Select Page

Londra 2019, World Para Swimming | L’Italia sul tetto del mondo

Londra 2019, World Para Swimming | L’Italia sul tetto del mondo

L’Italia ha vinto i Campionati del Mondo World Para Swimming di Londra 2019 che si sono appena conclusi.

La Nazionale italiana è arrivata prima nel medagliere, superando Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Cina e Stati Uniti, grazie a quattro medaglie d’oro, un argento e un bronzo conquistati l’ultimo giorno.

Il bottino azzurro complessivo per i mondiali di Londra parla di 20 medaglie d’oro, 18 medaglie d’argento e 12 medaglie di bronzo. In totale i ragazzi della nazionale italiana tornano a casa con 50 medaglie.

Un successo storico.

La prima medaglia d’oro per gli azzurri nella settima e ultima giornata dei mondiali di nuoto paralimpico di Londra è arrivata dal cremonese Efrem Morelli, il grande vecchio della nazionale italiana, che a quarant’anni ha stravinto la finale mondiale dei 100 rana categoria SB3, siglando anche il record del mondo.

Il secondo oro è arrivato dalla torinese Carlotta Gilli nei 50 stile categoria S13, con il tempo di 27’13. Carlotta ha vinto di forza e di carattere dopo la delusione di ieri nella finale dei 100 farfalla nella quale nonostante le immagini video mostrassero lei prima all’arrivo, il responso delle piastre ha decretato un secondo posto rimasto sul gozzo, per una gara probabilmente vinta.

L’inno di Mameli all’Aquatics Centre di Londra è risuonato ancora per Simone Barlaam che ha vinto imperiosamente l’oro nella finale dei 50 stile libero S9, migliorando il suo record mondiale, abbassato a 24”00. Per l’atleta lombardo, stella di questa nazionale, è il quinto titolo mondiale in questi campionati e il quarto world record battuto. Terzo posto e un altro bronzo per l’Italia sempre nella finale dei 50 stile libero S9 conquistato dal fiorentino Simone Ciulli.

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

EuroJunior ad Aberdeen e Mediteranean cup 2020: le selezioni per gli azzurrini

In seguito alla pubblicazione del Regolamento ufficiale della Federazione Italiana Nuoto deliberato lo scorso 8 ottobre abbiamo riportato i criteri di convocazione per la Nazionale assoluta che si vedrà impegnata fra Europei in corta e lunga con l'obiettivo Olimpiadi...

I criteri di selezione per gli Europei: Glasgow 2019 e Budapest 2020

La stagione agonistica alle porte vedrà come appuntamento clou la  XXXII Olimpiade di Tokyo 2020 - 25 luglio al 2 agosto per il nuoto in vasca - che passerà attraverso le due tappe principali di selezione dei Campionati Italiani (Riccione, 12/14 dicembre 2019 e 17-21...

Road to Tokyo 2020, i criteri di selezione per la XXXII Olimpiade

La XXXII Olimpiade di Tokyo interesserà i nuotatori dal 25 luglio al 2 agosto, vediamo quali sono i criteri di convocazione ufficializzati dalla Federazione Italiana Nuoto nel regolamento deliberato lo scorso 8 ottobre. Sarà una selezione a due step principali: primo...

Storie di Nuoto, la Grande Campionessa Americana

Nello sport ci sono alcune certezze che ci fanno sentire tranquilli. C’è sempre almeno un brasiliano fenomenale nel giocare a calcio o una cinese che si tuffa nettamente meglio di tutti le altre, uno sciatore di fondo nordico che è una star - almeno dalle sue parti -...

Indianapolis ISL2019 #1 | Vince il team Energy Standard

International Swimming League! A Indianapolis si è scritta una pagina di storia del nuoto. Quanto importante, lo vedremo più avanti. Senza sbilanciarsi sui i pregi e difetti di questa prima volta, una certezza c'è: la ISL è qualcosa di completamente nuovo e come dice...

Francesco Bocciardo ha vinto un altro oro pesante per gli azzurri nella finale dei 100 stile libero S5, battendo la leggenda brasiliana del nuoto paralimpico Daniel Dias, arrivato secondo.

