Dura la vita per la pelle di noi nuotatori: oltre al tempo passato in acqua ad allenarci, seguono ore e ore sotto la doccia…

Di certo siamo la categoria di sportivi più puliti, ma ciò non toglie che la nostra pelle è messa a dura prova: diventa secca, poco elastica, di conseguenza più vulnerabile.

Ovviamente non possiamo esimerci dal lavarci, ma è utile poter identificare le caratteristiche ottimali dei prodotti da utilizzare al fine di proteggerla.

E non storcano il naso i nuotatori maschietti, questi consigli sono utilissimi anche per loro!

Parlando di bagnoschiuma, non schiumogeni e poco aggressivi, gli ingredienti consigliati sono acido lattico, acido undecilenico, zolfo e triclosan: i primi due mantengono la corretta idratazione e preservano il film idro-lipidico naturale, gli altri due offrono un’ulteriore protezione antimicotica.

Stimolano inoltre la produzione di collagene ed elastina, componenti basilari della cute. Si consiglia, per eliminare il cloro, che la doccia non sia né fredda né calda, ma tiepida.

Dopo la doccia diventa quindi basilare reidratare la pelle con una serie di accorgimenti per farle riacquistare elasticità e lucentezza: per prima cosa evitiamo di sfregare la pelle, ma asciughiamola tamponando.

Successivamente applichiamo una crema idratante a base di ialuronato di calcio che protegge e nutre in profondità. Occorre prestare attenzione alle pieghe interditali e inguinali: sono le parti che si tende a sorvolare e sono proprio quelle più sensibili, anche agli attacchi di microorganismi.

Fatti di nuoto Weekly: C’è chi cambia squadra, chi il lavoro e chi purtroppo lo perde

Bentornati su Fattidinuoto Weekly, che dopo qualche numero speciale di approfondimento (su temi che riaffronteremo nelle prossime edizioni) torna nella versione originale, quella delle news sul mondo del nuoto e dintorni. Pronti?Nuotomercato USA In un periodo avaro di...

Corsia Master, tutto pronto per il 25° Forum Master Sprint

Il 2022 del movimento Master laziale riparte dal 25° Trofeo Forum sprint in programma il 16 gennaio presso la piscina coperta del Circolo Forum Roma Sport Center. Nonostante i tanti eventi annullati a causa del perdurare della pandemia, il trofeo organizzato dalla...

Corsia4 Awards: i nostri premi al 2021 del nuoto

​Il 2022 è appena iniziato ed ha mandato definitivamente in archivio un anno solare che, sportivamente parlando, è stato ricco di emozioni e di grandi avvenimenti, alcuni dei quali francamente indimenticabili. Nelle ultime settimane dell’anno, la tradizione vuole che...

Road to… gli appuntamenti da non perdere in questo 2022

​Buoni propositi per il nuovo anno? Non perdersene una! Di cosa? Delle tante e più gare che il programma del nuoto mondiale è pronto a sfornare (speriamo) in questo 2022 che ci proporrà tra le altre cose, l’accoppiata Mondiale ed Europeo (a Roma!) Nemmeno il tempo...

Fatti di nuoto Weekly: Lia Thomas e gli atleti transgender

Ve lo avevo anticipato e mantengo la promessa: oggi vorrei provare a parlare di Lia Thomas e del caso atleti transgender. Disclaimer: non troverete qui nessuna opinione personale. Sono un maschio, bianco ed etero, nella vita non ho conosciuto discriminazioni e mi...

Caeleb Dressel, il fenomeno che non ti aspetti

Domenica 1 agosto, Caeleb Dressel ha attraversato per l’ultima volta la zona mista del Tokyo Aquatics Centre insieme ai compagni di squadra con i quali ha vinto la gara conclusiva delle Olimpiadi in piscina, la staffetta 4x100 mista. Intorno a lui, che ha nuotato la...

Discorso a parte per i capelli: vanno scelti shampoo adatti nei casi di lavaggi frequenti, per proteggere la guaina esterna, specifici quindi anche per capelli sensibili e delicati.

Gli ingredienti principali devono essere aminoacidi e tensioattivi: i primi agiscono rinforzando la fibra del capello, i secondi (non schiumogeni) proteggono e preservano il suo normale equilibrio.

Dopo lo shampoo è consigliato applicare un balsamo a base di cheratina, collagene ed estratti di seta.

Prima di indossare la cuffia poi è opportuno inumidire le punte dei capelli con olio di argan, di cocco o semi di lino: i capelli saranno protetti e ristrutturati, a prova di tuffo!

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

Shares