Select Page

Pillole di Nuoto, flash dal mondo: addii, ritorni, progetti e… risultati

Pillole di Nuoto, flash dal mondo: addii, ritorni, progetti e… risultati

Il nuoto in breve… tornano le pillole di Corsia4 per rimanere informati su tutto quello che succede nel nostro mondo acquatico.

Mentre il nuoto azzurro è focalizzato sui risultati dei giovanili di Riccione, arrivano notizie di ogni genere come la sconvolgente scomparsa di Kenneth To, l’annunncio di ritorno di Florent Manaudou e i risultati degli azzurri impegnati a Madrid in vasca lunga.

Buona lettura!

USA – Il campione Kenneth To deceduto in Florida (19 marzo 2019)

Il 26enne nuotatore è morto a causa di un malore mentre si trovava in Florida a Gainesville per uno stage di tre mesi in vista di Tokyo 2020 con il Gator Swim Club High Performance Group. Il campione di Hong Kong aveva iniziato ad allenarsi con Gregg Troy all’Università della Florida a gennaio.

Il campione detiene tuttora i record nazionali di 100 e 200 misti in vasca corta dell’Australia – dove ha vissuto dai 2 anni fino al 2016 – oltre a svariati primati della sua nazione nativa, Hong Kong: 50/100 stile, 50/100 rana and 200 misti in lunga, oltre a 50/100/200 stile, 50/100 rana, 50/100 farfalla e 100/200/400 misti in corta.

Francia Il ritorno di Florent Manaudou (19 marzo 2019)

Dopo quasi tre anni di astinenza da cloro – l’addio a settembre 2016 post-olimpiadi –  il campione francese risponde al richiamo della piscina. Il campione olimpico dei 50 stile libero a Londra 2012 e argento a Rio 2016 annuncia il suo ritorno: “Nel nuoto cerco di essere il migliore al mondo e odio la sconfitta. Mi serve questo stress”.

Dopo essersi dedicato a cinema e pallamano, pensava di tornare nel 2021 o 2022 per preparare Parigi 2024, invece… «Una mattina mi sono alzato e mi sono detto “Ok, è fatta. Come posso fare?”. Ogni cinque settimane ne passerò tre ad Antalya per allenarmi, fino ai Giochi del 2020. Non sarà facile, ci saranno molte attese, curiosità per i tempi che farò all’inizio. Prenderò le cose così come vengono, cercherò di nuotare il più possibile. Nemmeno io so di cosa posso essere capace”» [fonte: Intervista L’Équipe].

Italia – Manuel Bortuzzo incontra Bebe Vio (16 marzo 2019)

La foto del loro incontro ha fatto il giro dei social: “un invito a non perdere mai il sorriso e non arrendersi mai”. La scorsa settimana la campionessa paralimpica di scherma, diventata un esempio e un punto di riferimento dentro e fuori il mondo dello sport ha fatto visita a Manuel il nostro campione azzurro rimasto ferito lo scorso 3 febbraio da un colpo di pistola che gli ha provocato la paralisi degli arti inferiori.

Intanto Manuel è tornato per la prima volta in vasca: «È stato sicuramente diverso. Mi sono seduto sul muretto ho messo le gambe in acqua e niente. Non ho sentito niente. Ma una volta immerso ho provato una sensazione bellissima a cui prima non davo peso: perché adesso muovere tutto, sentire tutto, riuscire a stare a galla è un’emozione grande. Il nuoto è tanto, l’acqua è tutto. Dopo che ho iniziato a dare le prime bracciate mi sembrava che non fosse successo niente. Mi sembrava tutto normale».

I Ragazzi chiudono gli Italiani di Categoria. I convocati per i Mondiali Junior

Si sono chiusi anche i Campionati Nazionali della Categoria Ragazzi - leggi il REPORT delle categorie maggiori - con lo Stadio del Nuoto di Roma palcoscenico della grande festa per gli atleti nati nel 2003-2004 maschi (totale 494) e 2005-2006 femmine (totale 322). Un...

Apnea sportiva, il progetto dei Nuotatori del Carroccio

Sappiamo ormai come i grandi campioni del nuoto abbiano inserito nella loro programmazione delle sedute specifiche di allenamento dedicate all'apnea sia in acqua che a secco. La cura dei dettagli e dei particolari è importante non solo per gli atleti di alto livello,...

