Abbiamo incontrato in occasione della tappa di Londra della International Swimming League il magnate ucraino Konstantin Grigorishin finanziatore e capo del Consiglio Consultivo della ISL.

Grigorishin è il maggiore investitore della Energy Standard Fund Ltd, oltre che fondatore (2014) e Presidente dell’International Swimming Club Energy Standard.

Com’è stata l’esperienza di questo primo anno di ISL?

Molto positiva. Siamo sulla strada giusta. Spero che l’anno prossimo sarà ancora meglio.

Sono soddisfatto dei feedback raccolti dal pubblico e soprattutto dai nuotatori. Loro si sono divertiti e hanno vissuto tantissime emozioni. Le emozioni sono importanti in ogni competizione, soprattutto nel nuoto.

La stagione agonistica dei Master al tempo del coronavirus

  Ci eravamo lasciati a inizio estate, con il superamento del lockdown e le piscine che coraggiosamente riaprivano i battenti, consentendo alla nostra più o meno attempata comunità di irriducibili delle corsie di riprendere confidenza con l’elemento liquido e con...

Swimtheisland, la decima edizione nelle acque dell’Isola di Bergeggi

Dieci anni di nuoto in acque libere, caratterizzati dal perfetto sodalizio tra passione sportiva, tutela dell’ambiente marino e valorizzazione di un territorio unico nel suo genere. Una storia che sabato 3 e domenica 4 ottobre sarà nuovamente celebrata nel Golfo...

Grand Prix Sicilia Open Water 2020: un movimento in crescita!

La quinta edizione del Grand Prix Sicilia Open Water è giunta al termine! Una frase di per sé normale se non fosse che pronunciata nel 2020 assume un significato del tutto eccezionale. È passata poco più di una settimana dallo svolgimento della finale del Circuito...

Andrea Oriana e Sabrina Peron gli assi azzurri della Manica

Da oltre 100 anni è considerata l’Everest dei nuotatori: stiamo parlando dello Stretto della Manica, una delle imprese più ardue del mondo delle acque libere. E se i 35 chilometri da affrontare possono sembrare semplici rispetto ad altre imprese in giro per il mondo,...

Sydney2000 Special, la 4×100 stile e il Rock ‘n’ Roll Australiano

Meno di un mese prima dell’inizio delle Olimpiadi di Sydney, la nazionale australiana di nuoto si trova in collegiale a Melbourne. Ci sono tutti, da Michael Klim a Grant Hackett, da Ian Thorpe a Kieren Perkins. È una nazionale piena di stelle che si sta preparando per...

Training Lab, Errori biomeccanici nello stile libero come causa di infortunio nei nuotatori

In uno sport ciclico come il nuoto, l’elevata ripetitività di alcuni gesti tecnici pone inevitabilmente i nuotatori ad affrontare l’argomento infortuni. Proprio per evitare di fasciarsi la testa con assunzioni approssimative e non veritiere occorre analizzare meglio...

Quali insegnamenti ha portato quest’anno. Cosa c’è da migliorare pensando alla ISL del futuro?

Ci saranno dei cambiamenti. Cosa dobbiamo migliorare?

La produzione televisiva per riuscire a trasferire queste emozioni dalla piscina alla TV, ma anche su questo stiamo lavorando.

Il pubblico europeo è stato speciale, vero?

Assolutamente. Il tifo locale a Napoli fantastico.

A Budapest ci hanno messo un po’ a carburare ma poi anche lì un grande supporto.

E qui a Londra, beh anche qui davvero un pubblico fantastico!

 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

Intervista: Lucia Galassi