Select Page

IV° Gran Prix Città di Napoli, i big del nuoto in gara a Caserta

IV° Gran Prix Città di Napoli, i big del nuoto in gara a Caserta

Il 26 e 26 maggio la piscina dello Stadio del Nuoto di Caserta ha ospitato il IV° Gran Premio Città di Napoli, con tanti nomi grossi del nuoto azzurro presenti in vasca.

Numeri da record per questa edizione del Grand Prix – Trofeo Coconuda: nove le regioni rappresentate (Campania, Lazio, Puglia, Basilicata, Lombardia, Molise, Marche, Emilia Romagna, Veneto) con un totale di 75 squadre iscritte e circa 900 atleti (dei quali circa 200 provenienti da fuori regione), per un numero di presenze  gara che supera quota 2.500.

Prosegue il tour italiano di Federica Pellegrini, che dopo essere stata a Trieste qualche settimana fa, scende in Campania regalando ai fan partenopei solamente una gioia. La Divina scende in acqua infatti esclusivamente nei 100 stile, vinti in 55″25 in una bella finale nella quale erano presenti anche Erika Ferraioli, seconda in 55″64 e Silvia Di Pietro, bronzo in 55″82.

Le due velociste dell’Aniene sono le protagoniste anche dei 50 stile, vinti dalla Ferraioli in 25″88, un decimo meglio della Di Pietro.

Con Federica Pellegrini che si dedica solo alla gara regina, lasciando spazio nelle altre prove: Alice Mizzau vince i 200 stile in 2’02″69 mentre è Martina Rita Caramignoli ad imporsi nei 400 nuotando in 4’14″23.

Nel dorso tris della giovane Erika Gaetani: l’atleta della Gestisport vince i 50 in 29″61, i 100 in 1’03″18 e i 200 in 2’15″69.

Se si parla di gioventù spazza via la concorrenza Benedetta Pilato, la baby prodigio della rana apparsa al grande pubblico agli Assoluti di Riccione, dove ha conquistato il pass mondiale nei 50 rana. La classe 2005 si conferma la più forte, dominando tra le sue coetanee in 31″97, lontana dai crono romagnoli ma comunque decisamente la migliore anche a livello assoluto.

Il livello tecnico torna a salire grazie alle prove delle delfiniste: la sfida infinita tra Ilaria Bianchi e Elena Di Liddo prosegue anche a Caserta, con la Bianchi che vince i 100 farfalla in 58″41, mezzo secondo meglio della Di Liddo, che a sua volta si impone sui 50 in 26″78, questa volta davanti a Silvia Di Pietro.

I Ragazzi chiudono gli Italiani di Categoria. I convocati per i Mondiali Junior

Si sono chiusi anche i Campionati Nazionali della Categoria Ragazzi - leggi il REPORT delle categorie maggiori - con lo Stadio del Nuoto di Roma palcoscenico della grande festa per gli atleti nati nel 2003-2004 maschi (totale 494) e 2005-2006 femmine (totale 322). Un...

Apnea sportiva, il progetto dei Nuotatori del Carroccio

Sappiamo ormai come i grandi campioni del nuoto abbiano inserito nella loro programmazione delle sedute specifiche di allenamento dedicate all'apnea sia in acqua che a secco. La cura dei dettagli e dei particolari è importante non solo per gli atleti di alto livello,...

Training Lab, speciale Gwangju2019 | L’analisi tecnica del mondiale

Un altro Campionato del mondo in vasca lunga è appena terminato e, come tutte l'edizioni preolimpiche, ha già delineato un quadro ben preciso in alcune specialità, come allo stesso tempo mostra molte carte ancora da scoprire in altre. Di sicuro è stato un campionato...

Mondiali Gwangju 2019 | Top & Flop made in Italy

Fratelli d'Italia! Quando il nostro inno risuona nelle piscine di tutto il mondo, chiunque, dall'Australia alla Cina, canta con noi. E, di recente, è toccato agli amici della Corea sentire le note di Mameli al Nambu Acquatics Center. L'edizione numero diciotto del...

Italiani di Categoria, a Roma si chiude la stagione nazionale

Terminata la prima parte dei Campionati Nazionali di Categoria, la grande festa estiva del nuoto in chiusura della stagione agonistica italiana, che ha visto in acqua allo Stadio del Nuoto di Roma le categorie Junior, Cadetti e Senior dal 1 al 4 agosto. In questa...

Mondiali Gwangju 2019 | Top & Flop international

“Si dice che il battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo”. Chissà se la celebre frase incipit del film “The butterfly effect” può essere applicata anche al nuoto. Di certo, quello che abbiamo visto a Gwangju in...

Se il settore femminile è ben nutrito, anche quello maschile non è da meno: Luca Dotto è il nome grosso, che però fatica ancora a brillare. Nei 50 stile vince in 22″84 davanti a Santo Condorelli (22″96) per poi cedere con 49″99 il passo nei 100 stile vinti da Stefano Ballo in 49″86 (per lui anche i 200 in 1’48″78) oltre ai 50 farfalla, dove a spuntarla per 9 centesimi è il ranista Alessandro Pinzuti con 25″51.

Pinzuti che rende il meglio nella sua rana, dove vince i 50 in 28″41 e i 100 in 1’03″09, tallonato da Edoardo Giorgetti che tocca appena sotto l’ 1’04” e poi vince i 200 in 2’14″89.

Nel dorso si mette in evidenza Christopher Ciccarese: il romano è il più veloce nei 100 con 55″46, davanti a Lorenzo Mora e Matteo Milli (che vince i 50 in 26″18), ma anche nei 200, grazie al crono di 2’01″86.

Da segnalare anche i successi di Alessio Proietti Colonna nei 400 stile (3’54″75), Pietro Paolo Sarpe nei 400 misti (4’30″19), Giovanni Sorriso nei 200 misti (2’03″57) e Matteo Pellizzari nei 200 farfalla (2’01″70).

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>