Pur con tutte le restrizioni e le precauzioni che il periodo storico prevede, anche il nuoto sta lentamente cercando di ritornare alla normalità.

Andiamo a scoprire insieme i migliori risultati internazionali che hanno sicuramente visto protagonisti i nuotatori cinesi con i Campionati nazionali, oltre a qualche squillo dal Giappone, Russia e Australia.

In Cina, a Qingdao, si sono svolti i Campionati nazionali in vasca lunga, manifestazione dalla quale storicamente escono sempre ottime prestazioni (che spesso rischiano di non essere replicate ai grandi eventi). Prima delle finali in vasca, la federazione cinese ha organizzato una serie di valutazioni funzionali per misurare lo stato di forma dei nuotatori.

I test fisici – corsa sui 30 e 3000 metri, salto in alto, trazioni alla sbarra e forza del tronco – assegnavano a ciascun atleta un punteggio che, sommato al tempo ottenuto in acqua, ha determinato i finalisti dei campionati.

Al di là di questo curioso ma interessante particolare, il nome più caldo della settimana è stato di sicuro quello di Zhang Yufei. La delfinista 22enne ha nuotato un pazzesco 55”62 nei 100 farfalla, sfiorando il world record della Sjöström e candidandosi come profilo da tener d’occhio anche in chiave olimpica.

Proprio in previsione dei Giochi, la Cina ha migliorato il record del mondo della 4x100 mista mixed (che a Tokyo esordirà nel programma), schierando la formazione migliore possibile: Xu Jiayu (52”46), Yan Zibei (57”96), Zhang Yufei (55”32) e Yang Yunxuan (52”68).

Oltre a queste due super prestazioni, sono stati diversi i segnali positivi dei nazionali cinesi, su tutti il record asiatico di Wang Jianjiahe, rivale di Simona Quadarella, nei 1500 (15’45”59) ed il record nazionale sempre di Zhang Yufei nei 100 stile (52”90).

Tra i maschi, molto positivo l’ 1’56”27 di Whang Shun nelle batterie dei 200 misti e il 21”79 di Yu Hexin nei 50 stile.

Sono scesi in vasca anche il campione mondiale Xu JJiayu (52”37 nei 100 e 1’55”26 nei 200 dorso), il medagliato Yan Zibei (58”73 nei 100 rana) e la campionessa olimpica Ye Shiwen (2’11”24 nei 200 misti).

Di seguito i risultati con il miglior crono di ogni sessione (programma olimpico con batterie al pomeriggio e finali al mattino).

Intervista a Fabio Scozzoli dalla “bolla” ISL di Budapest

La International Swimming League è una delle novità più belle e chiacchierate degli ultimi anni. L’avvento di questa nuova lega professionistica ha fatto parlare moltissimo, dividendo nettamente l’opinione di appassionati ed addetti ai lavori: c’è chi la ama e ci vede...

ISL2020 | Dominio London Roar nel Match 2. Martinenghi e Miressi in evidenza

Alla vigilia, la preoccupazione per il roster dei London Roar, privato di tutti gli australiani, che non hanno avuto il permesso della federazione per competere, e anche di alcuni inglesi (fermati in via precauzionale per contatti da Covid-19), era alta. In questo...

ISL2020 | Match 1 vincono i Cali Condors, Pilato superstar

Per parlare del primo match della seconda stagione della International Swimming League si può iniziare in diversi modi, perché molti sono i temi che questa prima due giorni di nuoto nella bolla di Budapest, alla Duna Aréna, sono emersi. Seguendo la narrativa che la...

Training Lab, Quale strategia di nuotata migliore per la Rana?

Uno stile come la rana, oltre ad aver rappresentato per certi versi una delle massime espressioni dell’evoluzione del nuoto moderno, è da sempre il tipo di nuotata più ambigua da interpretare, caratteristica che lo rende probabilmente lo stile più singolare. Questo...

ISL2020 | Siete pronti per la Season 2?

La International Swimming League sta per inaugurare la sua seconda stagione con modalità particolari ma con ambizioni che restano, come all’esordio, elevatissime. Nelle parole di Andrea Di Nino, direttore del progetto, resta la convinzione che solo attraverso la...

Collegiali: nuovo gruppo a Livigno, fondo a Siracusa

Livigno si conferma una delle mete preferite per i collegiali del nuoto azzurro. Le prime due selezioni di atleti di interesse nazionale hanno completato il loro lavoro in altura dal 20 settembre al 3 ottobre un gruppo di velocisti tutto al maschile seguito da Claudio...

Nel resto del mondo, interessante la sfida a distanza tra specialisti dei 200 rana, con Shoma Sato autore di un ottimo 2’07”02 ai Campionati giapponesi studenteschi di Tokyo, mentre Kirill Prigoda (2’07”85) e Anton Chupkov (2’08”11) erano impegnati a Mosca alla Russian Cup.

Hanno nuotato anche i dolphins, impegnati nei Campionati Sud Australia in vasca corta, dove si sono fatti vedere Madison Wilson veloce nei 100 stile (52”13, record statale) e Travis Mahoney dominatore dei 200 dorso (1’56”09).

Interessanti anche alcuni crono, sempre in vasca corta, provenienti dai Campionati del Queensland di settimana scorsa. A Brisbane si sono espressi molto bene i 18enni Lani Pallister, autrice del primato australiano negli 800 in 8’11”71, e Neill Thomas, veloce sia negli 800 (7’36”10, terzo crono australiano all-time) che nei 400 (3’38”00, world record junior), gara nella quale è andato bene anche Elijah Winnington (terzo tempo aussie di sempre, 3’37”45).

Sempre a Brisbane, si sono visti anche Mitchell Larkin, 1’53”03 nei 200 misti e 1’52”46 nei 200 dorso, e Minna Atherton, 54”’89 nei 100 e 1’59”25 nei 200 dorso.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4