Nell’ultima mattina di batterie, l’unica soddisfazione per l’Italia arriva dalla qualificazione, con il terzo tempo generale, della 4×100 mista femminile.

Eliminata, e fuori dalle 12 che vanno già all’Olimpiade, la 4×100 mista maschile; esce dalla finale anche Ilaria Cusinato nei 400 misti.

400 Misti Maschi

Batterie piuttosto tranquille che vedono però l’eliminazione del campione in carica Chase Kalisz, autore di un pessimo 4’15”62 ed anche del medagliato Dávid Verrasztó, 4’16”96. Daiya Seto resta il favorito principale, potrà diventare il primo uomo a vincere tre titoli nei 400 misti.

1 SETO Daiya JPN 4:12.27
2 KNIPPING Arjan NED 4:13.46
3 LITHERLAND Jay USA 4:13.78
4 LITCHFIELD Max GBR 4:14.35
5 CLAREBURT Lewis NZL 4:14.56
6 SHEMBEREV Maksym AZE 4:14.62
7 PONS Joanllu ESP 4:15.14
8 HEINTZ Philip GER 4:15.24

400 Misti Femmine

Anche tra le donne si va con calma e il miglior tempo lo ottiene la Iron Lady, seppur con apparente tranquillità, seguita dalla stilisticamente pregevole giapponese Ohashi. Ilaria Cusinato, in evidente difficoltà, nuota una gara pessima ed esce di scena con il tempo di 4’43”27.

Ilaria Cusinato: “Nei giorni scorsi ero indecisa se gareggiare o meno ma non avendo nulla da perdere mi sono buttata. Ho proprio bisogno di riposare e rimettermi in sesto di testa, per capire cosa voglio fare. Non valgo questi tempi, sono delusa soprattutto da me stessa.”

1 HOSSZU Katinka HUN 4:35.40
2 OHASHI Yui JPN 4:37.23
3 YE Shiwen CHN 4:37.66
4 OVERHOLT Emily CAN 4:37.90
5 McHUGH Ally USA 4:38.32
6 LESAFFRE Fantine FRA 4:38.40
7 PICKREM Sydney CAN 4:38.59
8 JAKABOS Zsuzsanna HUN 4:38.93

Intervista a Marco Orsi sprinter per il Team Iron della ISL2020

Con il secondo posto strappato ai New York Breakers nel match #4, gli Iron di Budapest si sono avvantaggiati nella lotta per la semifinale della seconda stagione di International Swimming League, alla quale si qualificheranno i primi otto team della regular season....

ISL2020 | I Cali Condors dominano il Match 4 e ipotecano la finale

Usciamo dalla visione del Match #4 della stagione 2020 della International Swimming League, nel quale si sono sfidati Cali Condors, Iron, New York Breakers e DC Trident, con diverse certezze ed alcune domande. Abbiamo ad esempio la certezza che i Cali Condors sono una...

ISL2020 | LA Current vincono in volata il Match 3 su Frog Kings

La ISL è quella competizione dove si sfidano quattro squadre e alla fine vince chi vince la Skins Race. Si tratta forse di un’affermazione un po' estrema, ma l’importanza della gara ad eliminazione che chiude le due giorni di match è innegabile. In questo match #3,...

Intervista a Fabio Scozzoli dalla “bolla” ISL di Budapest

La International Swimming League è una delle novità più belle e chiacchierate degli ultimi anni. L’avvento di questa nuova lega professionistica ha fatto parlare moltissimo, dividendo nettamente l’opinione di appassionati ed addetti ai lavori: c’è chi la ama e ci vede...

Swimtheisland, Matteo Furlan e Alisia Tettamanzi i vincitori della Combined Swim

Nonostante le difficoltà il magnifico Golfo dell’Isola savonese è tornato a ospitare nel weekend Swimtheisland, tra i più prestigiosi eventi di nuoto in acque libere a livello europeo, che ha celebrato la sua storica decima edizione ospitata per la prima volta dai...

ISL2020 | Dominio London Roar nel Match 2. Martinenghi e Miressi in evidenza

Alla vigilia, la preoccupazione per il roster dei London Roar, privato di tutti gli australiani, che non hanno avuto il permesso della federazione per competere, e anche di alcuni inglesi (fermati in via precauzionale per contatti da Covid-19), era alta. In questo...

4x100 Mista Maschi

L’Italia, senza Piero Codia, nuota una batteria sottotono che ci esclude da una finale che, alla vigilia, avremmo dato quasi per scontata. Non salviamo nemmeno, per il momento, la qualificazione olimpica perché chiudiamo al 13° posto, in 3’35”23, questi i parziali: Simone Sabbioni (54”82), Nicolò Martinenghi (59”48), Federico Burdisso (52”10) e Manuel Frigo (48”83).

Simone Sabbioni: “L’ho aperta male, ero rigido e pesante. Mi spiace perché è una staffetta olimpica a cui teniamo molto.

Nicolò Martinenghi: “La staffetta ha un potenziale ma non riusciamo a fare quello che vorremmo. Ho avuto una mentalità sbagliata, non sono riuscito a mantenere la concentrazione fino alla fine del mondiale.”

Federico Burdisso: “La mia frazione è stata buona, ma concordo sul discorso della concentrazione.”

Manuel Frigo: “Ero già senza energie ieri sera, mi dispiace perché puntavamo alla finale ma la mia prestazione è stata negativa.”

1 Russia 3:30.72
2 USA 3:31.93
3 Giappone 3:32.34
4 Gran Bretagna 3:32.35
5 Australia 3:32.50 1
6 Brasile 3:32.5
7 Cina 3:33.42
8 Germania 3:34.02

4x100 Mista Femmine

Fortunatamente almeno la mista donne ci dà la soddisfazione di qualificarsi, agevolmente e con il terzo tempo, per la finale che chiuderà questi mondiali. Tra le grandi eliminata la Russia, mentre le altre ci sono tutte. Questi i parziali delle nostre ragazze: Margherita Panziera 1’00”56, Arianna Castiglioni 1’06”68, Ilaria Bianchi 57”54, Federica Pellegrini 53”57.

Margherita Panziera: “Il mondiale non è ancora finito, la staffetta significa molto per noi. Il mio tempo dimostra che non ne ho più, spero oggi pomeriggio di andare sotto i 60 secondi.”

Arianna Castiglioni: “Sono contenta di aver dato il mio contributo alla staffetta”.

Ilaria Bianchi: “Il giorno della mia gara non stavo bene, ho accusato un po’ i 100 stile di ieri, le staffette però mi galvanizzano.”

Federica Pellegrini:La staffetta mista è difficile perché già dalla mattina bisogna andare forte. Oggi speriamo di chiudere bene questo mondiale. Forse le donne riescono a tenere la concentrazione più degli uomini.”

1 USA 3:55.39
2 Australia 3:58.19
3 Italia 3:58.35
4 Canada 3:58.63
5 Cina 3:59.26
6 Svezia 3:59.40
7 Gran Bretagna 3:59.74
8 Giappone 3:59.87