con tutte le considerazioni a corredo, ora è tutto deciso:...

Speciale MasterS, 10° Trofeo Città di Saronno: 2 record e vittoria per la B.Fit Legnano

  Data: 10/11 novembre 2018 Sede: Saronno – piscina comunale Vasca: 25 metri – 8 corsie Organizzazione: Rari Nantes Saronno [ranking_table_single 1st_name="B.Fit Legnano Nuoto" 1st_country="LOM " 1st_time="58:876:70" 2nd_name="Team LombardiaNuoto"...

45° Trofeo Nico Sapio, Detti e Musso pass mondiale. Pellegrini torna ai suoi 200

Edizione memorabile la quarantacinquesima del Trofeo Nico Sapio di Genova. Se allo Swimmeeting di Bolzano - leggi l'articolo dedicato - abbiamo visto i primi squilli, alla piscina Sciorba arrivano veri e propri fuochi d’artificio. Direttamente dal Trentino arrivano le...

Un argento e un bronzo per il pugliese Marco De Tullio allenato da Daniele Borace, protagonista della prima giornata di finali con i 400 stile libero vinti Kristof Milak in 3.48.08, davanti all’azzurro con la sua prima medaglia internazionale (3.48.55) e al giapponese Keisuke Yoshida (3.48.68). Il secondo podio arriva nella doppia distanza con il primato personale di 7.55.81, oro al cinese Huy Hoang Nguyen in 7.50.20 e argento al giapponese Yoshida in 7.53.85. Nelle batterie dei 200 stile chiude in 1.51.62.

Doppia medaglia individuale per Federico Burdisso impegnato in cinque prove – 50 e 200 stile, 50, 100 e 200 farfalla – l’allievo di Simone Palombi è bronzo sia nei 100 farfalla con 52.42 nella gara vinta dal russo Minakov in 51.12, davanti all’ungherese Kristof Milak in 52.42, che nei suoi 200. Nella gara che lo ha visto di bronzo anche agli Europei di Glasgow con il record italiano juniores (1.55.97) chiude in 1.57.16 dietro a Milak (1.54.89) e all’ucraino Kesyl (1.55.89).

Finale dei 50 farfalla chiusa all’ottavo posto in 24.85, mentre non arriva la qualificazione nelle prove a stile libero nuotate in 23.15 nei 50 e 1.55.44 nei 200.

Miglior risultato individuale per Johannes Calloni negli 800 stile libero dove chiude al 6° posto in 8.03.30, mentre nei 400 stile è 10° posto in 3.53.15.

Anna Pirovano centra la finale nei 100 rana dove giunge quinta in 1.09.16 a 21 centesimi dal podio della lituana Teterevkova, oro per a russa Makarova in 1.07.88 e argento per l’irlandese Coyne 1.08.90. Finale anche nei 200 misti dove conclude ottava in 2.16.07 nella prova vinta dalla israeliana Gorbenko in 2.12.88, nona piazza nei 200 rana con 2.31.75.

Disputata anche la 4x100 mista maschile che si piazza al quinto posto in 3.45.23: Calloni 56.83, Ceccon 1.03.42, Burdisso 52.83 e De Tullio 52.15.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>