Select Page

Open di Stoccolma 2019, non solo Sjöström

Open di Stoccolma 2019, non solo Sjöström

Prosegue il nostro tour per le piscine internazionali, dopo il report dei Campionati Nazionali Australiani e quello della Swim Cup di Endhoven andiamo a vedere i risultati degli Open di Stoccolma 2019 dove la regina della velocità Sarah Sjöström ha messo a segno delle ottime prestazioni.

Ma non solo la svedese è stata protagonista fra le corsie…

Iniziamo proprio da Sarah Sjöström che nei 50 stile libero nuota l’ottimo crono di 23″91 facendo aumentare il divario con le dirette rivali e lasciando la più vicina – Cate Campbell – al 24″30 nuotato in settimana ai Campionati Australiani.
Posizioni invertite sui 100 dove il 52″76 ottenuto la attesta al secondo posto dietro alla Campbell autrice di un ottimo 52″35.

Confermata la terza posizione nei ranking stagionali dei 200 stile grazie al suo 1’55″39 – dietro a Titmus e Ledecky – migliorando di 5 centesimi il tempo nuotato a Helsinki a inizio mese.

Nella farfalla mette a segno la migliore prestazione stagionale sia nei 50 in 25″34 che nei 100 dove vince in 56″69.

Sempre “instancabile” l’Iron Lady che sale sempre sul podio a ogni finale disputata raccogliendo 5 ori e un argento proprio nei 200 stile (1’57″18) dietro alla Sjöström.

Katinka Hosszú vince i 400 misti in 4’33″06 salendo al secondo posto del ranking stagionale, mentre nei 200 con 2’09″76 non si migliora rispetto a marzo. Miglior crono personale stagionale nei 200 farfalla vinti in 2’07″18 (che la colloca al quarto posto) davanti alla tedesca Franziska Hentke argento in 2’08″14 che detiene il best time nuotato a novembre (2’06″50).

Meno incisiva nel dorso: nei 100 chiude in 59″95 e nei 200 in 2’09″63.

Gwangju 2019 | Day3 batterie esordio per Fede e Greg. Ledecky niente 1500

Una mattinata caratterizzata dalle defezioni quella della terza giornata a Gwangju: la più clamorosa è quella di Katie Ledecky, che rinuncia sia i 200 che ai 1500 stile, togliendo a Federica Pellegrini e Simona Quadarella una rivale pesante per il podio finale Staff...

Gwangju 2019 | Day2 finali: quarta Di Liddo. Record per Megli, Carraro e Castiglioni

Un'altra giornata con sorprese per i Mondiali di nuoto che vedono una vittoria decisamente inaspettata nei 100 farfalla feminili. Tutto da copione invece nelle altre finali di programma: 100 rana e 50 farfalla uomini e 200 misti femminili. L'unica azzurra in finale...

Gwangju 2019 | Day2 batterie bene gli azzurri. Device ballerini

Una mattrina caratterizzata dalla rottura dei device del dorso che vede sfortunato protagonista il nostro Simone Sabbioni - già purtroppo penalizzato al Mondiale di Budapest 2017. Questa volta può ripetere la gara - per ben due volte! - e accedere alle semi del...

Gwangju 2019 | Day1 finali, Detti bronzo nei 400. Delusione 4×100

È il momento di fare sul serio! Gwangju ospita l'ultimo mondiale del decennio, quello pre-olimpico, dove tutti i big sono pronti alla ribalta e a prenotare una prestazione da ricordare. La mattina coreana, che per tutti noi era piena notte, ha regalato ai colori...

Gwangju 2019 | Day1 batterie, Di Liddo record. Italia avanti tutta

Un ottimo esordio per gli azurri nella vasca del Nambu Aquatics Center di Gwangju. Tutti gli atleti scesi in vasca passano il turno accedendo alle semifinali e finali del pomeriggio (ore 13.00 italiane). Prestazioni maiuscole per Elena Di Liddo che mette in mostra un...

Swim Stats | Gwangju 2019, gli Italiani ai Mondiali

Novella Calligaris, Gabriele Detti, Giorgio Lamberti, Massimiliano Rosolino, Alessio Boggiatto, Filippo Magnini, Federica Pellegrini, Alessia Filippi, Gregorio Paltrinieri: questi sono i nomi, in rigoroso ordine cronologico, degli 8 atleti italiani capaci di salire...

Passando al settore maschile è lo stile libero a ottenere le migliori prestazioni: negli 800 stile Mykhaylo Romančuk con 7’42″49 sigla il miglior crono stagionale seguito da Florian Wellbrock con 7’43″03 che fa scivolare al terzo posto la prestazione del nostro Detti agli Assoluti. Terzo Henrik Christiansen con 7’45″11.

Il tedesco Wellbrock si aggiudica inoltre i 400 e i 1500 stile libero. Nella prima prova con un negative split spettacolare: 1’53″40 – 1’52″19 chiude in 3’45″59 davanti al lituano Rapsys (3’46″83) e il danese Christiansen (3’46″69).

Nella gara più lunga invece ben quattro atleti sotto i 15 minuti Wellbrock vince in 14’42″91 con un’evidente accelerazione negli ultimi 250 metri (e la chiusura in 27″01!), personale per il ceco Jan Micka in 14’48″52 e per Christiansen con 14’49″67.

Segnaliamo infine la vittoria nei 400 misti dell’australiano Thomas Fraser-Holmes con 4’14″32 che si trova la strada spianata grazie alla rinuncia del tedesco Philip Heintz che nelle batterie aveva chiuso in 4’14″27.

Nel 2018 sono terminati i 12 mesi di sospensione – comunicati l’8 giugno 2017 – per aver saltato 3 controlli anti-doping nell’arco dei 12 mesi.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

?>