Select Page

Hangzhou, Mondiali corta 2018: Orsi d’argento e bronzo per la 4×50 maschile | Risultati Day4

Hangzhou, Mondiali corta 2018: Orsi d’argento e bronzo per la 4×50 maschile | Risultati Day4

Giro di boa per i Mondiali in vasca corta (11-16 dicembre) giunti alla fine della quarta giornata di gare al Tennis Center dell’Expo Olimpica ed internazionale di Hangzhou.

L’Italia conquista due medaglie, con record italiano, entusiasmanti grazie a Marco Orsi argento nei 100 misti e alla 4×50 stile libero maschile con Condorelli, Vergani, Zazzeri e Miressi. Record anche per Martina Carraro che vola in finale nei 100 rana e per Piero Codia nei 50 farfalla.

Vediamo i risultati salienti di questa quarta giornata di gare.

4x50 stile libero uomini

Un avvio di giornata fantastico con il bronzo della staffetta veloce incorniciato dal nuovo record italiano in 1.22.90: Santo
Condorelli 21.27, Andrea Vergani 20.44, Lorenzo Zazzeri 20.57 e Alessandor Miressi 20.62.

Vittoria con ennesimo record del mondo per gli Stati Uniti in 1.21.80 – Dressel 20.43, Held 20.25, Conger 20.59, Chadwick 20.53 – davanti alla Russia in 1.22.22.

Qualificazione al mattino in 1.24.10: Condorelli 21.32, Vergani 20.80, Zazzeri 20.99 e Miressi 20.99.

50 farfalla donne

L’olandese Ranomi Kromowidjojo sembra non aver rivali in vasca corta il suo 24.47 è anche record dei campionati. Piazza d’onore per l’australiana Holly Barratt in 24.80 che precede l’americana Kelsi Dahlia in 24.97.

100 misti uomini

Il riscatto del bomber che finalmente torna ad alti livelli, una medaglia cercata, voluta e ottenuta con il nuovo record italiano: Marco Orsi è argento in 51.03 dietro solo al gigante russo Kliment Kolesnikov che con 50.63 stabilisce il record dei campionati e quello mondiale junior. A completare il podio il giaponese Hiromasa Fujimori in 51.53.

100 misti donne

L’ungherese Katinka Hosszú vince il terzo oro individuale in 57.26, la più vicina delle avversarie è la giaponnese Runa Imai classe 2000 che chiude in 57.85, bronzo per la giamaicana Alia Atkinson in 58.11.

50 farfalla uomini – semifinali

Entrambi gli azzurri nuotano sotto il record italiano ma non basta per la finale 9° Piero Codia con 22.76 e 10° Matteo Rivolta in 22.79.

Il veterano brasiliano Nicholas Santos (1980) e detentore del record del mondo nuota il miglior crono di 21.96, in finale troverà: Le Clos RSA, Kusch GER, Yasue JPN, Vekovishchev RUS, Carter TTO, Kawamoto JPN, Coetzee RSA.

400 stile libero donne

Bellissima gara per l’australiana Ariarne Titmus che vince in 3.53.92 togliendo il record del mondo proprio alla cinese Wang Jianjiahe all’argento in 3.54.56, terzo post per la connazionale Li Bingjie in 3.57.99. Prova incolore per Erica Musso che non riesce a ripetere quanto nuotato a Genova per la qualifcazione mondiale e chiude ottava in 4.03.61.

Nelle batterie 9° tempo per Simona Quadarella in 4.04.94.

Trials Australia: Campbell, Titmus, Chalmers e Larkin suonano la carica aussie. Esclusi Horton e Seebohm

La settimana di Trials a Brisbane ci ridà una nazionale australiana completa e motivata, pronta per riscattare l’edizione di Budapest 2017, forse la peggiore di sempre per il team down under, con soltanto 10 medaglie conquistate. Due anni fa l’unico titolo arrivò da...

