Nell’ultima mattina di batterie, l’unica soddisfazione per l’Italia arriva dalla qualificazione, con il terzo tempo generale, della 4×100 mista femminile.

Eliminata, e fuori dalle 12 che vanno già all’Olimpiade, la 4×100 mista maschile; esce dalla finale anche Ilaria Cusinato nei 400 misti.

400 Misti Maschi

Batterie piuttosto tranquille che vedono però l’eliminazione del campione in carica Chase Kalisz, autore di un pessimo 4’15”62 ed anche del medagliato Dávid Verrasztó, 4’16”96. Daiya Seto resta il favorito principale, potrà diventare il primo uomo a vincere tre titoli nei 400 misti.

1 SETO Daiya JPN 4:12.27
2 KNIPPING Arjan NED 4:13.46
3 LITHERLAND Jay USA 4:13.78
4 LITCHFIELD Max GBR 4:14.35
5 CLAREBURT Lewis NZL 4:14.56
6 SHEMBEREV Maksym AZE 4:14.62
7 PONS Joanllu ESP 4:15.14
8 HEINTZ Philip GER 4:15.24

400 Misti Femmine

Anche tra le donne si va con calma e il miglior tempo lo ottiene la Iron Lady, seppur con apparente tranquillità, seguita dalla stilisticamente pregevole giapponese Ohashi. Ilaria Cusinato, in evidente difficoltà, nuota una gara pessima ed esce di scena con il tempo di 4’43”27.

Ilaria Cusinato: “Nei giorni scorsi ero indecisa se gareggiare o meno ma non avendo nulla da perdere mi sono buttata. Ho proprio bisogno di riposare e rimettermi in sesto di testa, per capire cosa voglio fare. Non valgo questi tempi, sono delusa soprattutto da me stessa.”

1 HOSSZU Katinka HUN 4:35.40
2 OHASHI Yui JPN 4:37.23
3 YE Shiwen CHN 4:37.66
4 OVERHOLT Emily CAN 4:37.90
5 McHUGH Ally USA 4:38.32
6 LESAFFRE Fantine FRA 4:38.40
7 PICKREM Sydney CAN 4:38.59
8 JAKABOS Zsuzsanna HUN 4:38.93

Swim Stats, anno 2020: un Settecolli Assoluto

Dunque, dove eravamo rimasti? Nei piani originari, il SetteColli 2020 doveva tenersi dal 26 al 28 giugno ed era stato individuato come ultima occasione per ottenere la qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo. Come da prassi ormai consolidata, il DT Butini avrebbe...

Il 10 agosto si terrà la 3ª edizione di ‘Da Porto a Porto’, nuotata a favore dell’ATT

Da Porto Ercole a Porto Santo Stefano a nuoto per sostenere i malati di tumore Lunedì 10 agosto 2020 nel magnifico promontorio del Monte Argentario si svolgerà la terza edizione della “Da Porto a Porto”, nuotata in mare non competitiva che ha come obiettivo quello di...

Il MaxSwimFitBootCamp: esperienza sull’allenamento del nuoto moderno

Dopo tante puntate della nostra rubrica Training Lab volte a illustrare le evidenze scientifiche al supporto dell’allenamento del nuoto, sia in acqua che a secco, è giunto il momento di condividere un’esperienza pratica riguardo gli aspetti illustrati e discussi in...

57° Sette Colli, i convocati azzurri e gli aggiornamenti

A una settimana dal via del 57° Trofeo “Sette Colli” che si terrà dall'11 al 13 agosto nella splendida cornice dello Stadio del Nuoto di Roma, la Federazione rende noti i nomi dei convocati dal DT Cesare Butini. La manifestazione oltre a mantenere il suo carattere...

Sydney2000 Special, l’Olimpiade della svolta per l’Italia del Nuoto

Per capire bene cosa sono i Giochi Olimpici di Sydney 2000 per il nuoto azzurro, basta rileggere tre passaggi di articoli scritti da tre grandi firme dello sport italiano in quei giorni del settembre del 2000. Anzi, basterebbe leggere solo i nomi dei giornalisti per...

MDS Swim, stage Progetto Master 19/20 settembre a Poggio all’Agnello

Essere Atleta anche dopo i 40 anni si può, ma si devono mettere in pratica molti aspetti fondamentali che forse trascuri. MDS Swim Academy, con questo stage - il 19 e 20 settembre 2020 - vuole farti fare quel gradino di crescita personale per premiare le tue...

4x100 Mista Maschi

L’Italia, senza Piero Codia, nuota una batteria sottotono che ci esclude da una finale che, alla vigilia, avremmo dato quasi per scontata. Non salviamo nemmeno, per il momento, la qualificazione olimpica perché chiudiamo al 13° posto, in 3’35”23, questi i parziali: Simone Sabbioni (54”82), Nicolò Martinenghi (59”48), Federico Burdisso (52”10) e Manuel Frigo (48”83).

Simone Sabbioni: “L’ho aperta male, ero rigido e pesante. Mi spiace perché è una staffetta olimpica a cui teniamo molto.

Nicolò Martinenghi: “La staffetta ha un potenziale ma non riusciamo a fare quello che vorremmo. Ho avuto una mentalità sbagliata, non sono riuscito a mantenere la concentrazione fino alla fine del mondiale.”

Federico Burdisso: “La mia frazione è stata buona, ma concordo sul discorso della concentrazione.”

Manuel Frigo: “Ero già senza energie ieri sera, mi dispiace perché puntavamo alla finale ma la mia prestazione è stata negativa.”

1 Russia 3:30.72
2 USA 3:31.93
3 Giappone 3:32.34
4 Gran Bretagna 3:32.35
5 Australia 3:32.50 1
6 Brasile 3:32.5
7 Cina 3:33.42
8 Germania 3:34.02

4x100 Mista Femmine

Fortunatamente almeno la mista donne ci dà la soddisfazione di qualificarsi, agevolmente e con il terzo tempo, per la finale che chiuderà questi mondiali. Tra le grandi eliminata la Russia, mentre le altre ci sono tutte. Questi i parziali delle nostre ragazze: Margherita Panziera 1’00”56, Arianna Castiglioni 1’06”68, Ilaria Bianchi 57”54, Federica Pellegrini 53”57.

Margherita Panziera: “Il mondiale non è ancora finito, la staffetta significa molto per noi. Il mio tempo dimostra che non ne ho più, spero oggi pomeriggio di andare sotto i 60 secondi.”

Arianna Castiglioni: “Sono contenta di aver dato il mio contributo alla staffetta”.

Ilaria Bianchi: “Il giorno della mia gara non stavo bene, ho accusato un po’ i 100 stile di ieri, le staffette però mi galvanizzano.”

Federica Pellegrini:La staffetta mista è difficile perché già dalla mattina bisogna andare forte. Oggi speriamo di chiudere bene questo mondiale. Forse le donne riescono a tenere la concentrazione più degli uomini.”

1 USA 3:55.39
2 Australia 3:58.19
3 Italia 3:58.35
4 Canada 3:58.63
5 Cina 3:59.26
6 Svezia 3:59.40
7 Gran Bretagna 3:59.74
8 Giappone 3:59.87