Select Page

La Triestina Nuoto festeggia i 100 anni con Pellegrini, Cseh e Jakabos

La Triestina Nuoto festeggia i 100 anni con Pellegrini, Cseh e Jakabos

Trieste si mette il vestito elegante per onorare al meglio i 100 anni della sua storica società, la Triestina Nuoto e lo fa regalando a tutti i friulani una due giorni gare ricca di spettacolo e soprattutto grandi nomi!

Già perché al Trofeo dei 100 anni – Memorial Calligaris non sono mancati i big del nuoto italiano ed europeo.

La stella indiscussa è Federica Pellegrini, che non scalda solo i cuori su Instagram con i suoi scatti social ma anche in vasca, dove dimostra di avere ancora la gamba buona per i suoi 200 stile.

Vittoria in 1’56″98, nuotando vicino a quanto registrato agli Assoluti e migliore prestazione della manifestazione. La Divina è l’unica a mantenere alta l’asticella dei tempi.

Orfani dei preannunciati Gabriele Detti e Piero Codia la scena, oltre alla Pellegrini, la ruba László Cseh, non proprio uno qualunque.

Il pluricampione europeo e mondiale, nonché medagliato olimpico, vince 100 e 200 farfalla (53″74 e 2’01″43) ma anche 200 e 400 misti (2’03″88 e 4’29″01) non mollando lo scettro ai più giovani e agguerriti rivali. Tutti lo sogniamo per l’ennesima Olimpiade, ma la strada è ancora lunga e impervia.

Quando un Master incontra il Campione

Al cospetto della leggenda, è difficile mantenere una neutrale imperturbabilità anche per chi, data ahimè l’età, dovrebbe essere rotto (appunto…) al vasto novero delle grandi emozioni che la vita nel suo scorrere riserva. E così ci ritroviamo un sabato mattina a...

Lewisville ISL2019 #3 | Ai London Roar la prima vittoria del Gruppo B

Dopo la bellissima due giorni di Napoli - trovi tutti i REPORT a fondo articolo - il nuovo format di nuoto-spettacolo della International Swimming League è tornato negli States per la terza tappa, la prima nella quale si sono affrontati i team del girone B. Nel...

La prima gara della stagione

Mi presento, mi chiamo Marina, sono una nuotatrice master adulta (l'età non si dice e non si chiede) e voglio condividere con voi i miei stati emotivi da atleta che gareggia. Mancano pochi giorni alla gara, la prima della stagione, l'ennesima della mia vita...

Swim Stats | Tokyo 2020 crono alla mano: gli Azzurri e i Tempi Limite

“Il mio sogno è andare alle Olimpiadi, farò di tutto per qualificarmi” Questa frase, pur non essendo stata pronunciata da nessun atleta, può essere attribuita tranquillamente a qualsiasi nuotatore. La stagione che è appena iniziata si concluderà con l’evento al quale...

Napoli ISL2019 #2 | il Nuoto spettacolo fa tappa in Italia

Il grande nuoto chiama, Napoli risponde! E come! Grande entusiasmo per la seconda tappa della Internationa Swimming League, la lega rivoluzionaria del nuoto mondiale. In una piscina Scandone tirata al lucido, impazza lo spettacolo. Merito dell’organizzazione, sempre...

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Rimanendo in campo maschile da sottolineare le prove di un indomito Marco Belotti, che vince in 100 stile in 50″99, e soprattutto di Filippo Megli, che prosegue la rincorsa per il mondiale coreano imponendosi nei 200 in 1’49″31, risultando anche come la miglior prestazione maschile assoluta. La forma non è delle migliori, ovviamente, e questi tempi sono lontani parenti di quelli che ci aspettiamo di vedere tra qualche mese.

Anche tra le donne la stakanovista è una magiara: Zsusanna Jakabos, domina come il compagno di nazionale Cseh i 200 farfalla (2’15″39) e l’accoppiata 200 e 400 misti (2’17″77-4’52″54).

Non solo veterane però: la nuova gioventù sa già far parlare di se anche quando scendere in vasca e gareggiare si fa più difficile: Giulia D’Innocenzo, grande protagonista ai Giovanili, vince i 100 dorso (1’03″55) e i 50 farfalla (27″85), bis che riesce anche a Giulia Salin, oro nei 400 stile (4’16″53) e negli 800 (8’43″40).

Ma assieme a tutti questi big del nuoto c’erano anche i ragazzi del nuoto Paralimpico.

Tra questi grande prova dei fratelli Palazzo: prima Xenia Francesca ritocca il record europeo degli 800 stile categoria S8 con 10’24″22, poco dopo Misha fa crollare rispettivamente quello mondiale dei 1500, nuotando in 17’24″12, abbassandolo di oltre dieci secondi!

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>