Training Lab, speciale Gwangju2019 | L’analisi tecnica del mondiale

Un altro Campionato del mondo in vasca lunga è appena terminato e, come tutte l'edizioni preolimpiche, ha già delineato un quadro ben preciso in alcune specialità, come allo stesso tempo mostra molte carte ancora da scoprire in altre. Di sicuro è stato un campionato...

Mondiali Gwangju 2019 | Top & Flop made in Italy

Fratelli d'Italia! Quando il nostro inno risuona nelle piscine di tutto il mondo, chiunque, dall'Australia alla Cina, canta con noi. E, di recente, è toccato agli amici della Corea sentire le note di Mameli al Nambu Acquatics Center. L'edizione numero diciotto del...

Italiani di Categoria, a Roma si chiude la stagione nazionale

Terminata la prima parte dei Campionati Nazionali di Categoria, la grande festa estiva del nuoto in chiusura della stagione agonistica italiana, che ha visto in acqua allo Stadio del Nuoto di Roma le categorie Junior, Cadetti e Senior dal 1 al 4 agosto. In questa...

Mondiali Gwangju 2019 | Top & Flop international

“Si dice che il battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo”. Chissà se la celebre frase incipit del film “The butterfly effect” può essere applicata anche al nuoto. Di certo, quello che abbiamo visto a Gwangju in...

Europa Prendono forma le squadre ISL Europa (16 marzo 2019)

A poco più di un mese dall’inizio della FINA Champions Swim Series con la tappa cinese di Guangzhou (27/28 aprile), la ISL – ’International Swimming League – prosegue per la sua strada formando i team che daranno vita alla prossima competizione internazionale. Federica Pellegrini dai social annuncia la prossima formazione della squadra italiana di cui sarà capitano: “La migliore notizia che potessi ricevere! Il Team Italia ci sarà. E saremo davvero forti! Vi aggiornerò sulle prossime novità! Sono davvero felice!”.

Intanto il team di Energy Standard ISL ha annunciato cinque atleti firmatari dei contratti: Femke Heemskerk, Ilya Shymanovich, Danas Rapsys, Emily Seebohm e Kierra Smith, con il coach James Gibson pronto a sfidare le squadre USA.

Katinka Hosszú è la leader della Iron Swim Budapest composta da nuotatori ungheresi e di altre nazioni europee, Adam Peaty sarà il capitano della London Swim Team squadra che avrà al suo interno anche atleti australiani del calibro di Cate Campbell, Bronte Campbell, Kyle Chalmers e Emma McKeon. La prima squadra europea ad essere annunciata è stata la Oneflow Aquatic che nasce dal club tedesco multi-sport Neckarsulmer Sport-Union.

Spagna – MadridNazionali Open: azzurri protagonisti (15/17 marzo 2019)

Si sono tenuti a Madrid in vasca lunga gli Open di Spagna, ai quali hanno partecipato una selezione di 8 azzurri: Matteo Ciampi, Piero Codia, Santo Yukio Condorelli, Sara Franceschi, Marco Orsi, Margherita Panziera, Simona Quadarella e Andrea Vergani.

Matteo Ciampi vince i 200 stile siglando il primato personale di 1.48.14, doppio successo per Margherita Panziera che si impone nei 100 dorso in 1.00.18 (7ª prestazione stagionale) facendo ancora meglio nella doppia distanza, il suo 2.07.12 vale il miglior crono stagionale. Simona Quadarella è oro nei 400 e 800 stile in 4.07.88 e 8.33.24, mentre Santo Condorelli riesce a vincere i 100 farfalla in 52.28 davanti a Piero Codia con 52.45 che si prendi i 50 in 23.66. Andrea Vergani nei 50 stile libero vince in 22.02 con il quarto crono mondiale stagionale, mentre nei 100 nuota il personale di 50.21.

RISULTATI completi

Olanda – Kyra Toussaint innocente: falso positivo (12 marzo 2019)

Alla vigilia dei Mondiali di nuoto in corta – Hangzhou (Cina) 11/16 dicembre 2018 – la FINA comunicava alla nuotatrice olandese la positività ad un test antidoping per la sostanza tulobuterolo utilizzato -come farmaco – per ridurre il broncospasmo in alcune condizioni patologiche quali l’asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva.

La FINA, il giorno precedente all’udienza fissata per il 13 marzo, ha però ritirato il fascicolo in quanto è stato dimostrato che il risultato del test antidoping era da considerarsi un falso positivo. “Sono felice che questo incubo sia finito” dichiara dal suo profilo social Kyra, certo la sua rinuncia forzata ai Mondiali dic orta dove si presentava con ottime possibilità di medaglia non deve essere stato facile da accettare.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>