Nuotare come meditazione

"Il tuo corpo è energia, la tua mente è energia, la tua anima è energia. Se queste tre energie funzionano in armonia, tu sei sano e integro". Cosi che il tuo corpo, la tua mente e la tua consapevolezza, possano danzare in te allo stesso ritmo, all’unisono, in...

Gare in acque libere FIN: “istruzioni per l’uso”

Nonostante i nuovi regolamenti del nuoto di fondo siano stati pubblicati ormai da diversi mesi, solo ora con l'avvicendarsi delle prime settimane di gare in acque libere ci si rende conto di come una buona parte degli atleti, dei tecnici e dei responsabili di società...

Training Lab, il bilancio tra contributi biomeccanici e fisiologici nella performance natatoria

Il nuoto è un'attività piuttosto singolare svolta in un ambiente unico, e rispetto alle attività terrestri risulta molto più interessante sia dal punto di vista fisiologico e soprattutto dal punto di vista biomeccanico. Inoltre sia la fisica del nuoto che l’ambiente...

Swim Stats, Trials 2019 a confronto

A poco più di un mese di distanza dall’appuntamento più importante del 2019 - i Mondiali di Gwangju, dal 21 al 28 luglio - quasi tutte le nazioni del mondo hanno disputato le rispettive selezioni interne per decidere le squadre che voleranno in Corea. Ad esclusione...

Da Torino a Napoli, il viaggio della torcia delle Universiadi 2019

È partita martedì 4 giugno, da Torino, dove si svolse la prima Universiade esattamente 60 anni fa nel 1959, il percorso della Torcia della XXX Summer Universiade Napoli 2019. Oggi, 6 giugno la seconda tappa di Losanna per un passaggio nella sede della FISU; da qui la...

50 stile libero uomini

Il russo Vladimir Morozov finalmente dimostra il suo potenziale mettendo in riga il diretto avversario Caeleb Dressel nello scontro diretto: 20.33 contro 20.54. Sul podio il sudafricano Bradley Tandy in 20.94 complice la squalifica del britannico Ben Proud.

50 dorso donne – semifinali

Primo crono per la statunitense Olivia Smoliga in 26.06, mentre la favorita brasiliana Medeiros scivola in partenza e compromette la sua qualificazione. Domani vedremo in lotta per le medaglie: Pilhatsch AUT, Davies GBR, Takemura JPN, Fu CHN, Tchorz POL, Barratt AUS, Cini FRA (Kromowidjojo rinuncia allo spareggio).

Nelle batterie fuori Carolotta Zofkova 27.62 al 27° posto, non partecipa Elena Di Liddo.

50 dorso uomini

Peggiora sensibilmente il crono di qualifica e chiude sesto Simone Sabbioni con 23.26 nella gara serratissima vinta dal russo Evgeny Rylov in 22.58, davanti all’americano Ryan Murphy 22.63 e all’irlandese Shane Ryan 22.76.

100 rana donne – semifinali

Una splendida Martina Carraro da record italiano conquista la finale con il 6° crono di 1.04.87 dando l’impressione di avere margini di miglioramento; fuori invece Arianna Castiglioni 13ª in 1.05.80.

Finaliste: Atkinson JAM, Hansen AUS, Meili USA, Shi CHN, Lecluyse BEL, Laukkanen FIN e Watanabe JPN.

4x200 stile libero uomini

Dopo un avvio convincente la formazione italiana chiude sesta in 6.55.67: Filippo Megli 1.42.62 (primato personale), Matteo Ciampi 1.43.65, Alessio Proietti Colonna 1.44.39 Mattia Zuin 1.45.07.

La vera impresa la compie il Brasile che vince sbriciolando il record del mondo in 6.46.81 – Melo 1.42.03, Scheffer 1.40.99, Coelho Santos 1.42.81 e Correia 1.40.98 – lasciando a 3 centesimi la Russia, bronzo per la Cina in 6.47.53.

Qualificazione con 6.55.97: Megli 1.43.31, Ciampi 1.43.40, Proietti Colonna 1.44.75 e Zuin 1.44.51.

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>