Select Page

Gwangju 2019 | Day5 finali Dressel stellare. Fuori Restivo

Gwangju 2019 | Day5 finali Dressel stellare. Fuori Restivo

Una quinta giornata un po’ spenta dopo il pieno di emozioni di ieri – leggi il REPORT – che vede escluso dalle finali di domani l’unico azzurro in gara, Matteo Restivo.

Dressel si prende la gara regina con il crono più veloce in tessuto, Seto pone fine all’egemonia americana dei 200 misti che però si prendono i 50 dorso femminili la Smoliga.

La 4×200 stile libero femminile vede il rientro in competizione della Ledecky che però non basta a fermare le ausiie.

200 farfalla femmine – finali

C’erano due americane, due ungheresi, due britanniche una russa e una tedesca, ecco presentata la finale dei 200 farfalla.

Gara condotta dalle due americane Flickinger e Drabot con tempi fotocopia e il passaggio ai 100 poco sempra al minuto. Kapas in “ritardo” di due secondi che cambia il passo nella seconda metà di gara e con ultimo split in 33.11 si prende la vittoria finale in 2.06.78. Argento Flickinger e bronzo Drabot rispettivamente in 2.06.95 e 2.07.04.

100 stile libero femmine – semifinali

La prima sopresa arriva dalla semifinale 1 dove Ranomi Kromowidjojo chiude solo quinta in 53.43 tempo che la lascia fuori come prima riserva in virtù dell’ex aequo di Manuel e Anderson in 53.31 che chiudono il lotto delle finaliste.

1 Sjostrom SWE 52.43
2 Campbell AUS 52.71
3 McKeon AUS 52.77
4 Ruck CAN 53.04
5 Comerford Mallory USA 53.10
6 Heemskerk Femke NED 53.16
=7 Manuel USA 53.31 0.88
=7 Anderson GBR 53.31

100 stile libero maschi – finale

Tutto va come deve andare nella finale della gara regina, Dressel non sbaglia il colpo passa in 22.29 con mezzo secondo di vantaggio su Chalmers che tenta il recupero nella seconda vasca ma rimane a 12 centesimi dalla vittoria.

Decimo oro iridato per Dressel in 46.96 a 5 centesimi dal record del mondo di Cesar Cielo (Roma 2009) unico uomo a essere sceso sotto i 47 secondi in tessuto, Chalmers argento 47.08 e bronzo per il russo Vladislav Grinev in 47.82 secondo russo dopo lo zar Popov a vincere una medaglia in questa specialità.

50 dorso femmine – finale

Lo sprint sul dorso vede perdere la favorita brasiliana Etiene Medeiros che con 27.44 si deve accontentare dell’argento dietro a Olivia Smoliga al successo in 27.33. Sul podio la classe 2002 russa Daria Vaskina che nuota di due decimi il personale portandolo a 27.51.

Beffata la britannica Georgia Davies quarta a pari crono con Kaylee McKeown in 27.65.

FINA Champions Swim Series 2020, si chiude a Pechino

Seconda e conclusiva tappa per la FINA Champions Swim Series edizione 2020 che in quest'anno olimpico si riduce a una "toccata e fuga" in Cina. Un tiepido esordio a Shenzhen il 14 e 15 gennaio e si chiude questo fine settimana 18-19 gennaio a Pechino. Una scelta...

Champions Swim Series 2020, a Shenzen brillano Carraro e Di Liddo

Come fare ad organizzare la seconda stagione delle Champions Swim Series quando il conto alla rovescia in vista di Tokyo 2020 è già partito? La FINA ha deciso, nonostante le finestre disponibili siano davvero pochissime, di non abbandonare l’idea di un circuito...

Mike Maric, l’importanza del 5° stile per migliorare la fase subacquea

Il campione mondiale di apnea, membro del Team MP Michael Phelps, medico e coach di grandi campioni di nuoto, ci spiega l’importanza della gestione dell’apnea e cosa bisogna fare per migliorarla Già campione mondiale di apnea, oggi medico e docente universitario, Mike...

Italian Sportrait Awards 2020: votate i Campioni degli Sport Acquatici

Gli sport acquatici protagonisti agli Italian Sportrait Awards 2020 con cinque azzurri candidati del nuoto, due rappresentanti per i tuffi oltre alle due formazioni della pallanuoto maschile. Un segno che la dimenzione acqua dello sport sta finalmente acquisendo...

