Select Page

Trofeo Città di Milano 2016 – Take your marks! Let’s dance

Trofeo Città di Milano 2016 – Take your marks! Let’s dance

Ed eccoci al classico di primavera,il Trofeo Città di Milano. Un po’ come la Sanremo per i ciclisti -che difatti è lo stesso giorno- a Milano tutti i campioni della bracciata nostrana (e non solo) si ritrovano per testare la condizione e farsi belli agli occhi dei meneghini che si risvegliano dal nebiun invernale per ammirare le loro stelle. Fortunatamente da noi il tempo regge e non frana niente, quindi la competizione scivola via lenta ma agile, accompagnata anche quest’anno dagli immancabili balli del trio di pulzelle che sostituiscono le tambureggianti ballerine passate ad allietare i time out dell’Armani Jeans.

Danze di gruppo al Trofeo... foto Romanenghi

Danze di gruppo al Trofeo…
foto Romanenghi

Pensionato quindi Crazy dopo solo un anno di onorato servizio, apriamo le danze aiutati anche dagli Esordienti della Nuotatori Milanesi obbligati ai balli di gruppo, un po’ come la poesia di Natale o la recita a fine anno (io solidarizzo con gli Esordienti, meglio un bel 200 misti).

Le musiche partono subito con gli allenatori, che riflettono sul piano vasca sulle prestazioni dei loro protetti. Sotto lo sguardo vigile dei coaches abbiamo il fior fiore della nazionale italiana assoluta ma anche molti giovani virgulti Junior, tra i quali anche le Cadette primo anno da quest’anno riammesse per le nuove categorie (ma che ve lo dico a fare?).

Gianni preoccupato...forza, andrà tutto bene!

Gianni preoccupato…forza, andrà tutto bene! Foto Romanenghi

Quest’anno va di moda il ballo di coppia. Ma la prima coppia ad aprire la pista non sono gli atleti ma gli speakers. Il maestro e la giovane paduan si alternano a due voci, coadiuvate da un losco figuro prestato dal salvamento.

Grandi personaggi, due re e una regina a colloquio. Grazie a loro tutto perfetto

Grandi personaggi, due re e una regina a colloquio. Grazie a loro tutto perfetto

Anche fra gli atleti l’accoppiata è la preferita…non ci credete? Beh intanto iniziano i gemelli diversi, che girellano per un millecinquecento e poi un quattrocento (questo vinci tu quello vinco io…poi ci dividiamo le borsette sul podio…chissà cosa c’era in quelle borsette che tutti ci guardavano dentro ma poi nessuno tirava fuori niente). E anche Bianchi e Di Pietro via a braccetto sui 100 farfalla fin dalla partenza. Anzi anche prima, più gemelle di così! Rivolta e Codia propongono un gemellaggio dal mattino, funziona anche al pomeriggio.

Son proprio gemelli...fan tutto uguale

Son proprio gemelli…fan tutto uguale…ma chi guarderanno? Foto Romanenghi

 

Cuffia a posto...occhialini a posto...go! Foto Romanenghi

Ma loro no? Cuffia a posto…occhialini a posto…go!
Foto Romanenghi

Altre coppie celebri si vedono in postazione cronaca, dove il gemellismo continua! Anche in TV…quest’anno sarà così. L’unica che si rimbocca la maniche e non perde tempo in danze è la Bettona nazionale…ah se vi chiedete se dal vivo è proprio alta così come sembra: sì  è proprio alta così come sembra.

Capocce famose Foto Romanenghi

Capocce famose
Foto Romanenghi

 

Vai Elisabetta datti da fare che qui c'è da sentire parecchia gente Foto Romanenghi

Vai Elisabetta datti da fare che qui c’è da sentire parecchia gente
Foto Romanenghi

C’è anche la variazione sul tema, il trio veloce!

Balli sprint Foto Romanenghi

Balli sprint
Foto Romanenghi

I rondò son finiti a sera, con un bel primato italiano che mi dicono è anche la miglior prestazione in tessuto…e poi chiuso il sipario, tutti a festeggiare Pasqua: poco cioccolato, tra un mese si fa sul serio…e lui fa ballare solo l’occhio.

Lo sguardo vigile del CT...sembra distratto ma a lui nulla sfugge Foto Romanenghi

Lo sguardo vigile del CT…sembra distratto ma a lui nulla sfugge
Foto Romanenghi

 

About The Author

Mauro Romanenghi

Ricercatore per professione, scrittore per passione, allenatore per caso, ma tutto con la massima professionalita'. Nato in Brianza nel 1973, Mauro Romanenghi come il whisky invecchiando migliora ma va preso a piccole dosi. Allenatore dal 1994, dopo la laurea in Scienze Biologiche lavora allo IEO di Milano nel campo della ricerca contro le leucemie e i tumori, e allena nella sua terra di origine quando e come puo' nuoto e salvamento. Collabora col forum di Corsia4 dal 2007, ed e' coautore e pseudoconduttore delle trasmissioni in podcast. Vive ad Arcore (ma non se ne vanta) con la moglie e un cane labrador, i veri angeli ispiratori delle sue cronache.

Ultimi Tweet

?>