Medaglia d’argento nella finale femminile dei 100 stile S5 conquistato da Arianna Talamona che in rimonta ha superato negli ultimi metri per 4 decimi di secondo la britannica Suzanna Hext, sulla carta favorita, arrivata terza. L’oro è andato all’altra inglese Tully Kearney.

L’ultimo oro della giornata che ha chiuso i Mondiali di Londra è arrivato dalla bellissima vittoria della staffetta azzurra maschile nei 4x100 stile libero, punti 34. Nell’ordine la staffetta era formata da Stefano Raimondi, Antonio Fantin, Federico Morlacchi e Simone Barlaam che ha chiuso i giochi allungando di misura il successo degli azzurri che hanno battuto per la prima volta in un Mondiale le fortissime staffette dell’Ucraina e dell’Australia, rispettivamente seconda e terza. I quattro campioni italiani hanno battuto anche il record mondiale con il crono di 3’46″83.

Oltreché per il successo della nazionale azzurra e per la lunga lista di medaglie d’oro e dei successi dei 22 atleti della nazionale italiana, frutto del ricambio generazionale e del grosso lavoro di preparazione del CT Riccardo Vernole e dei suoi collaboratori negli ultimi due anni – dai Mondiali di Città del Messico 2017, passando per gli Europei di Dublino dello scorso anno – questa avventura mondiale di Londra degli azzurri resterà nell’immaginario collettivo per uno straordinario episodio che resterà nella storia.

Parliamo del doppio oro conquistato dal campionissimo Federico Morlacchi e da Simone Barlaam mercoledì nella finale dei 100 farfalla S9, dove i due compagni di squadra, quasi in un passaggio di consegne generazionale, hanno toccato la piastra nello stesso istante fermando il crono sul tempo di 1”00’36. In quello che è stato uno dei momenti più incredibili e spettacolari di questi mondiali di Londra. Vinti dall’Italia.

Grazie Ragazzi, grazie Italia!

Tutte le MEDAGLIE azzurre

Oro
Simone Barlaam S9 100 dorso, 100 farfalla, 50 e 100 stile libero
Stefano Raimondi 100 rana SB9, 50 stile libero S10
Francesco Bocciardo 100 e 200 stile libero S5
Antonio Fantin 400 stile libero S6
Efrem Morelli 50 rana SB3
Carlotta Gilli 100 dorso S13, 50 e 100 stile libero S13, 200 misti SM13
Arjola Trimi 50 e 100 stile libero S4
Arianna Talamona 200 misti SM5, 50 farfalla S5
4x100 stile libero maschi 34 pti (Raimondi, Fantin, Morlacchi, Barlaam)

Argento
Stefano Raimondi S10 100 dorso, 100 farfalla, 100 stile libero, 200 misti SM9
Antonio Fantin 50 e 100 stile libero S6
Francesco Bocciardo 50 stile libero S5
Giulia Ghiretti 100 rana SB4
Alessia Scortechini 100 farfalla S10
Carlotta Gilli 100 farfalla S13
Arianna Talamona 100 e 200 stile libero S5
Xenia Palazzo 400 stile libero S8
Angela Procida 50 dorso S2
4x100 mista maschi 34 pti (Barlaam, Raimondi, Morlacchi, Federico Bicelli)
4x50 stile libero mixed 20 pti (Trimi, Bocciardo, Talamona, Fantin)
4x50 mista mixed 20 pti (Fantin, Morelli, Terzi, Trimi)

Bronzo
Riccardo Menciotti 100 dorso S10
Francesco Bocciardo 50 rana Sb4
Simone Ciulli 50 stile libero S9
Angela Procida 100 dorso S2
Giulia Terzi S7 100 stile libero e 50 farfalla
Arjola Trimi 150 misti SM4, 50 dorso S4
Monica Boggioni S5 200 stile libero e 50 dorso
Giulia Ghiretti 200 misti SM5
Carlotta Gilli 400 stile libero S13

Segnaliamo gli altri azzurri della Nazionale che hanno partecipato e reso possibile con il loro contributo questa vittoria: Alessia Berra e Vincenzo Boni.

About The Author

Rispondi

Ultimi Tweet

?>