FINA Champions Swim Series, pronti per l’edizione numero 2

Tutto pronto per la seconda edizione della FINA Champions Swim Series che in quest'anno olimpico si riduce a sole due tappe, rispetto alle tre del 2019, ed entrambe in Cina. Si gareggerà infatti da domani, 14 e 15 gennaio a Shenzhen e nel fine settimana 18-19 gennaio...

Training Lab, la Rana moderna: tecniche a confronto

La rana, nota come nuotata artistica, è prima di tutto uno stile storico. Proprio perché si tratta della nuotata che più di tutti ha caratterizzato la storia del nuoto in ogni sua epoca, e continua tuttora a scrivere pagine di storia che raccontano l’evoluzione...

200 rana maschi – semifinali

Semifinali di alto livello in questa specialità che si conferma una delle discipline con la densità più alta. Nella prima semi il russo Anton Chupkov ottiene un 2.06.83 con una distribuzione impressionante: 29.62-33.20 e 1.02.82 al 100 per proseguire in 31.85-32.16 1.04.01.

Nella seconda semifinale un’altra prestazione maiuscola ad opera dell’australiano Matthew Wilson che eguaglia il record del mondo di Ippei Watanabe pari a 2.06.67 (1.00.77 / 1.05.90). Fuori dai giochi l’americano Prenot con 2.08.77, domani sarà una finale molto interessante.

1 Wilson USA 2.06.67
2 Chupkov RUS 2.06.83
3 Wilson USA 2.07.86
4 Stubblety-Cook AUS 2.07.95
5 Persson SWE 2.08.00
6 Watanabe JPN 2.08.04
7 Balandin KAZ 2.08.19
8 Koch GER 2.08.28

200 misti maschi – finale

Cade il regno degli Stati uniti della specialità con la prima vittoria asiatica del giapponese Daiya Seto in 1.56.14, l’ultimo nuotatore non-americano a vincere questa gara fu il nostro Rosolino nel 2001 a Fukuoka.

Jeremy Desplanches diventa il secondo svizzero a salire sul podio mondiale con l’argento 1.56.56 (il primo Dano Halsall nei 50 stile nel 1986). Bronzo per Chase Kalisz in 1.56.78.

200 rana femmine – semifinali

Campo sgombro per la Efimova dopo la conferma della squalifica di Lily King (tocco alla virata con mani non allineate). La russa nuota il primo crono in 2.21.20 con la sudafricana Tatjana Schoenmaker che ritocca il suo record continentale del mattino portandolo a 2.21.79.

Irriconoscibile la spagnola Vall Montero che chiude ultima in 2.28.11 peggiorando il tempo delle batterie e molto lontano dal personale.

1 Efimova RUS 2.21.20
2 Schoenmaker RSA 2.21.79 #AF
3 Pickrem CAN 2.23.11
4 Renshaw GBR 2.23.16
5 Ye CHN 2.23.49
6 Lecluyse BEL 2.23.76
7 Wog CAN 2.24.17
8 Corbett RSA 2.24.18

200 dorso maschi – semifinali

Unico azzurro in gara oggi Matteo Restivo che manca la qualificazione a una finale decisamente alla sua portata chiudendo in 1.58.12 peggiorando di mezzo secondo il crono del mattino.

Matteo Restivo: “Non mi sono mai sentito in gara. Ho avuto dolori alle gambe e alla braccia, pensavo fosse la tensione. Non mi sentivo il Restivo dei giorni migliori. Peccato perchè il tempo per la finale era alla mia portata”.

1 Rylov RUS 1.55.48
2 Murphy USA 1.56.25
3 Greenbank GBR 1.56.60
4 Pebley USA 1.56.65
5 Thormeyer CAN 1.56.96
6 Teledegdy HUN 1.57.07
7 Kawecki POL 1.57.24
8 Irie JPN 1.57.26

4x200 stile libero femmine

America che recupera la Ledecky schierandola nella seconda frazione (1.54.61), ma non basta per la vittoria che va all’Australia con il record del mondo di 7.41.50.

La Titmus – argento ieri dietro alla nostra Pellegrini – apre la staffetta delle aussie in 1.54.27, nella second afrazione la Ledecky porta al comando gli USA che mantegono la testa anche nella terza frazione con Margalis. Nella ultima frazione la McKeon recupera il distacco sulla Mc LaughlinUSA argento 7.41.87 e Canada che conquista il bronzo sulla Cina in 7.44.35 nell’ultima frazione con la chiusura di Penny Oleksiak (1.54.36).

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>