Select Page

Open di Stoccolma 2019, non solo Sjöström

Open di Stoccolma 2019, non solo Sjöström

Prosegue il nostro tour per le piscine internazionali, dopo il report dei Campionati Nazionali Australiani e quello della Swim Cup di Endhoven andiamo a vedere i risultati degli Open di Stoccolma 2019 dove la regina della velocità Sarah Sjöström ha messo a segno delle ottime prestazioni.

Ma non solo la svedese è stata protagonista fra le corsie…

Iniziamo proprio da Sarah Sjöström che nei 50 stile libero nuota l’ottimo crono di 23″91 facendo aumentare il divario con le dirette rivali e lasciando la più vicina – Cate Campbell – al 24″30 nuotato in settimana ai Campionati Australiani.
Posizioni invertite sui 100 dove il 52″76 ottenuto la attesta al secondo posto dietro alla Campbell autrice di un ottimo 52″35.

Confermata la terza posizione nei ranking stagionali dei 200 stile grazie al suo 1’55″39 – dietro a Titmus e Ledecky – migliorando di 5 centesimi il tempo nuotato a Helsinki a inizio mese.

Nella farfalla mette a segno la migliore prestazione stagionale sia nei 50 in 25″34 che nei 100 dove vince in 56″69.

Sempre “instancabile” l’Iron Lady che sale sempre sul podio a ogni finale disputata raccogliendo 5 ori e un argento proprio nei 200 stile (1’57″18) dietro alla Sjöström.

Katinka Hosszú vince i 400 misti in 4’33″06 salendo al secondo posto del ranking stagionale, mentre nei 200 con 2’09″76 non si migliora rispetto a marzo. Miglior crono personale stagionale nei 200 farfalla vinti in 2’07″18 (che la colloca al quarto posto) davanti alla tedesca Franziska Hentke argento in 2’08″14 che detiene il best time nuotato a novembre (2’06″50).

Meno incisiva nel dorso: nei 100 chiude in 59″95 e nei 200 in 2’09″63.

Storie di Nuoto: Grant Hackett, The Machine

The Machine è il soprannome che la stampa australiana ha dato a Grant Hackett nel tentativo, perfettamente riuscito, di descrivere la sua inarrestabile capacità di annientare le gare attraverso ritmi che soltanto una macchina avrebbe potuto mantenere. La precisione...

World Series, i fuoriclasse del nuoto paralimpico a Lignano

Si è tenuta la mattina del 23 maggio la conferenza stampa di presentazione della tappa di Lignano Sabbiadoro delle World Series di nuoto paralimpico, in programma dal 30 maggio al 2 giugno prossimi nella piscina del Villaggio Bella Italia. La manifestazione sarà...

Ufficializzato il calendario della ISL2019, Napoli sarà la seconda tappa

Le stelle del nuoto mondiale si troveranno in vasca per la prima edizione della International Swimming League 2019 che inizierà a ottobre e toccherà sette diverse città fra gli Stati Uniti e l'Europa. Anche l'Italia ospiterà il nuoto spettacolo: è la città di Napoli...

Sandro Campagna fra le 11 nuove stelle della International Swimming Hall of Fame

La prestigiosa cerimonia d'ingresso nella International Swimming Hall of Fame di Fort Lauderdale, in Florida si è svolta nella notte tra il 18 e il 19 maggio. Fra le undici nuove stelle del mondo acquatico è ufficialmente entrato Alessandro Campagna ora CT della...

Atlanta Swim Meet e TYR Pro Swim: fulmini e saette dagli States

Si accendono le luci d'America sul nuoto mondiale! Nel week end concentrato di emozioni dagli States, con due grandi manifestazioni che si sono sfidate a distanza a suon di nomi e tempi di spessore: TYR Pro Swim Series a Bloomington (Indiana) e Atlanta Classic Swim...

Pillole di Nuoto, flash dal mondo: c’è chi parte, chi torna e chi smette… forse

Anche maggio sembra non essere riuscito a portare la primavera, ma il mondo acquatico è sempre in fermento e ci regala le sue pillole per questa edizione tutte clorate. C'è chi ha voglia di cambiare, chi si prende una pausa o forse qualcosa di più e chi invece non...

Passando al settore maschile è lo stile libero a ottenere le migliori prestazioni: negli 800 stile Mykhaylo Romančuk con 7’42″49 sigla il miglior crono stagionale seguito da Florian Wellbrock con 7’43″03 che fa scivolare al terzo posto la prestazione del nostro Detti agli Assoluti. Terzo Henrik Christiansen con 7’45″11.

Il tedesco Wellbrock si aggiudica inoltre i 400 e i 1500 stile libero. Nella prima prova con un negative split spettacolare: 1’53″40 – 1’52″19 chiude in 3’45″59 davanti al lituano Rapsys (3’46″83) e il danese Christiansen (3’46″69).

Nella gara più lunga invece ben quattro atleti sotto i 15 minuti Wellbrock vince in 14’42″91 con un’evidente accelerazione negli ultimi 250 metri (e la chiusura in 27″01!), personale per il ceco Jan Micka in 14’48″52 e per Christiansen con 14’49″67.

Segnaliamo infine la vittoria nei 400 misti dell’australiano Thomas Fraser-Holmes con 4’14″32 che si trova la strada spianata grazie alla rinuncia del tedesco Philip Heintz che nelle batterie aveva chiuso in 4’14″27.

Nel 2018 sono terminati i 12 mesi di sospensione – comunicati l’8 giugno 2017 – per aver saltato 3 controlli anti-doping nell’arco dei 12 mesi.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>