Si apre ufficialmente la stagione olimpica di Tokyo 2020 e con essa i primi collegiali organizzati dalla Federazione.

Livigno posto a 1.816 mt sul livello del mare e secondo comune più elevato in Italia, rimane la meta ideale per i ritiri in altura.

Un primo gruppo di velocisti tutto al maschile seguito da Claudio Rossetto, al quale si è aggiunta una selezione di velocisti della nazionale juniores ha lavorato negli ultimi giorni di settembre.

Dal 6 al 30 ottobre sarà il turno di 16 convocati mezzofondisti, seguiti dai tecnici federali Stefano Morini e Stefano Franceschi.

Un gruppo di velocisti, guidati dal tecnico federale Claudio Rossetto, è sato in collegiale a Livigno dal 18 al 28 settembre.

Federico Burdisso (Esercito/Tiro a Volo), Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport), Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto), Manuel Frigo (Team Veneto), Leonardo Deplano (Esseci Nuoto), Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/NC Brebbia), Stefano Nicetto (Team Veneto) e Devid Zorzetto (Tiro a Volo).

Staff: tecnici Simone Palombi, Marco Pedoja e Daniele Belluzzo e il fisioterapista Alessandro Del Piero.

Presenti a Livigno anche i velocisti della nazionale juniores. Questi i convocati dal tecnico responsabile Walter Bolognani:

Gaia Pesenti (Team Trezzo), Chiara Tarantino (Gestisport), Sofia Sartori (Leosport), Chiara Fontana (NC Azzurra 91), Noemi Cesarano (Time Limit), Antonietta Cesarano (Time Limit) e Antonella Crispino (Assonuoto Caserta); Dylan Buonaguro (N. Gemonese), Giovanni Carraro (Riviera N. Dolo), Simone Cerasuolo (Imolanuoto), Paolo Conte Bonin (Team Veneto), Davide Dalla Costa (Team Veneto), Mario Nicotra (TNT Empoli) e Matteo Oppioli (GAM Team).

Sydney2000 Special, la 4×100 stile e il Rock ‘n’ Roll Australiano

Meno di un mese prima dell’inizio delle Olimpiadi di Sydney, la nazionale australiana di nuoto si trova in collegiale a Melbourne. Ci sono tutti, da Michael Klim a Grant Hackett, da Ian Thorpe a Kieren Perkins. È una nazionale piena di stelle che si sta preparando per...

Training Lab, Errori biomeccanici nello stile libero come causa di infortunio nei nuotatori

In uno sport ciclico come il nuoto, l’elevata ripetitività di alcuni gesti tecnici pone inevitabilmente i nuotatori ad affrontare l’argomento infortuni. Proprio per evitare di fasciarsi la testa con assunzioni approssimative e non veritiere occorre analizzare meglio...

ISL2020 | Scopriamo i team della seconda edizione

Tramite una videoconferenza stampa in diretta da Parigi - leggi QUI l'articolo di presentazione - il Presidente Konstantin Grigorishin ed i suoi collaboratori hanno formalizzato il ritorno della International Swimming League, annunciando l’organizzazione della seconda...

Swim Stats | La storia dei 200 stile libero: Federica Pellegrini

Nel mondo del nuoto, sono pochissimi i binomi gara-atleta che si connettono automaticamente come i 200 stile libero e Federica Pellegrini. Negli ultimi 15 anni di competizioni, Fede ha vinto tutto quello che c’è da vincere, battuto record ed avversarie, rivoluzionato...

ISL2020 | l’International Swimming League ai blocchi di partenza

In un anno maledetto, che ci ha privato purtroppo ma giustamente, di tutto il meglio che c’era da aspettare acquaticamente parlando (Giochi, vi aspettiamo l’anno prossimo, niente scherzi) un lampo di speranza arriva dalla nuova lega del nuoto di Konstantin...

L’Appello dei ragazzi della piscina Marimisti di Brindisi: “vogliamo nuotare!”

Settembre è iniziato, tante sono le realtà sportive che volenti o nolenti si trovano a fare i conti con un panorama decisamente cambiato, principalmente a causa della pandemia, che ha rotto molti equilibri, in alcuni casi già putroppo precari. Oggi diamo spazio a una...

Il punto del direttore tecnico Cesare Butini su Federnuoto:

​​​​Si è ultimato il primo dei raduni di ripresa delle nostre squadre nazionali nello splendido impianto di Aquagranda. A questo primo collegiale, a cui ne seguiranno altri due, era presente una rappresentativa di velocisti sotto la responsabilità tecnica di Claudio Rossetto; in oltre si è aggiunta anche, nell’ambito del progetto di monitoraggio e sviluppo dei giovani nuotatori, una rappresentativa di atleti juniores guidati dal Responsabile Tecnico delle squadre nazionali giovanili Walter Bolognani.

Sono state svolte esercitazioni mirate alla ripresa funzionale, abbinate a esercizi di tecnica specifica. È stata data particolare attenzione alla preparazione atletica attraverso lo svolgimento di sedute a carattere generale sia a corpo libero che con l’utilizzo di attrezzature specifiche.

Ritiro in altura dal 6 al 30 ottobre per i mezzofondisti, seguiti dai tecnici federali Stefano Morini e Stefano Franceschi. Sedici i convocati:

Domenico Acerenza (Fiamme Oro/CC Napoli), Matteo Ciampi (Esercito/Nuoto Livorno), Gabriele Detti (Esercito/In Sport), Marco De Tullio (Fiamme Oro/Swim Project), Stefano Di Cola (Marina Militare/CC Aniene), Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Nuoto Livorno), Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro/CC Aniene), Anna Chiara Mascolo (H. Sport), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto), Alessio Proietti Colonna (Marina Militare/Aurelia Nuoto), Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene), Nicola Roberto (Marina Militare/Le Bandie), Alberto Razzetti (Fiamme Gialle/Genova Nuoto), Giorgia Romei (Marina Militare/In Sport), Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) e Mattia Zuin (Fiamme Oro/Nottoli Nuoto).

Staff: tecnico Christian Minotti, il medico Lorenzo Marugo, il fisioterapista Stefano Amirante e il preparatore atletico Alessandro Conforto.

Foto copertina: Camillieri | Facebook